Comunicati stampa

La gente: l’anima di Volvo Cars

 

 

Il retaggio svedese dell’azienda, l’empatia tra i dipendenti, il rispetto reciproco e per l’ambiente e Tania, responsabile della qualità di verniciatura presso lo stabilimento Volvo Cars di Ghent: sono tutti esempi dell’anima unica di Volvo, che rimane viva nelle successive generazioni di dipendenti. Tutti questi aspetti si riflettono chiaramente nelle auto che ne portano il nome.

Un angelo custode dell’anima Volvo è Sven De Smet, che lavora per Volvo Cars dal 1997 ed è attualmente responsabile delle strategie aziendali. Originario delle Fiandre, Sven elenca le caratteristiche “svedesi” più rappresentative dell’anima Volvo.
Utilizzando parole come “empatia”, indica che Volvo è in grado di prendersi cura del cliente proprio perché i suoi lavoratori empatizzano l’uno con l’altro.

“È la gente a formare l’anima – sostiene –. Se qualcuno pensa che l’anima dell’azienda sia assente, il problema è lui stesso. Perché chi, se non i lavoratori Volvo, è il responsabile della sua anima?” domanda in modo retorico.
L’anima della casa automobilistica viene descritta in termini religiosi, come fosse uno spirito eterno che risiede in un “corpo” – in questo caso, il marchio.
“Nasciamo con un’anima, che vive anche dopo la morte. Volvo non è scomparsa con Assar Gabrielsson e Gustaf Larson. Le loro idee sono ancora vive e vengono tramandate da tutti i dipendenti”.

Una nuova famiglia
“L’anima vive finché le persone continuano a lottare per la propria identità o cultura. Fino a poco tempo fa, le altre compagnie del Gruppo Volvo erano nostre alleate in questa lotta. Ora, invece, Volvo Cars fa parte di Ford – la nostra nuova famiglia. Ciò si ripercuote sulla nostra anima, e anche se qualcuno è contrario al cambiamento io non mi preoccupo”.

Sven prosegue parlando dell’impronta svedese, della quale Volvo è portabandiera e che considera la sicurezza e l’incolumità fattori di grande importanza. In questo contesto, lo slogan “Volvo per la vita” sembra particolarmente azzeccato:
“Una Volvo è sempre pronta a servirti – commenta con tono leggermente pubblicitario –. Volvo è come un cane guida – affidabile, fidata, calorosa e premurosa, proattiva, attraente, naturale e aggressivamente difensiva. In poche parole, la compagna perfetta.
“Una Volvo ti regala la tua libertà – prosegue Sven De Smet –. Si tratta di un nuovo aspetto dell’anima. Prima eravamo simili a una compagnia  di assicurazioni: arrivavamo in caso di incidente. Ora, abbiamo aggiunto il concetto di “premura” – una delle funzioni del marchio è regalare la libertà. Libertà dagli infortuni, da limitazioni di carico e così via. Chi possiede una Volvo sa anche che i progettatori si sono impegnati al massimo per sviluppare un’auto con il minor impatto ambientale possibile”.

Liberare l’individuo
“Volvo aiuta a vivere la vita, non solo a sopravvivere. Questo ci riporta alla nostra anima, al nostro retaggio. I nostri fondatori parlavano di sicurezza come mezzo di liberazione dell’individuo, il quale potrà ottenere di più dalla vita”.

Sven descrive l’anima come un’entità organica, che non cambia nel corso di pochi anni ma che allo stesso tempo è in costante crescita. Oltre a illustrare il contributo dell’auto a una maggiore libertà personale e a un impatto ambientale minimo, coglie l’opportunità di commentare l’atteggiamento Volvo (e quello svedese) verso l’interazione: tutti, in qualunque momento, possono esprimere il loro pensiero in modo diretto con qualsiasi membro della dirigenza.
“E senza essere licenziati! – aggiunge con un sorriso. In Svezia – come in Volvo – si è liberi di esprimere la propria opinione. La casa considera il rapporto direzione/personale di estrema importanza per la vita eterna dell’anima – “Tu sei Volvo – Volvo è te”. La dedizione di tutto il personale è Volvo. Questa caratteristica dà alle auto il nome "anima".

Come crescere un figlio
Le parole di saggezza di Sven De Smet vengono illustrate da uno dei 28.000 dipendenti di Volvo Cars. Il suo nome è Tania De Meyer e lavora presso il reparto verniciatura dell’impianto di produzione di Ghent (Belgio):

“Il mio lavoro consiste nell’ispezionare la qualità della verniciatura – spiega –. È richiesta una grande esperienza e la massima concentrazione – un lavoro impegnativo, ma molto importante. La qualità della verniciatura Volvo è leggendaria e la percentuale di auto approvate direttamente in reparto è altissima. Tuttavia, ogni scocca deve essere ispezionata approfonditamente in uno speciale tunnel di luce. Successivamente è possibile rettificare tutti i difetti minori”.

Tania afferma che, nonostante abbia un marito fantastico e due splendidi bambini, non intende lasciare il suo lavoro presso l’impianto:
“La caratteristica che più mi piace di Volvo – anche se l’azienda è enorme – è il senso di familiarità che si respira. Ogni gruppo di lavoro forma un’unità coesa ed è un piacere lavorare con persone con cui si va d’accordo. Conosciamo i nostri responsabili e li chiamiamo per nome, abitudine non molto diffusa in Belgio. Ognuno di noi ha una grande responsabilità, fattore molto stimolante”, commenta Tania De Meyer.

“Spesso paragono il lavoro in Volvo all’educazione dei figli – è necessario dar loro sufficiente spazio affinché imparino a decidere in autonomia – ma sempre con il sostegno dei genitori. So che Volvo tratta i dipendenti allo stesso modo – non controllandoli, ma instaurando una rapporto costruttivo, collaborativo e di rispetto per l’individuo”.

Captions:
1. “Volvo è come una famiglia, che tratta i dipendenti come io tratto i miei figli” dichiara Tania De Meyer dell’impianto Volvo Cars di Ghent (Belgio).
2. Secondo Sven De Smet, responsabile del marchio Volvo, l’anima dell’azienda deriva dal suo retaggio svedese.

Factfile
AB Volvo ha iniziato la produzione di automobili a Göteborg nel 1927. Ben presto si è dedicata anche alla produzione di mezzi pesanti e autobus, fino all’espansione nel campo dei motori navali, aeronautici e stazionari. Nel 1999, Volvo Car Corporation è stata venduta a Ford Motor Company, diventando una società controllata interamente posseduta da Ford. Dopo l’acquisizione, il marchio Volvo è stato affidato a una holding in comproprietà tra AB Volvo e Ford Motor Co.

 

50245/HM, CR

Keywords:
Aziendale, Produzione
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto