Comunicati stampa

Volvo 240 – un’icona svedese compie 40 anni

 

Il 21 agosto 1974, la Volvo 240 venne mostrata per la prima volta agli esponenti dei media. Questa serie avrebbe portato a Volvo un successo senza precedenti, infatti nel corso di 19 anni vennero prodotti circa 2,8 milioni di esemplari.

 

Il 1974 fu un anno di grande importanza per la Svezia. In primavera, gli ABBA vinsero l’Eurovision Song Contest con il brano “Waterloo”, un diciottenne di nome Björn Borg arrivò a surclassare i migliori tennisti del mondo e Volvo presentò uno dei suo modelli più importanti di sempre.

 

Il 21 agosto, gli esponenti dei media poterono ammirare e guidare per la prima volta la nuova automobile. I giornalisti vennero portati con un volo charter dalla Sede di Volvo, a Torslanda, alla cittadina di Borlänge, dove li stava aspettando una fila di Volvo 244 GL. Ogni singolo esemplare aveva la carrozzeria arancione, un colore tipico del tempo – con interni addirittura nella stessa tinta.

 

Volvo 244 DL

La Volvo 240 era un’evoluzione della serie 140, sebbene le modifiche apportate fossero molte. Le novità erano evidenti innanzi tutto nella sezione anteriore, ampiamente ispirata alla safety car VESC che era stata presentata due anni prima. Il tratto più prominente erano i grandi paraurti – complessivamente la vettura era di 13 cm più lunga della serie 140. I caratteristici poggiatesta finestrati erano una delle novità che caratterizzavano l’interno dell’abitacolo

 

Il motore B21, da poco sviluppato, veniva proposto in due versioni, una da 97 CV con carburatore e una a iniezione da 123 CV. Nuovo anche il concetto costruttivo utilizzato per il frontale della vettura, con puntoni MacPherson e sterzo a pignone e cremagliera.

 

Nell’ottobre del 1974 ebbe inizio  la produzione della serie 260, più esclusiva, che in origine prevedeva due versioni, la DL e la GL. La 264 montava un nuovo motore V6 da 2.7 litri e 140 CV di potenza. L’unità denominata B27 veniva costruita a Douvrin, nel nord della Francia, ed era il risultato di un accordo di  partnership fra Volvo, Renault e Peugeot.

 

Durante il suo periodo di produzione, per la Volvo 240 vennero messe a punto numerose opzioni di motorizzazione. Con il modello del 1979 venne introdotta in anteprima mondiale una vettura con un motore diesel a sei cilindri sviluppato in collaborazione con Volkswagen. In alcuni mercati, il motore diesel era disponibile anche nella versione a cinque cilindri. Nel 1981 venne lanciata la 244 turbo da 155 CV. Tuttavia, la vera novità sarebbe arrivata qualche tempo dopo sotto le sembianze della 245 station wagon turbo – la prima station wagon prodotta in serie con motore turbo benzina.

 

 

Volvo 245 DL

 

Negli anni la Volvo 240 è stata prodotta in svariate versioni. Oltre alle versioni a due, quattro e cinque porte, c’è stata anche un’esclusiva versione coupé, la 262C, costruita dall’italiana Bertone, di cui sono stati realizzati 6622 esemplari fra il 1977 e il 1981. All’altro estremo della gamma dimensionale c’erano la 264TE e la 245T, che vennero allungate di 70 cm. La 264 Top Executive era una lussuosa limousine, mentre la 245 Transfer nasceva come station wagon ‘extra large’ che veniva utilizzata, fra l’altro, per il trasporto a scuola degli studenti nelle aree rurali.

 

Una novità mondiale assoluta in termini di tutela ambientale arrivò nell’autunno del 1976. Volvo consegnò infatti in California il primo lotto di vetture della serie 200 dotate di catalizzatori a tre vie e sensori Lambda. Il sensore Lambda faceva sì che il 90% dei gas nocivi – ad esempio, idrocarburi, monossido di carbonio e ossidi di azoto – fossero convogliati nel catalizzatore. Nel 1977, a Volvo venne assegnato l’American National Environmental Industry Award. Nel 1978, la Volvo 240 fu riconosciuta dal California Air Resources Board come l’automobile ecologicamente più ‘pulita’ circolante negli USA.

 

La Volvo 240 Turbo sarebbe diventata anche un’auto da corsa di successo. Il titolo più importante se lo aggiudicò quando, nel 1985, Thomas Lindström e Gianfranco Brancatelli vinsero il campionato ETC (European Touring Car).

 

La Volvo 240/260 ricevette una serie di premi per i suoi sistemi di sicurezza. Nel Regno Unito, venne assegnato a Volvo il Don Safety Trophy per le sue iniziative di promozione della sicurezza automobilistica e per l’introduzione di concetti costruttivi e modelli che andavano ben al di là dei requisiti legislativi. Nel 1976, la Volvo 240 fu scelta come standard di riferimento per l’ininterrotto lavoro sulla sicurezza svolto dall’ente statunitense per la sicurezza del traffico NHTSA. Alla fine degli anni ’80, per quattro anni la Volvo 240 SW fu classificata dall’Highway Loss Data Institute come l’automobile della classe dimensionale di appartenenza più sicura negli USA.

 

La Volvo 240 è ormai diventata un’auto da collezionisti: la versione turbo risulta essere la più richiesta dagli appassionati, ma sono in continuo aumento anche le cifre pagate per modelli più comuni che siano in buone condizioni. La disponibilità di pezzi di ricambio è buona ed è ancora possibile acquistare molte parti tramite Volvo, che offre una gamma in costante aumento di componenti di recente produzione.

 

La Volvo 240 è stata prodotta anche a Kalmar e nella città belga di Ghent. L’ultimo esemplare è uscito dallo stabilimento di Torslanda, a Goteborg, il 5 maggio 1993. A quella data, il modello era rimasto in circolazione più a lungo di quanto chiunque avrebbe immaginato 19 anni prima.

 

Il CEO di Volvo, Pehr G Gyllenhammar, consegnò le chiavi all’acquirente dell’ultima 240 con una speciale cerimonia. Lo stesso Pehr G Gyllenhammar aveva avuto come auto aziendali diverse 240 personalizzate e nel corso della cerimonia disse: "Abbiamo avuto l’auto più sicura al mondo, una delle auto che vale più la pena acquistare e un’auto che è già una leggenda vivente e che lo diventerà ancor di più negli anni a venire."

 

La Volvo serie 200 è ad oggi il modello di cui la Casa ha prodotto il maggior numero di esemplari, per un totale di 2.685.171 240 e 177.402 260. Complessivamente ne vennero costruite 2.862.573 unità fra il 1974 e il 1993.

 

Keywords:
242, 244, 245, Storia, 1974
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.
Contattateci