Comunicati stampa

La nuova XC90 di Volvo Cars sarà il SUV più potente e più ecologico al mondo

 

• Quattro ruote motrici, sette posti ed emissioni ultra-ridotte pari a circa 60g/km

• Fino a 400 CV e 640 Nm di coppia motrice

• Nuova tecnologia Twin Engine sviluppata da Volvo

 

Al momento del lancio che avverrà a breve, la nuova XC90 di Volvo Cars offrirà un mix senza eguali di potenza e consumi ridotti. Questa sette posti con trazione integrale eroga infatti una potenza fino a 400 CV, seppur con emissioni di CO2 di circa 60 g/km (ciclo di omologazione NEDC). Non è mai esistito un SUV in grado di garantire una potenza  simile con un motore così ‘pulito’.

 

“Quando si guida una nuova XC90 non è necessario scendere a compromessi,” ha dichiarato Peter Mertens, Senior Vice President Ricerca & Sviluppo di Volvo Car Group. “In passato si doveva scegliere se avere un motore potente o basse emissioni di CO2, con la nuova  XC90 invece si possono avere entrambe le cose.»

 

Per la nuova XC90 è disponibile una serie di motori Drive-E, tutti in grado di fornire un’eccellente combinazione di prestazioni ed economia dei consumi. Il principale tratto distintivo della famiglia di motori Drive-E è che sono tutti a quattro cilindri.

 

«Con i nostri nuovi propulsori Drive-E abbiamo creato una famiglia di motori diesel e benzina intelligenti con curve di potenza che consentono una guida entusiasmante e dinamica garantendo consumi assolutamente imbattibili,» aggiunge Mertens. “Con sette passeggeri, le emissioni di anidride carbonica per persona e per chilometro percorso della nuova XC90 risultano eccezionalmente contenute.»

 

II rendimento in termini di CO2 della nuova XC90 andrà a rafforzare la leadership di Volvo Car quando si tratterà di introdurre sul mercato altre tecnologie a basso impatto ambientale. Stando ai dati monitorati da ACEA – Associazione dei Costruttori Europei di Automobili, Volvo Car Group ha realizzato i migliori risultati del settore automobilistico riducendo dell’8,4% le emissioni medie della flotta dal 2012 al 2013.

 

La tecnologia Twin Engine

Volvo ha fatto sì che un motore a quattro cilindri riuscisse ad offrire tutto il piacere di guida tipico di un motore di cilindrata superiore, in modo di gran lunga più efficiente ed ecologico. In futuro, i motori  Drive-E verranno gradualmente introdotti sull’intera gamma di prodotti a marchio Volvo.

 

Per la nuova XC90, il modello top di gamma ‘Twin Engine’ sarà contrassegnato dall’emblema ‘T8’ e si proporrà come un sistema ‘tre in uno’, ovvero elettrico plug-in, ibrido e altamente prestazionale.

 

Per la guida normale viene selezionata per default la modalità ibrida. Questa utilizza un quattro cilindri Drive-E turbo sovra-alimentato da 2 litri a benzina che trasmette potenza alle ruote anteriori e un motore elettrico da 80 CV (60 kW) che aziona le ruote posteriori.

 

Il compressore collegato meccanicamente viene utilizzato per sfruttare al meglio la potenza ai bassi regimi e creare un forte effetto di aspirazione naturale del motore, mentre il turbo si attiva quando il flusso dell’aria aumenta. Il motore elettrico sulle ruote posteriori eroga invece una coppia immediata.

 

Semplicemente azionando un tasto, il conducente può passare alla modalità esclusivamente elettrica, con un’autonomia di circa 40 chilometri, silenziosa e priva di emissioni, per circolare nei centri urbani e, quando necessario, tornare immediatamente alla capacità “combinata”- motore a benzina ed elettrico, che insieme arrivano a sviluppare circa 400 CV di potenza e 640 Nm di coppia.

 

Una gamma completa di altri motori

La gamma di propulsori per la Volvo XC90 include inoltre il D5 biturbo diesel da 225 CV e  470 Nm di coppia – con consumi eccellenti pari a circa 6,0l/100km – e il D4 turbo diesel da  190 CV e coppia di 400 Nm, con consumi di circa 5,0l/100km.

 

La gamma offre anche due varianti a benzina. Il primo è il motore turbo T6 con super-alimentatore e turbo, che sviluppa una potenza di 320 CV e una coppia massima di  400 Nm. Il secondo è un T5 da 254 CV e coppia di 350 Nm.

 

Non solo non si è scesi a compromessi in termini di prestazioni o efficienza dei consumi, ma la nuova  tecnologia SPA (Architettura di Prodotto Scalabile) sviluppata da Volvo Cars per la realizzazione dei elai  consente inoltre una flessibilità di gran lunga maggiore all’interno dell’auto. Le altre case automobilistiche incontrano difficoltà nell’integrare l’ingombrante pacco batteria all’interno di un abitacolo che cercano di mantenere lussuoso e spazioso, sfida che Volvo è riuscita a superare brillantemente.

 

“Poiché la nostra nuova tecnologia SPA è stata concepita sin da subito per l’integrazione delle tecnologie di elettrificazione, l’installazione del gruppo Twin Engine non implica riduzioni della capacità di carico né dello spazio per gli occupanti,” spiega  Mertens.

 

NOTE PER I REDATTORI


La nuova XC90

La prima XC90 è stata lanciata nel 2002 e ha rivoluzionato il segmento dei SUV con il suo mix inedito di spazio, versatilità e sicurezza, trasformandosi in breve in un fenomeno commerciale di portata globale. Anche la nuova XC90 sarà una vettura che trasformerà il segmento di appartenenza. 

La nuova XC90 è la prima Volvo basata sull’Architettura di Prodotto Scalabile (SPA) sviluppata dall’azienda, che offre la possibilità di realizzare una gamma molto più vasta di proposte stilistiche, migliora la guidabilità della vettura e permette l’inclusione delle più recenti dotazioni di sicurezza e tecnologie di bordo per la connessione a Internet, aumentando al tempo stesso la spaziosità dell’abitacolo.

 

Per maggiori dettagli sulla nuova XC90, consultare il sito: 

https://www.media.volvocars.com/it/it-it/media/presskits/147027/the-all-new-volvo-xc9030


------------------- 

 

Volvo Car Group nel 2013

 

Nell’esercizio 2013, Volvo Car Group ha registrato un utile operativo di 1.919 MSEK (66 MSEK nel 2012). Nello stesso periodo, i ricavi si sono attestati a 122.245 MSEK (124.547 MSEK),  mentre l’utile netto è risultato pari a 960 MSEK (-542 MSEK). Nel corso dell’anno, le vendite globali a clienti privati  sono state pari a 427.840 (421.951) unità,  registrando quindi un aumento dell’1,4% rispetto al 2012. L’utile operativo conseguito è il risultato di un attento controllo dei costi e di vendite sostenute e dimostra concretamente i progressi realizzati da  Volvo Car Group nell’attuazione del proprio piano di trasformazione. Con riferimento all’intero 2014,  la società prevede di rimanere in attivo e ipotizza un aumento da record delle vendite a livello globale di un buon 5%.

 

Informazioni su Volvo Car Group

 

Volvo è presente sul mercato dal 1927. Oggi Volvo Cars è uno dei più noti e apprezzati marchi automobilistici al mondo, con vendite pari a 427.000 unità realizzate nel 2013 in circa 100 Paesi. Dal 2010, Volvo Cars è di proprietà della cinese Zhejiang Geely Holding (Geely Holding). Ha fatto parte del Gruppo Volvo, svedese, fino al  1999, anno in cui la società è stata acquisita dalla statunitense Ford Motor Company. Nel 2010, Volvo Cars è stata acquisita da Geely Holding.

 

Nel dicembre del 2013, Volvo Cars contava complessivamente oltre 23.000 dipendenti in tutto il mondo. La sede centrale, le attività di sviluppo del prodotto e di marketing e le funzioni amministrative di Volvo Cars sono ubicate prevalentemente a Goteborg, in Svezia. La sede di Volvo Cars in Cina si trova a Shanghai. I principali stabilimenti di produzione automobilistica della società sono a Goteborg (Svezia), Ghent (Belgio) e Chengdu (Cina),  mentre i motori vengono costruiti a Skövde (Svezia) e Zhangjiakou (Cina)

Keywords:
Ambiente, Tecnologia, Sostenibilità, XC90
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.