Comunicati stampa

Nuova Volvo C70 cabriolet con motore turbodiesel ad alte prestazioni

 

 

  • Il primo motore diesel per la C70
  • Potenza 180 CV, coppia 350 Nm
  • Un quinto delle C70 è diesel
  • D5, l’alternativa possibile al T5
  • Filtro per particolato di serie

L’introduzione della nuova Volvo C70 cabriolet è stata un successo.
  Ora, Volvo Cars amplia la gamma di modelli, permettendo di apprezzare la guida a capote abbassata con un turbo diesel sportivo e dai consumi ridotti.
  La Volvo C70 D5 è equipaggiata con il nuovo cinque cilindri diesel Volvo ad alta tecnologia.
  Una potenza e una coppia elevata danno come risultato una guida di prima classe a qualsiasi velocità – e sempre con emissioni ridottissime.
  «È il debutto del diesel sulla C70: un passo importante, che rende l’auto ancor più interessante sui mercati dove questo tipo di motorizzazione rappresenta la prima scelta. Prevediamo che un quinto delle C70 prodotte nei nostri stabilimenti sarà diesel», spiega Fredrik Arp, presidente e direttore generale Volvo Cars.
  La nuova Volvo C70 è stata presentata al Motor Show 2005 di Francoforte, mentre le vendite sono cominciate a inizio 2006.
  Nonostante l’obiettivo iniziale di vendita fosse di poco superiore alle 16.000 auto all’anno, l’accoglienza positiva ha già portato Volvo ad aumentare le previsioni.
«L’intera produzione per il model year 2006 è già stata venduta. Per questo, abbiamo aumentato il target a circa 20.000 auto all’anno. La competitività del diesel ci ha permesso di alzare il tiro», prosegue Fredrik Arp.
  I principali mercati di destinazione della Volvo C70 D5 saranno la Germania, l’Italia, la Spagna, la Francia, la Gran Bretagna e il Belgio. La produzione avrà inizio durante l’estate 2006.

 

Motore adattato specificamente
Inizialmente, il nuovo motore D5 è stato sviluppato per le Volvo più grandi (Volvo S60, V70, XC70 e XC90). Prodotto nello stabilimento Volvo Cars di Skövde (Svezia), è stato successivamente adattato per la più compatta Volvo C70. Si tratta dello stesso propulsore, ma con una potenza e una coppia leggermente inferiori. Inoltre, l’impianto motore e la maggior parte delle funzioni ausiliarie sono state adattate al più piccolo vano motore della C70. Per esempio, i collettori e il turbocompressore sono stati combinati in una sola unità.
  Con il motore D5, il piacere di guidare una Volvo cabriolet e coupé raggiunge una nuova dimensione. La Volvo C70 D5 diventa l’alternativa possibile al modello T5 per chi privilegia comfort di guida e consumi ridotti senza rinunciare a prestazioni sportive.
  Il motore D5 ha una cilindrata di 2,4 litri. La potenza massima è di 180 CV (132 kW), con eccellenti capacità di raggiungere velocità elevate. Una coppia massiccia da 350 Nm genera una potenza notevole e una pronta risposta all’acceleratore, sia a bassi che ad alti regimi. La Volvo C70 D5 accelera da 0 a 100 km/h in 9,5 secondi (dati preliminari).
  Per le ottime prestazioni del motore D5, i consumi si dimostrano moderati. I dati preliminari, relativi alla guida combinata autostrada/città, indicano un consumo di 7,3 litri/100 km. Inizialmente, il motore sarà accoppiato a un cambio automatico a cinque rapporti.

 

Il comfort del diesel anche a capote abbassata
«La C70 offre un piacere di guida superiore, anche per chi percorre grandi distanze – commenta Patrik Widerstrand, responsabile del progetto C70 –. Molti clienti che percorrono lunghi tragitti preferiscono un’auto diesel per il comfort di guida e i bassi consumi. Ora, per la prima volta, possiamo offrire le stesse caratteristiche su una cabriolet. Tutto questo grazie a un turbodiesel ad alta tecnologia, concepito per molti aspetti come un motore a benzina e con una potenza e una risposta eccezionali».
  Il moderno motore D5 è stato sviluppato anche per offrire un livello di rumorosità accettabile, contribuendo a una guida piacevole anche a capote abbassata.

 

Turbocompressore regolato elettronicamente
Il motore D5 ha un turbocompressore di ultima generazione a comando elettronico, per una regolazione veloce e precisa della pressione di carica. La grande ruota del compressore permette di raggiungere coppia e potenza elevate. Le palette variabili sono angolate, per un flusso ottimale di gas e un’efficienza notevole. I risultati sono una pronta accelerazione e ottime prestazioni ad alta velocità.
  L’alloggiamento del turbo è raffreddato ad acqua, particolare inedito per un motore diesel. Questa caratteristica assicura un raffreddamento continuo anche quando il motore viene spento. Ciò è particolarmente importante durante le pause brevi dopo la guida ad alta velocità, per esempio durante una sosta in area di servizio su un’autostrada tedesca.
  Il turbo controllato elettronicamente aumenta la potenza senza soglie di coppia evidenti, contribuendo a un buon comfort di guida.

 

Iniezione con rotazione variabile
L’aria viene fatta girare vorticosamente nelle camere di combustione dei cilindri. Per controllare la turbolenza viene utilizzato un regolatore, mentre la combustione viene adeguata con precisione alla situazione di guida e al carico del motore. Le ampie camere di combustione favoriscono una compressione ridotta, garantendo prestazioni elevate e consumi moderati.
  L’impianto di iniezione è dotato di iniettori a sette ugelli. Questo sistema nebulizza finemente il carburante e agevola una combustione efficace. Il ciclo di iniezione si svolge in tre fasi: preiniezione, iniezione primaria e post iniezione. Nell’ultima fase vengono bruciate le polveri sottili dei gas di scarico.
  L’impianto elettronico di preriscaldamento riduce i tempi di riscaldamento del motore e facilita l’avviamento a basse temperature.

 

Impianto di gestione ad alta capacità
Il motore D5 dispone di un impianto di gestione di ultima generazione. Le elevate capacità di intervento e il grande numero di sensori garantiscono una regolazione estremamente precisa delle sue funzioni. Tra le altre caratteristiche, la valvola a farfalla e la valvola di ricircolo dei gas di scarico (EGR) sono controllate elettronicamente, per assicurare un controllo esatto dell’immissione d’aria e del ricircolo dei gas di scarico.
  Il radiatore dell’EGR abbassa la temperatura di combustione in modo efficace, riducendo così le emissioni.
  Il convertitore catalitico è collegato vicino al motore, in modo da riscaldarsi velocemente e avviare il processo di pulizia. Inoltre, è stato arricchito con un sensore di ossigeno, che regola la miscela di carburante e le emissioni con precisione estrema.

 

Filtro per particolato di serie
Sul motore D5 il filtro per particolato è di serie. Questo sistema trattiene efficacemente più del 95% di particelle sottili dai gas di scarico. Il filtro è il tipo CDPF (Coated Diesel Particulate Filter): uno speciale rivestimento aiuta a bruciare le particelle. Non sono necessari additivi né manutenzione. La rigenerazione (combustione delle particelle sottili accumulate nel filtro), che avviene circa ogni 20 minuti, viene eseguita automaticamente a intervalli di 500-1.000 km in base alle condizioni di guida.
  «La Volvo C70 D5 è un’auto per gli appassionati che pretendono il meglio in un’unica soluzione – dichiara Patrik Widerstrand –. Un’attraente cabriolet caratterizzata anche da un tetto rigido, una grande maneggevolezza e un motore che combina prestazioni e potenza elevate a tutti i regimi, per non menzionare l’eccezionale comfort di guida e i consumi estremamente ridotti».

 

Due auto in una
Grazie al tettuccio ripiegabile, gli acquirenti della Volvo C70 di seconda generazione potranno apprezzare un’auto senza compromessi, sia a capote alzata che abbassata. Volvo è una delle prime case sul mercato a utilizzare l’hardtop ripiegabile in tre parti.
  «Nel segmento premium, la nuova C70 è anche una delle prime cabriolet con tettuccio ripiegabile e sedili per quattro adulti. Questa combinazione si è dimostrata molto attraente. Conquisteremo gli indecisi tra una cabriolet o una coupé. Con questo modello, infatti, offriamo due auto in una», spiega Fredrik Arp.

 

Collaborazione con Pininfarina
Mentre Volvo si è incaricata della progettazione, lo sviluppo e la produzione della nuova cabriolet sono stati realizzati in collaborazione con Pininfarina, azienda italiane di grande prestigio. Circa 10 tecnici Volvo dei reparti Progettazione, Ricerca e Sviluppo e Acquisti si sono recati a Torino per seguire l’intera fase di sviluppo.
  Come il modello predecessore, la nuova Volvo C70 viene prodotta nello stabilimento di Uddevalla (Svezia), attualmente denominato Pininfarina Sverige AB.

I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto