Comunicati stampa

Nuove frontiere per la Volvo Ocean Race 2008-09

 

 

Göteborg (Svezia), sabato 17 giugno 2006 – Gli organizzatori della Volvo Ocean Race annunciano una serie di cambiamenti radicali alla formula dell'evento. Il più significativo è l’anticipazione della prossima edizione della regata (finora quadriennale) al 2008-2009.

 

Cambia anche il percorso della competizione, mentre si vaglia la possibilità di aggiungere tappe in Asia, Medio Oriente e sulla costa ovest degli Stati Uniti. Anche se il percorso esatto deve ancora essere confermato, il porto di partenza verrà annunciato nei prossimi giorni.

 

Il modello prescelto per il 2008-09 è Volvo Open 70, il monotipo più veloce del mondo capace di battere diversi record sin dal debutto nel 2005-06.

 

L’annuncio è stato dato alla conferenza stampa di Göteborg, ultimo porto dell’edizione 2005-06. Glenn Bourke, direttore generale di Volvo Ocean Race, ha svelato il programma 2008-09 insieme a Leif Johansson, presidente e direttore generale Volvo Group, e a Fredrik Arp, presidente e direttore generale Volvo Car Corporation.

 

“Si tratta di un momento entusiasmante nella lunga e orgogliosa storia della Volvo Ocean Race [ex Whitbread Round the World Race]. Abbiamo pensato che fosse ragionevole aggiungere nuove aree geografiche, per consolidare il prestigio della gara come autentico spettacolo sportivo di livello globale.

 

Nel 2005-06 abbiamo introdotto cambiamenti rivoluzionari con Volvo Open 70, la regata in porto e un approccio aggressivo verso il nostro marketing, con la chiara intenzione di diffondere l’attrattiva e il fascino della gara a un pubblico più vasto. L’edizione 2008-09 porterà il processo evolutivo al livello superiore”.

 

Bourke ha anche annunciato che almeno due partecipanti hanno già confermato la presenza alla regata 2008-09. “È la prima volta che i partecipanti confermano con un tale anticipo. Ciò evidenzia un desiderio impellente da parte di aziende e sponsor di far parte del nuovo mondo da noi delineato. Per quanto riguarda l'organizzazione e la preparazione del prossimo evento, siamo a una fase più avanzata che mai.

 

“Oltre agli iscritti già confermati, abbiamo avuto colloqui positivi con diversi potenziali sponsor. Prevediamo che una parte degli sponsor esistenti confermi la partecipazione già nei prossimi mesi. Inoltre, siamo a buon punto con le trattative con i porti dei nuovi territori che intendiamo visitare, ovvero Asia e Medio Oriente. A breve annunceremo anche il porto di partenza per il 2008-09”.

 

Parlando della riduzione del tradizionale ciclo quadriennale, Bourke dichiara: “Il responso di aziende e sponsor, esistenti come potenziali, ha dettato la cadenza organizzativa della gara”.

 

“Abbiamo anticipato la regata per capitalizzare il successo dell’edizione 2005-06 e l’interesse che Volvo Open 70 ha saputo destare tra il pubblico di non velisti. Queste incredibili imbarcazioni hanno catturato la fantasia di nuovi appassionati”.

 

Come spiega Bourke, tutti i portatori di interesse erano dell’opinione che quattro anni fossero troppi se si desiderava conferire una maggior popolarità alla regata e coinvolgere al massimo gli sponsor.

 

Le velocità di Volvo Open 70 – aggiunge Bourke – permette di portare la regata fuori dal circuito tradizionale.

 

Questo il suo commento: “Sappiamo che queste imbarcazioni sono in grado di coprire lunghe distanze in breve tempo. Questa capacità ci ha dato la possibilità di scegliere più tappe, ed è per questo che abbiamo pensato ad Asia e Medio Oriente. In un certo senso, il ciclo era già avviato, perché nel 2005-06 la regata ha avuto inizio in Spagna e non in Inghilterra, tradizionale nazione di partenza della Volvo Ocean Race”.

 

L’attrattiva della gara è cresciuta a tal punto che la copertura televisiva per l'edizione 2005-06 ha superato la barriera di 1 miliardo di telespettatori (fino a metà maggio 2005). A oggi, l’audience televisiva totale ammonta a 1,3 miliardi. Il dato si rapporta agli 811 milioni dell'intera regata 2001-02. Si prevede che, dopo una valutazione esaustiva, i dati del 2005-06 sfioreranno quota 2 miliardi.

 

Essendo trasmesso in oltre 200 nazioni, l’evento è entrato dunque nell’Olimpo degli sport globali e rappresenta un'opportunità commerciale e avvincente per partner di gara e sponsor.
In un comunicato congiunto, Leif Johansson, presidente e direttore generale Volvo Group, e Fredrik Arp, presidente e direttore generale Volvo Car Corporation, aggiungono che Volvo è entusiasta della calda accoglienza riservata alla regata. Nel comunicato si legge: “La Volvo Ocean Race è stata un grande successo per tutti noi. Quasi 2 miliardi di spettatori hanno seguito l’evento in TV, mentre i sondaggi confermano che continua a rafforzare il marchio Volvo. Portare la gara anche in Asia è assolutamente sensato. Speriamo di continuare a sviluppare la Volvo Ocean Race dal punto di vista competitivo e commerciale”.
Bourke attribuisce la crescita dell’audience per l'edizione 2005-06 a diversi elementi chiave. Su tutti, la sfida rappresentata da Volvo Open 70 e il diffuso interesse pubblico verso la nuova generazione di velisti.

 

“Volvo Open 70 parla ampiamente per noi – dichiara –. Siamo tutti in soggezione davanti alla sua velocità e alle sue prestazioni. Considerando che 10 persone a bordo cercano di domare questa belva in condizioni ostili, o di tirare fuori l’ultimo nodo anche in assenza di vento su un percorso di oltre 31.000 miglia marine, si hanno tutti gli ingredienti per una gara ad alto coinvolgimento emotivo”.

 

Per ulteriori informazioni, contattare:
 
Cameron Kelleher, direttore PR Volvo Ocean Race - Tel: +44 (0) 7795 185 430
E-mail: cameron.kelleher@volvooceanrace.org

 

Immagini
Nell’apposito archivio all’indirizzo http://media.vemuk.com sono disponibili le immagini esenti da royalty per uso editoriale. Per assistenza, contattare il Picture Desk Manager – Tel (cell.): +44 7801 185 320 E-mail: images@volvooceanrace.org

 

Per ulteriori informazioni visitare www.volvooceanrace.org

Keywords:
Life Style, Eventi / Attività, Aziendale, Eventi e Sponsorizzazioni
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto