Comunicati stampa

Volvo Cars progetta di imporre un limite massimo di 180 km/h su tutti i veicoli per contrastare i rischi legati alla velocità

 

Volvo Cars, azienda leader mondiale nel campo della sicurezza, manda un segnale forte sui rischi legati alla velocità: progetta infatti di impostare a 180 km/h la velocità massima di tutte le sue nuove auto a partire dal 2020.

 

La Vision 2020 della società punta ad azzerare entro il 2020 il numero di vittime o feriti gravi a seguito di un incidente a bordo di una nuova Volvo e rappresenta uno dei progetti più ambiziosi in tema di sicurezza dell’intero settore automobilistico. Ma Volvo Cars è consapevole che la tecnologia da sola non basta per raggiungere questo obiettivo, perciò ha deciso di occuparsi anche delle abitudini di guida.

Le ricerche del marchio automobilistico svedese hanno individuato tre problematiche fondamentali legate alla sicurezza, che rappresentano un ostacolo al progetto di azzerare completamente le lesioni gravi e mortali a bordo delle sue auto. Tra queste, la velocità svolge un ruolo decisivo.

«Volvo è da sempre un’azienda leader in fatto di sicurezza e vuole continuare a esserlo», ha affermato Håkan Samuelsson, presidente e CEO di Volvo Cars. «Grazie alla nostra ricerca, sappiamo quali sono gli aspetti critici che possono portare a lesioni gravi o mortali in caso di incidenti a bordo delle nostre auto. Un limite di velocità non può essere certo la soluzione a tutti i mali, ma se può salvare anche una sola vita, vale la pena applicarlo.»

Oltre all’impostazione della soglia massima di velocità, l’azienda sta studiando una tecnologia che in futuro possa conciliare un controllo intelligente della velocità e funzioni di geofencing per limitare automaticamente l’andatura nei pressi di scuole e ospedali.

«Vogliamo sollevare un dibattito sul diritto o addirittura sul dovere delle case automobilistiche di installare nelle auto tecnologie in grado di influenzare le abitudini di guida dei conducenti, per contrastare problemi come l’eccessiva velocità, la guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti e la distrazione», sono le parole di Samuelsson. «Non abbiamo una risposta assoluta sul tema, ma siamo intenzionati a guidare il dibattito assumendo un ruolo pionieristico.»

Il problema della velocità è che, oltre certi limiti, le tecnologie di sicurezza dell’auto e il design intelligente delle infrastrutture non bastano più a prevenire incidenti che possono portare a lesioni gravi o mortali. Ecco perché, anche se nella maggior parte dei Paesi occidentali vengono imposti dei limiti, l’eccessiva velocità continua a essere una pratica diffusa e una delle cause più comuni di incidenti stradali mortali.

Ogni anno milioni di persone continuano a prendere multe per eccesso di velocità e i dati sugli incidenti rilevati dalla «National Highway and Traffic Safety Administration» dimostrano che nel 2017 il 25% degli incidenti mortali negli Stati Uniti è stato causato dall’eccesso di velocità.

Stando alle parole di Jan Ivarsson, uno dei massimi esperti di sicurezza di Volvo Cars, le persone semplicemente non si rendono conto dei rischi legati alla velocità.

«Noi umani abbiamo tutti il senso del pericolo di fronte a serpenti, ragni e altezza. Con la velocità, invece, non abbiamo la stessa percezione», ha spiegato Ivarsson. «Spesso i conducenti guidano troppo velocemente rispetto alle condizioni del traffico in cui si trovano e non sanno adeguare la loro velocità alla situazione stradale e alle loro capacità di guida. Dobbiamo promuovere un comportamento più responsabile alla guida e far capire alle persone quanto sia pericolosa la velocità.»

Oltre alla velocità, ci sono altre due problematiche cruciali che ostacolano la realizzazione della Vision 2020. Un problema tanto evidente quanto quello della velocità, e altrettanto complesso da eliminare, è la guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti. Guidare in queste condizioni è illegale in molte parti del mondo, eppure è tuttora una delle prime cause di morte e lesioni sulla strada.

L’altra tematica è quella della distrazione. Infatti, molti incidenti stradali mortali sono causati da conducenti distratti dal cellulare o comunque non pienamente concentrati sulla guida. Per molti aspetti un conducente distratto è tanto pericoloso quanto uno ubriaco.

Volvo Cars presenterà alcune idee per contrastare i problemi della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti e della distrazione in occasione di un evento sulla sicurezza che si terrà a Göteborg, in Svezia, il 20 marzo.

 

Volvo Car Group nel 2018
Nell’esercizio 2018 il Volvo Car Group ha fatto registrare un utile operativo pari a 14 185 (M)SEK (14 061 (M)SEK nel 2017) e i ricavi si sono attestati a 252 653 (M)SEK (208 646 (M)SEK). In tutto il 2018 le vendite mondiali hanno toccato la cifra record di 642 253 (571 577) unità, segnando una crescita del 12,4% rispetto al 2017. Questi risultati sottolineano la trasformazione generale che è stata attuata negli ultimi anni all’interno di Volvo Cars, sia a livello finanziario che operativo, e che ha preparato l’azienda alla prossima fase di crescita.

Il Volvo Car Group
Volvo è presente sul mercato dal 1927. Oggi Volvo Cars è uno dei più noti e apprezzati marchi automobilistici al mondo con vendite pari a 642 253 unità realizzate nel 2018 in circa 100 Paesi. Dal 2010 Volvo Cars è di proprietà della cinese Zhejiang Geely Holding (Geely Holding). Ha fatto parte del Gruppo Volvo, svedese, fino al 1999, anno in cui la società è stata rilevata dalla statunitense Ford Motor Company. Nel 2010 Volvo Cars è stata acquisita da Geely Holding.

Nel 2018 l’azienda ha dato lavoro in media a circa 43 000 (39 500) collaboratori a tempo pieno. La sede centrale e i reparti di Volvo Cars che si occupano di sviluppo del prodotto, marketing e amministrazione si trovano ancora in gran parte a Göteborg, in Svezia. La sede centrale di Volvo Cars per la Cina si trova invece a Shanghai. I principali stabilimenti dove vengono prodotte le vetture si trovano a Göteborg (Svezia), Gand (Belgio), Chengdu e Daqing (Cina) e nella Carolina del Sud (USA), mentre i motori sono realizzati a Skövde (Svezia) e Zhangjiakou (Cina) e i componenti della carrozzeria a Olofström (Svezia).

Keywords:
Sicurezza, Azienda
Le descrizioni e i dati riportati nel presente materiale per la scaricastampa fanno riferimento alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Gli equipaggiamenti descritti potrebbero essere opzionali. Le specifiche dei veicoli potrebbero variare a seconda del paese di vendita e possono subire modifiche senza preavviso.

Contattateci

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto