Comunicati stampa

Con la rassegna Six Steps Forward For One Step Back, incentrata sul valore della sostenibilità, inaugurato al Volvo Studio Milano Art Encounters, format di appuntamenti dedicati all’arte moderna e contemporanea

Dopo aver fornito l’occasione per alzare il sipario sull’attività 2019 del Volvo Studio Milano, il ciclo di eventi Volvo Studio Milano for Arts – uno dei filoni tematici sui quali è strutturata l'attività del Volvo Studio – ritorna con Art Encounters, un nuovo format di eventi dedicati all’arte contemporanea sviluppato in collaborazione con l'agenzia Lightbox.

 

A inaugurare il ciclo è la rassegna Six Steps Forward For One Step Back incentrata sul valore della sostenibilità, in linea con le attuali priorità di Volvo. Il titolo della rassegna si rifà all'espressione della lingua inglese one step forward, two steps back (utilizzata per esprimere la difficoltà nel compiere una determinata azione) e dichiara l'obiettivo degli incontri, che è quello di compiere un deciso passo in avanti, a dispetto di ogni incertezza, verso nuovi modi di vivere il nostro pianeta in modo più sostenibile creando al contempo un'occasione di confronto di idee sulla relazione fra arte e ambiente.

 

Il primo degli incontri del ciclo Six Steps Forward For One Step Back si è tenuto ieri al Volvo Studio Milano. Protagonista è la creatività dell'artista veneziana Matilde Sambo, che ha esposto il progetto Metempsicosi, un’installazione composta da “fogli” di soia, accompagnata da un intervento sonoro di field recordings nello spazio dello studio e dalla proiezione dell’opera video Fairy Cage. La soia è nota per la sua capacità di trasformazione: inizialmente molto elastica, si secca a contatto con l’aria diventando fragile e facilmente soggetta a rotture. Basta bagnarla per riportarla al suo stato originario. La soia e la sua fragilità si ricollegano alla “cura”, tema ricorrente nella ricerca dell’artista: per Matilde Sambo, sostenibilità significa proprio prendersi cura del pianeta, trovando forme di azione che non incidano su di esso.

 

Il progetto artistico mostrato al Volvo Studio Milano è in linea con i valori di Volvo Cars, che da sempre pone al centro della propria azione il rispetto della persona e la sostenibilità. Un approccio definito dalla parola svedese omtanke, traducibile come “prendersi cura di”. Volvo rispetta il concetto di sostenibilità e ciò che questo comporta non solo nel processo di produzione delle proprie auto ma anche in termini di partecipazione attiva nella società.

 

In tale contesto, si inquadra il programma del Volvo Studio Milano: luogo d’incontro dedicato alla promozione e alla diffusione della Cultura, non solo automobilistica, e location per eventi incentrati sui valori forti del brand: Sicurezza, Sostenibilità e Centralità della persona. Il tutto articolato su quattro temi di fondo: Arts, Design, Music e Taste.

 

Il ciclo Six Steps Forward For One Step Back si articola su sei appuntamenti che coinvolgeranno pubblico e professionisti del mondo dell’arte attraverso una serie di esposizioni, performance, interventi sonori e talk; il tutto e delineare un percorso a tappe che condurrà a miart, fiera d’arte moderna e contemporanea che si terrà a Milano dal 17 al 19 aprile 2020.

 

Grazie agli eventi previsti nel ciclo dedicato all’Arte, il Volvo Studio Milano si pone come nuovo punto di riferimento della città più moderna,” afferma Chiara Angeli, Direttore Sales & Marketing Volvo Car Italia e responsabile dell’attività del Volvo Studio Milano. Che aggiunge: “Mi piace ricordare che il Volvo Studio Milano ha nella divulgazione della cultura non solo automobilistica una delle sue finalità. Attraverso eventi che si basino sulla condivisione dei valori del nostro marchio sviluppiamo proposte dal sapore diverso, talvolta provocatorie, ma comunque capaci di stimolare il dibattito sui temi a noi cari, come quello della sostenibilità. Anche questo è un modo per coinvolgere nella maniera più ampia possibile il pubblico.

 

Volvo Studio Milano, finestra su valori di brand e mobilità sostenibile

Il Volvo Studio è un concept globale di Volvo Car Group che trova a Milano la prima applicazione. Il Volvo Studio Milano è stato inaugurato nel corso del 2017 ed è concepito come un raffinato ed elegante ambiente di ispirazione scandinava nel quale il pubblico incontra Volvo e i suoi valori entrando in un mondo fatto di tecnologia innovativa, sicurezza e attenzione all’ambiente, design, eleganza e lusso scandinavo. La Casa automobilistica racconta sé stessa e raccoglie le opinioni del pubblico sugli scenari della mobilità di domani.

 

In tal senso, il Volvo Studio Milano vuole essere una finestra sulla città di Milano a favore della Mobilità Sostenibile. Da sempre la città è simbolo del gusto, del design e della moda, Milano è oggi anche un esempio di sviluppo urbanistico efficace. Da qui la scelta di aprire proprio nel cuore della nuova città il primo Volvo Studio, nel quale raccontare il viaggio di Volvo verso la mobilità del futuro.

 

Guarda il video dell'evento: https://youtu.be/uPBp2GQ4SHM

 

-----------------------

 

Volvo Car Group nel 2018

Nell’esercizio finanziario 2018, Volvo Car Group ha registrato un utile operativo di 14.185 milioni di SEK (14.061 milioni di SEK nel 2017). Nello stesso periodo, il valore dei ricavi è risultato pari a 252.653 milioni di SEK (208.646 milioni di SEK). Nel corso del 2018, le vendite hanno raggiunto la cifra record di 642.253 (571.577) unità, registrando un incremento del 12,4% rispetto al 2017. Questi risultati evidenziano gli effetti del processo di radicale trasformazione a livello operativo e finanziario compiuto da Volvo Cars negli ultimi anni con l’obiettivo di preparare la Casa Automobilistica alla successiva fase di crescita.

 

Volvo Car Group in breve

Volvo è presente sul mercato dal 1927. Oggi Volvo Cars è uno dei marchi automobilistici più noti e stimati al mondo, con vendite complessive che nel 2018 hanno raggiunto le 642.253 unità in circa 100 Paesi. Dal 2010, Volvo Cars è sotto il controllo della cinese Zhejiang Geely Holding (Geely Holding). Volvo Cars ha fatto parte di Volvo Group, svedese, fino al 1999, quando è stata acquisita da Ford Motor Company con sede negli Stati Uniti. Nel 2010, Volvo Cars è stata poi rilevata da Geely Holding.

 

Nel 2018, Volvo Cars contava complessivamente circa 43.000 (39.500) dipendenti a tempo pieno. La sede centrale di Volvo Cars si trova a Goteborg, in Svezia, dove vengono svolte prevalentemente anche le attività di sviluppo di prodotto, marketing e amministrazione. La sede cinese di Volvo Cars è a Shanghai. I principali stabilimenti di produzione della Casa Automobilistica sono a Goteborg (Svezia), Ghent (Belgio), Sud Carolina (USA), Chengdu e Daqing (Cina), mentre i motori vengono prodotti a Skövde (Svezia) e Zhangjiakou (Cina) e i componenti della carrozzeria a Olofström (Svezia).

 

In base al nuovo obiettivo aziendale perseguito, Volvo Cars punta a garantire che i clienti siano Liberi di Muoversi in modo personalizzato, sostenibile e sicuro. Questo obiettivo si riflette in una serie di ambiziosi traguardi che la Casa Automobilistica intende raggiungere entro la metà del prossimo decennio: portare al 50% la quota di vetture con trazione esclusivamente elettrica sul totale delle unità vendute globalmente e far sì che la metà di tutte le auto venga proposta ai clienti attraverso il proprio servizio su abbonamento. Per allora, Volvo Cars prevede inoltre che un terzo delle autovetture vendute sia rappresentato da modelli con guida autonoma.

 

Keywords:
Eventi / Attività, Altro, Design
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.
Contattateci