Comunicati stampa

Volvo S60/V70/XC70 - Maggiori prestazioni e assetto attivo

 

 

  • Aumento di potenza per il motore T5
  • Trasmissione mutuata dai modelli R
  • Da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi
  • Cambi marcia più veloci con il cambio automatico
  • Telaio con assetto attivo sulle S60, V70 e XC70
  • Seconda generazione del FOUR-C
  • Impostazioni dell’assetto adeguate al carattere di ogni auto
  • Parcheggio assistito sia anteriormente che posteriormente

Le novità nei modelli Volvo S60, V70 e XC70 non si limitano al design.
  «Ora siamo in grado di offrire un aumento delle prestazioni e, al contempo, del comfort di marcia» afferma Hans Folkesson, Vice Presidente Senior, reparto Ricerca e Sviluppo. «Per esempio, abbiamo dotato i modelli sportivi T5 di un motore turbocompresso più potente. Inoltre, siamo in grado di offrire un telaio ad assetto attivo sulle versioni base della S60, della V70 e della XC70. Prima d’ora, solo la Volvo S80 e le versioni R erano equipaggiate con questo dispositivo.

 

Motore T5 ancora più efficiente
Il motore turbo per i modelli T5 (Volvo S60 T5 e V70 T5) al vertice della gamma prestazionale è stato ulteriormente aggiornato, per soddisfare le nuove norme relative alle emissioni allo scarico (Euro4 e LEV2/EVAP2). Al contempo, questi miglioramenti hanno fruttato anche un incremento di potenza. L’esperienza maturata con le potenti versioni della serie R ha svolto un ruolo importante nell’ottenimento di risultati tecnici così brillanti.
  La potenza erogata è passata da 250 a 260 cv. La coppia massima, che prima raggiungeva i 330 Nm, ora passa a 350 Nm.
  Il beneficio maggiore di questo incremento di coppia lo si ha nella ripresa a bassi regimi, ampiamente migliorata. Già a soli 1800 g/min il motore è in grado di erogare niente meno che 305 Nm, contro i 240 della versione precedente. Questo significa una risposta più pronta all’acceleratore, sorpassi più sicuri e una guida più sportiva.
  Il miglioramento è stato ottenuto in vari modi. La fasatura variabile, per esempio, che prima era prevista solo per le valvole di scarico, ora avviene anche per le valvole di aspirazione. La cilindrata, inoltre, è stata incrementata da 2,3 a 2,4 litri. Infine, elemento di grande importanza, è stato adottato un nuovo turbocompressore derivato direttamente da quello montato sulle versioni R.
  Ne è risultata una combinazione competitiva fra prestazioni elevate, ridotti consumi di carburante e basse emissioni allo scarico.

 

Migliore accelerazione con il cambio a sei marce
Il motore T5 è abbinato al cambio manuale a sei marce o a quello automatico a cinque marce, il Geartronic.
  Il cambio manuale M66 deriva da quello montato sulle Volvo S60 R/V70 R, ma è stato rivisto per adeguarlo alla trazione anteriore del modello T5. Questa trasmissione è stata progettata e costruita per gestire una coppia elevata, fino a 400 Nm.
  La Volvo S60 T5 con il cambio M66 accelera da 0 a 100 km/h in soli 6.5 secondi.
Nella T5 con cambio automatico, il sistema di controllo elettronico è stato modificato per fornire una comunicazione più veloce fra motore e trasmissione, allo scopo di ridurre più rapidamente la coppia, prima del cambio di marcia. Questo dispositivo consente cambiate più rapide e una guida più sportiva.

 

Per ulteriori dettagli sulla catena cinematica della vettura, vedere i dati tecnici dei vari modelli Volvo.

 

Dischi freni anteriori di maggiori dimensioni
Per armonizzare l’impianto frenante alle notevoli prestazioni della Volvo S60 T5 e della V70 T5, i freni anteriori di questi modelli sono stati dotati di dischi maggiorati e di pinze più grandi (vale per i mercati UE). Il diametro dei dischi è passato da 286 a 316 mm.

 

Telaio con assetto attivo sulle Volvo S60, V70 e XC70
Il telaio ad assetto attivo era stato lanciato nei modelli di punta Volvo S60 R e Volvo V70 R a trazione integrale. È stato poi modificato per adeguarlo alla trazione anteriore della Volvo S80, nella quale sono stati accentuati gli aspetti legati al comfort. Ora il suo campo di applicazione è stato ulteriormente ampliato, rendendone possibile l’installazione, come optional, anche sugli altri modelli della gamma Volvo S60, V70 e XC70.
  «Grazie all’assetto attivo possiamo ottenere ancora di più da queste automobili» afferma Hans Folkesson. «La moderna tecnologia ci aiuta ad impostare l’assetto migliore per ogni situazione, sia dal punto di vista della sicurezza che da quello della piacevolezza di guida».
  L’assetto del telaio si adegua automaticamente alle condizioni di guida del momento aumentando notevolmente la tenuta di strada o il comfort, a seconda delle necessità. Se il guidatore manovra lo sterzo, l’acceleratore e il freno con movimenti rapidi – che significano uno stile di guida aggressivo – il sistema si adegua  aumentando l’effetto ammortizzante e quindi controllando i movimenti dell’auto.
  Con uno stile di guida più rilassato, l’intervento del sistema è meno frequente, per isolare meglio gli occupanti della vettura dalle irregolarità del fondo stradale. In questo modo si abbina il meglio delle due possibilità: massimo controllo e quindi maggiore sicurezza e, al tempo stesso, il comfort maggiore possibile.

 

Seconda generazione del FOUR-C
Il telaio ad assetto attivo si basa sulla tecnologia Volvo denominata FOUR-C, abbinata al sistema di stabilizzazione DSTC (Dynamic Stability and Traction Control). Si tratta di un avanzato sistema di autoregolazione dell’assetto basato su una serie di sensori che rilevano continuamente il comportamento dell’auto. In una frazione di secondo, la rigidezza degli ammortizzatori viene adeguata alla situazione del momento.
  «Quella che lanciamo ora è la seconda generazione del FOUR-C» afferma Hans Folkesson. Abbiamo approfittato delle modifiche che dovevano essere apportate al sistema, per adeguarlo ai modelli S60, V70 e XC70, per perfezionare ulteriormente sia l’hardware che il software, ottenendo anche un controllo più morbido degli ammortizzatori. Nel complesso, la percezione della variazione dell’assetto da parte del guidatore e dei passeggeri diventa più confortevole e armoniosa».
  Il FOUR-C regola l’assetto del telaio in base alla velocità dell’auto. Con l’aumentare dell’andatura si accentua il controllo sul lavoro dell’ammortizzatore. In tal modo è più facile controllare il veicolo, anche a velocità elevata. Questa tecnologia riduce anche la tendenza al beccheggio e al rollio durante le frenate brusche, le accelerazioni improvvise e le curve veloci.
  La seconda generazione del FOUR-C viene installata anche sulla Volvo S80 e sulle versioni R delle S60 e V70.

 

Due alternative
In tutti i modelli nei quali viene installato, il dispositivo di assetto attivo può essere impostato in due modi (tre, nelle versioni R). Premendo un pulsante, il guidatore può modificare il comportamento dell’auto in base alle proprie preferenze.
  SPORT è l’impostazione che offre movimenti più controllati dell’auto, risposte più rapide all’acceleratore e maggiore presa sull’asfalto.
  COMFORT, invece, è l’impostazione più confortevole, che offre movimenti più morbidi e armoniosi del telaio.
  In situazioni di emergenza, comunque, non fa differenza quale sia l’impostazione prescelta: il FOUR-C è programmato per aiutare sempre il guidatore a superare le situazioni difficili, stabilizzando automaticamente la vettura.

  • Caratteristiche del telaio modificateL’assetto attivo conferisce all’auto un comportamento su strada migliore, in tutte le situazioni. La vettura diventa più stabile e prevedibile nelle sue reazioni.L’avanzata tecnologia FOUR-C ha reso possibile anche una taratura specifica del sistema in funzione dei diversi modelli.
  • Nella Volvo S60 il telaio ha un assetto più rigido nell’impostazione Sport, per consentire una tenuta di strada ancora migliore e conferire caratteristiche di spiccata sportività al comportamento dell’auto. Al contempo, l’impostazione Comfort garantisce un’andatura più confortevole di quella che le sospensioni di serie possono fornire.
  • Nella Volvo V70, invece, votata ad un utilizzo più rilassato, il sistema è stato progettato per fornire un elevato comfort di marcia, conservando eccellenti caratteristiche di tenuta di strada quando l’auto viaggia a pieno carico. Nell’impostazione Sport la Volvo V70 ha un comportamento più stabile.
  • Anche la Volvo XC70 crossover ha un assetto più rigido grazie al sistema FOUR-C, con un volante più sensibile e una tenuta di strada ancora migliore. Ora è più facile da controllare e più confortevole, anche quando si viaggia sullo sterrato.

 

Parcheggio assistito anche anteriormente
Come già in precedenza, le Volvo MY05 prevedono la possibilità di installare il sistema di assistenza al parcheggio denominato Park Assist. Una serie di sensori nel paraurti collocati nel paraurti posteriore avverte il guidatore quando si sta avvicinando troppo a un ostacolo posto dietro l’auto. Il sistema facilita i parcheggi negli spazi ristretti. La funzione è ora completamente integrata nell’elettronica dell’auto, consentendo l’applicazione dei sensori anche sul paraurti anteriore (novità assoluta per la gamma Volvo.

 

50220/KH

Keywords:
Old S60, V70 (2007), XC70 (2007)
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto