Comunicati stampa

California: la culla dell'innovazione

 

 

Volvo Cars ha deciso di aprire il proprio Monitoring & Concept Center (VMCC) in California perché è lo Stato americano che più di ogni altro vede nascere nuovi trend sociali e di consumo, il tutto in un’atmosfera creativa e innovativa. 

 

Il pensare “fuori dagli schemi” è stata una costante di Volvo Cars fin dalla sua fondazione, avvenuta quasi 80 anni fa.

 

Perciò non stupisce che sia stata proprio Volvo, nel 1986, la prima casa automobilistica europea ad aprire in California un centro di progettazione strategica e analisi dei trend automobilistici.

 

“Uno stato mentale e un modo di vivere, questa è la California. È una zona particolarmente ricca dal punto di vista umano, sociale, etnico, linguistico e culturale” afferma Lars Erik Lundin, General Manager del Volvo Monitoring and Concept Center a Camarillo, in California.

 

“L’energia collettiva sprigionata da questa diversità umana, unita al clima eccellente e alle bellezze naturali, ha reso la California una regione ideale, sia dal punto di vista sociale che politico ed economico. Proprio per questo la California è il posto adatto per esplorare quale sarà il futuro dell’auto fra 10, 20 o 30 anni, cioè il compito che è chiamato a svolgere il Volvo Monitoring and Concept Centre”.

 

La popolazione californiana ammonta a 34 milioni di persone, e lo Stato è al quinto o sesto posto al mondo per dinamismo economico. La California è anche il paradiso dell’auto in versione U.S.A., con gli oltre 31 milioni di automobili, motociclette e autocarri, pari a circa il 10% dell’intero mercato automobilistico statunitense.

 

In California tutti amano l’automobile, basti pensare che l’85% di tutti i viaggi superiori a 160 km, vengono effettuati in auto. I californiani vedono nell’automobile il simbolo della loro libertà di movimento.

 

Il capillare sistema di autostrade e superstrade, costruito dal dopoguerra ad oggi, ha permesso per molto tempo alla California di rispondere adeguatamente alle richieste di mobilità dei privati e delle aziende. La dipendenza dall’auto ha però creato spesso problemi di congestione del traffico nelle aree urbane a ogni ora del giorno e della notte. Ora la Federal Highway Administration afferma che oltre il 50% delle strade californiane sta sopportando volumi di traffico molto superiori a quanto potrebbero.

 

La California non ha rallentato i suoi ritmi solo per questo. Ma la gente comincia a sentire che la qualità della propria vita (molto importante in uno Stato famoso per la sua fissazione nel tenere corpo e anima sempre in forma perfetta) sta progressivamente peggiorando a causa delle molte ore spese negli ingorghi del traffico.

 

Gli sforzi per purificare l’aria della California si sono accentuati sempre di più a partire dalla legge denominata Clean Air Act, del 1970.  Con previsioni demografiche che parlano di una popolazione di oltre 60 milioni di persone nel 2040, gli ambientalisti si sono opposti con sempre maggiore efficacia alla continua erosione degli spazi naturali e al crescere dell’inquinamento.

 

Il potente organismo californiano denominato Californian Air Resources Board si è fatto carico di parecchie iniziative per ridurre le emissioni allo scarico, compresa la proposta di un programma secondo il quale almeno un 10% delle auto vendute dopo il 2009 devono essere ad alimentazione ibrida benzina-elettricità. Prevista per tagliare di almeno il 70% le emissioni allo scarico, la normativa dà tempo ai costruttori d’auto fino al 2009 per apportare le necessarie modifiche tecniche ai propri modelli.

 

Queste sfide, oltre alla tipica attenzione dei consumatori californiani nei confronti dei prodotti offerti loro, fornisce a ingegneri, designer e ricercatori socioculturali del VMCC le coordinate per prevedere il futuro in una società che nonostante tutto non vuole rinunciare alla propria libertà di movimento e a stili di vita basati sull’intrattenimento. Un ambiente che stimola idee nuove per fronteggiare adeguatamente i trend di domani, come ad esempio la maggiore mobilità delle donne e della terza età.

 

Lars Erik Lundin afferma: “La California è una terra che fa nascere sogni e aspirazioni, che poi si diffondono ben oltre i confini americani. Il modo in cui vivono e si divertono i californiani costituisce una preziosa fonte di suggerimenti per il look, le prestazioni e il fascino delle auto Volvo, in un mondo che cambia alla velocità della luce”.

 

Background

 

Volvo Car Corporation ha venduto circa 415.000 auto nel 2003, in oltre 100 nazioni. Fondata nel 1927, l’azienda impiega oggi 28.000 persone e fa parte del Ford Premier Automotive Group.

Keywords:
Design
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto