Comunicati stampa

Volvo Car Corporation sviluppa ulteriormente sistemi innovativi di sicurezza preventiva

 

 

Volvo Car Corporation è una casa automobilistica leader sia nel campo della sicurezza attiva che di quella passiva. L’azienda vanta una lunga tradizione nello sviluppo di tecnologie di sicurezza avanzata e, ora, sta lavorando a una nuova generazione di sistemi di sicurezza d’avanguardia. Si tratta di dispositivi tesi a salvaguardare l’incolumità delle persone, sia quelle all’interno che all’esterno dell’auto, e a consentire una guida più rilassante e gradevole.

 

La protezione come tradizione - l’attività nell’operare
Volvo Car Corporation ha una lunga tradizione di pensiero proattivo. Circa 80 anni fa, i fondatori Assar Gabrielsson e Gustaf Larson proclamarono che "Le automobili sono guidate da esseri umani. Perciò, il principio fondamentale su cui poggiano tutte le attività Volvo, è e rimarrà la sicurezza".
A quel tempo ci si concentrava soprattutto su quella che oggi viene definita "sicurezza passiva", cioè sistemi e funzioni che aiutano a proteggere gli occupanti dell’auto in caso di collisione. Con l’andar del tempo, però, l’azienda ha allargato la propria sfera di attività fino a realizzare sofisticati sistemi di sicurezza attiva, tesi cioè alla prevenzione degli incidenti.

 

"Oggi siamo concentrati su quelle tecnologie che prevedono e prevengono il verificarsi di incidenti" afferma Ingrid Skogsmo, Safety Director della Volvo Car Corporation.

 

L’auto, il traffico, il guidatore
Volvo Car Corporation sviluppa i propri sistemi di sicurezza agendo su tre concetti di base: l’automobile, la situazione del traffico e il guidatore. I veicoli Volvo sono rinomati per la loro sicurezza, dal punto di vista della struttura e della qualità costruttiva, ma per quanto l’auto possa essere sicura o il traffico ben regolato, alla fine dei conti la sicurezza è un fattore che rimane strettamente legato al comportamento umano. Chi è al volante deve essere concentrato sulla guida, prendere decisioni rapide in situazioni impreviste e non cedere alla stanchezza, tutte cose che spesso sono più facili a dirsi che a farsi.

 

"Gli studi effettuati su incidenti reali dimostrano che, spesso, in un’auto che urta un altro veicolo da dietro, il guidatore non ha fatto in tempo nemmeno a toccare il pedale del freno. Questo perché, probabilmente, non si è nemmeno reso conto di ciò che stava avvenendo e, quindi, non ha avuto

 

alcuna possibilità di prevenire l’urto. I nostri sistemi di sicurezza attiva sono stati sviluppati per aumentare la possibilità di reazione, cioè la capacità del guidatore di manovrare l’auto in modo da evitare l’impatto" spiega Ingrid Skogsmo

 

Un ausilio all’occhio umano
Il traffico intenso, le varie scelte operative possibili e i nuovi strumenti di comunicazione, sono tutti fattori che competono fra loro nell’attirare l’attenzione del guidatore. Per aiutarlo a stabilire quale sia l’informazione più importante, i veicoli Volvo possono essere equipaggiati con una tecnologia avanzata che "legge" il traffico più rapidamente di quanto possa fare l’occhio umano. Questo sistema di sicurezza attiva allerta contro i potenziali pericoli e può perfino passare a un intervento attivo, in situazioni critiche nelle quali le reazioni umane non sarebbero abbastanza rapide da evitare un sinistro.

 

"Ciò non significa che il sistema si sostituisca al guidatore. Diciamo che, piuttosto, lo assiste per aumentare il livello di sicurezza e rendere la guida più rilassante" continua Ingrid Skogsmo.

 

Per promuovere la realizzazione di un traffico più sicuro e meno stressante, Volvo Car Corporation incoraggia anche la cooperazione fra le varie case automobilistiche e gli altri soggetti interessati ai temi della sicurezza sulle strade. Ciò può significare un lavoro preventivo svolto assieme, nel quale ad esempio le autorità pubbliche, le imprese di costruzioni stradali e le società di telecomunicazioni agiscano di concerto per realizzare infrastrutture più sicure.

 

Gli innovativi sistemi di sicurezza già in uso
Parecchi sistemi innovativi di sicurezza attiva, sviluppati da Volvo Car Corporation, sono in uso già oggi. L’IDIS (Intelligent Driver Information System) ad esempio, è stato presentato in prima mondiale nel 2003. L’IDIS valuta il flusso d’informazioni diretto al guidatore, stabilendo alcune priorità in base a fattori di sicurezza, ad esempio ritardando le chiamate telefoniche in arrivo, gli SMS e altre informazioni non di importanza vitale, nelle situazioni di guida potenzialmente pericolose, che richiedono la massima concentrazione da parte del guidatore. Lo scopo è di evitare un eccesso di informazioni in momenti critici per la sicurezza, ad esempio durante una frenata brusca o un sorpasso.

 

"Stiamo sviluppando ulteriormente il sistema, per formare una specie di ombrello protettivo sotto
il quale raccogliere tutti i sistemi di sicurezza attiva. Vogliamo che funzioni come un secondo pilota, con le responsabilità e l’affidabilità connesse a questo ruolo" spiega Ingrid Skogsmo.

 

Per ulteriori informazioni, visitare la Newsroom di Volvo Car Corporation, al sito www.media.volvocars.com o contattare:

 

Christer Gustafsson, cgustaf4@volvocars.com, tel: +46 31 59 65 25

 

One vision. Different ways
Volvo Car Corporation offre una vasta gamma di veicoli che possono essere azionati con carburanti rinnovabili. Da sempre lavoriamo per offrire soluzioni che aumentino il livello di sicurezza dell’automobile nell’attualità quotidiana del traffico. I nostri sistemi di sicurezza e salvaguardia ambientale possono essere visionati in tutti i dettagli al Salone di Parigi, dal 8 al 12 giugno.

Keywords:
Sicurezza
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.