Comunicati stampa

Volvo Cars riceve il massimo dei voti per il suo esclusivo sistema di protezione contro il colpo di frusta

 


EuroNCAP ha istituito un nuovo protocollo di valutazione per misurare il grado di protezione dal colpo di frusta offerto dalle vetture sul mercato in caso di collisione posteriore.

La nuova Volvo XC60 è stata una delle poche vetture testate a ricevere il massimo dei voti. Per la prima volta, EuroNCAP sta conducendo test mirati a valutare la protezione contro il colpo di frusta offerto dalle moderne automobili. Sono stati 25 i modelli sottoposti a prove di crash specifico; Volvo XC60, con il proprio esclusivo sistema WHIPS (Whiplash Protection System), è stata una delle cinque vetture a ricevere il massimo punteggio.


La procedura di valutazione includeva una serie di test diversi. In primo luogo, viene misurata la geometria e la conformazione del sedile; ad esempio, viene valutata attentamente la posizione del poggiatesta, al fine di determinare con quale efficacia il sedile stesso è in grado di fornire protezione in caso di collisione. Successivamente, vengono eseguiti tre diversi test con diversi gradi di gravità di collisione. Viene utilizzata una specifica attrezzatura nella quale viene simulato un tamponamento nel quale una vettura ferma subisce un impatto posteriore.I risultati strumentali vengono quindi elaborati e la vettura viene valutata su una scala che comprende rosso, arancione e verde, nella quale il rosso costituisce un risultato negativo, mentre il verde indica una buona performance.


"Il nostro ultimo modello, Volvo XC60, si è comportato davvero bene in tutti i test ai quali è stato sottoposto e alla fine ha ricevuto una valutazione che lo colloca assolutamente nella fascia verde, quindi estremamente positivo", afferma Thomas Broberg, specialista della Sicurezza presso Volvo Cars.


Volvo XC60 ha anche ricevuto la valutazione più alta (le cinque stelle) nelle prove EuroNCAP relative alla protezione degli occupanti adulti, che comprendono crash test frontali e laterali.

 

Lesioni comuni con conseguenze dolorose
Le lesioni da colpo di frusta sono fra le più comuni nella casistica degli incidenti della strada e si verificano soprattutto (ma non esclusivamente) in caso di tamponamento. Riducendo o prevenendo le lesioni da colpo di frusta, si evitano ingenti conseguenze e dal punto di vista del costo sociale e sul piano della sofferenza fisica.


"La causa meccanica della lesione da colpo di frusta è il rapido movimento che si genera fra il corpo e la testa", spiega Thomas Broberg. "Per evitare tale movimento, diventa necessario offrire un sostegno omogeneo e solidale a tutta la schiena e alla testa dell'occupante, per far sì che la testa si muova insieme al busto della persona. Il disegno dello schienale del sedile e un poggiatesta sufficientemente alto e posizionato vicino alla testa sono in tale senso fattori di grande importanza".

 

Il sistema WHIPS dimezza il rischio
Il sistema WHIPS messo a punto da Volvo costituisce una forma di protezione integrata nei sedili anteriori, in grado di dare sostegno all'intera schiena e alla testa degli occupanti in caso di collisione posteriore. Il sistema rende meno traumatico il movimento impresso dall'impatto al corpo, accompagnandolo e riducendo l'energia cinetica attraverso alcuni elementi di deformazione collocati fra lo schienale e il cuscino del sedile. In caso di tamponamento, lo schienale segue il movimento all'indietro impresso al corpo dell'occupante riducendo in tal modo le forze che si scaricano su colonna vertebrale e collo.


Quest'anno il sistema WHIPS di Volvo compie 10 anni. Tale tecnologia venne infatti introdotta nel 1998 sul modello Volvo S80 ed è diventata una dotazione di serie su tutte le auto Volvo a partire dal 2000.

Thomas Broberg spiega che gli effetti del dispositivo WHIPS sono molto positivi; sulla base dei dati raccolti dal Volvo's Accident Research Team, infatti, si dimostra che il sistema è in grado di ridurre della metà le conseguenze durature a lungo termine del colpo di frusta.
 
Ricerca basata su dati di incidenti reali
Il lavoro di Volvo sul fronte della Sicurezza stradale è sempre basato su quanto accade negli incidenti che avvengono nella realtà quotidiana della strada. Grazie al lavoro del Accident Research Team istituito da Volvo, e le risultanze di decine di migliaia di crash test eseguiti in laboratorio, i dati sono analizzati e compendiati in modo da fornire la base dello sviluppo dei sistemi di sicurezza da applicare alle vetture di domani.

Aiutare un automobilista ad evitare un incidente è ovviamente il modo più efficace il numero dei feriti o delle vittime della strada. Ad esempio, Volvo XC60 è equipaggiata di serie con il sistema City Safety, un dispositivo esclusivo che aiuta il conducente ad evitare quelle collisioni con il veicolo che precede che sono tipiche del traffico cittadino o di quando si marcia a bassa velocità. Attualmente, EuroNCAP non prevede test che valutino questo tipo di dispositivi.


"Avere i consumatori orientati nelle loro scelte dalle indicazioni di un istituto indipendente che valuti attraverso una serie di test codificati il grado di sicurezza di un'auto è certamente positivo; ma la cosa più importante per noi è essere in grado di offrire all'automobilista le auto che possano dimostrarsi le più sicure sul mercato in tutte le possibili situazioni".

Keywords:
Volvo XC60, Sicurezza, Tecnologia, 2009
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto