Comunicati stampa

Volvo Audio - Volvo Cars realizza Premium Sound per un ascolto di alta qualità

 

 

  • Volvo Cars sviluppa un proprio impianto audio
  • L’impianto audio e l’automobile nascono assieme, per raggiungere un funzionamento ottimale e garantire un’eccezionale qualità di ascolto
  • Volvo Cars collabora con marchi e aziende produttrici di assoluto prestigio, come Dolby e DynaudioIl primo impianto audio a portare il nome Volvo fu presentato nel 1969. Da allora, Volvo Cars, assieme a prestigiose case elettroniche, ha sviluppato i propri impianti audio e introdotto numerose novità nel settore. Fra le altre, ricordiamo che la prima radio RDS fu introdotta proprio in una Volvo, così come avvenne per il primo sistema Dolby Pro Logic Surround. Anche la seconda generazione del Dolby Pro Logic Surround fu introdotta in contemporanea con il lancio della Volvo XC90.

«Un impianto audio di alta classe è essenziale per dare all’automobilista un’esperienza premium complessiva dell’auto Volvo» afferma Lex Kerssemakers, Vice Presidente Senior del dipartimento Brand, Business & Product Strategy. «Sappiamo, delle interviste con i nostri clienti, che l’impianto audio costituisce una delle priorità per il cliente, al momento di scegliere l’auto da acquistare».
 
Anche i sondaggi di opinione condotti da istituti indipendenti confermano questo dato. Un impianto di alta classe, infatti, viene considerato fra le cinque funzioni più importanti di un’auto. Il 79% degli automobilisti considera la qualità della riproduzione sonora «molto importante» nella scelta di un impianto audio da acquistare (J.D. Powers 2002 e 2003). Una tale consapevolezza dei consumatori, pone esigenze molto elevate ai produttori di automobili e di impianti di riproduzione sonora.

 

Volvo leader internazionale
Volvo Cars, che sviluppa in proprio sistemi e componenti audio, ha l’ambizione di essere all’avanguardia internazionale per quanto riguarda la qualità del suono. L’impianto che si pone al top della gamma Volvo, il Premium Sound, è stato sviluppato puntando all’eccellenza della qualità sonora, grazie anche all’uso di tecnologie avanzate. L’ultima generazione del Premium Sound dispone di un amplificatore di classe D, del Dolby® Pro Logic II Surround, e di altoparlanti della rinomata azienda danese Dynaudio®.
 
Le basi tecniche per sviluppo del sistema Premium Sound odierno furono gettate a metà degli anni 90, in concomitanza con lo sviluppo della precedente generazione delle Volvo C70. Si stabilì, infatti, che quel modello di auto dovesse avere l’impianto audio migliore al mondo, fra quelli installati in fabbrica.

 

Altoparlanti della danese Dynaudio
Il primo passo è stato quello di cercare altoparlanti della migliore qualità possibile. I membri del gruppo audio Volvo hanno fatto esperienze dirette nella costruzione di altoparlanti e quindi hanno potuto stabilire, con cognizione di causa, che quelli prodotti dalla compagnia danese Dynaudio erano quanto di più vicino ci fosse al livello di qualità ideale.
 
Gli altoparlanti progettati e realizzati dalla Dynaudio, sia per uso domestico che per uso professionale, sono considerati fra i migliori al mondo. L’ente televisivo britannico, la BBC, tanto per fare un esempio, considera attualmente la Dynaudio come proprio riferimento esclusivo nel settore degli altoparlanti. I dirigenti della Dynaudio stessi affermano che la chiave del loro successo consiste nel produrre i propri driver, con l’ausilio di una tecnologia avanzata e di materiali di primissima qualità.
 
«La Dynaudio è un’azienda che, sulla qualità, non è mai scesa a compromessi» afferma Wilfried Ehrenholz, fondatore e proprietario della Dynaudio. «I nostri clienti sono disposti a pagare qualcosa in più per ottenere, in cambio, una tecnologia d’eccellenza» continua Wilfried Ehrenholz.
 
«Quando abbiamo iniziato a progettare l’impianto audio per il primo modello della Volvo C70, è stata per noi una scelta ovvia quella di ricorrere alla Dynaudio» afferma Hans Lahti, uno specialista nel reparto audio della Volvo Cars. «Poiché, però, a quel tempo la Dynaudio era un fornitore ancora non collaudato dall’industria automobilistica, prima di concludere il contratto facemmo alcune comparazioni con altri produttori e altoparlanti. Fu subito chiaro, comunque, i prodotti della Dynaudio erano di gran lunga migliori di tutti».

 

Un’automobile costruita attorno gli altoparlanti
Grazie all’eccellente design e all’elevata qualità degli altoparlanti e Dynaudio, furono necessarie soltanto pochi ritocchi alla particolare acustica dell’abitacolo di un’automobile. Si trattò di una caratteristica di base molto apprezzata dai disegnatori Volvo.
  «Si potrebbe dire, esagerando un po’, che per la prima volta i nostri disegnatori ebbero il compito di costruire un’automobile attorno agli altoparlanti, anziché inserire gli altoparlanti all’interno di un’automobile» spiega Hans Lahti. «La strategia di marketing per il nostro sistema audio di punta, il Premium Sound, fu appunto quella di presentarlo come un impianto Volvo, che si serviva di altoparlanti Dynaudio» continua Hans Lahti.
 
«Volvo è stato il primo costruttore automobilistico a intravedere le potenzialità di un vero impianto Premium Sound» afferma Wilfried Ehrenholz della Dynaudio. «Ci rendemmo presto conto che entrambe le aziende condividevano la passione per la qualità e la perfezione. Questo comune sentimento è alla base della collaborazione a lungo termine, che è servita a Dynaudio per approfondire le proprie competenze tecniche negli impianti audio automobilistici e per crescere rapidamente sul mercato. Tutto questo, a sua volta, ha consentito notevoli economie di scala, liberando risorse da dedicare alla ricerca tecnologica e al continuo miglioramento dei prodotti».
 
Dopo l’introduzione della prima generazione di Volvo C70, sono stati inseriti sistemi analoghi di altoparlanti Dynaudio nella gamma accessori per i modelli allora esistenti di S70 e V70. A partire dal 2003, sono disponibili anche per la Volvo S80.

 

Volvo calibra il suono
Gli altoparlanti, comunque, non rappresentano da se stessi tutto ciò che serve per un suono d’eccellenza. Anche il design degli interni, infatti, costituisce un fattore importante. Il volume limitato dell’abitacolo e le sue forme irregolari, obbligano a inserire gli altoparlanti troppo vicini a chi ascolta, e a distanze diverse fra loro. Per questo è molto difficile riuscire a ottenere un suono naturale e ben diffuso all’interno dell’abitacolo. Inoltre, gli interni dell’auto sono costituiti da una combinazione di materiali morbidi e rigidi, con strutture superficiali di vario tipo, che riflettono le onde sonore in modo molto diverso. A tutto questo vanno aggiunti i rumori di fondo, costituiti dal rotolamento dei pneumatici, dalle irregolarità del fondo stradale e dal fruscio del vento.
 
«Ma d’altronde, abbiamo una notevole esperienza di impianti audio installati a bordo» rassicura Hans Lahti. «Sappiamo esattamente dove sono seduti i passeggeri, e questo ci aiuta a sintonizzare l’impianto. Si tratta, infatti, di una messa a punto di precisione. Da questo punto di vista, noi siamo probabilmente l’unica casa automobilistica che calibra da sé gli impianti audio nelle proprie vetture».
 
Grazie al processo di elaborazione del segnale digitale (DSP), il suono viene adeguato agli interni dell’auto e all’ubicazione degli altoparlanti. La tecnologia DSP è utilizzata anche per la messa a punto della curva dei toni, contribuendo a dare una particolare naturalezza al suono.

 

Un gruppo di ascolto dall’orecchio professionale
Oltre alle misurazioni, viene dedicato molto tempo all’ascolto attivo.
 
«Bisogna ascoltare con le proprie orecchie per arrivare al suono perfetto» spiega Hans Lahti. «L’udito è uno strumento molto sensibile e noi lo usiamo in maniera professionale per collaudare il suono dell’impianto. Abbiamo formato un gruppo di ascolto alla Volvo Cars, costituito da persone che hanno una profonda esperienza nel settore e il cui udito viene controllato regolarmente».
  Volvo ottiene anche un prezioso feedback dai propri clienti dietro sotto forma di interviste, lettere ed e-mail.

 

Molto impegnata nello sviluppo di sistemi avvolgenti per automobili
L’impianto audio della prima generazione della Volvo C70 non era caratterizzato soltanto da altoparlanti di prima qualità. Si trattava anche, infatti, della prima auto al mondo con sistema Dolby pro Logic Surround installato in fabbrica. Questa tecnologia, che era stata inizialmente sviluppata per le sale cinematografiche, converte il suono a doppio canale in una più naturale emissione a quattro canali (sinistro, destro, centrale e avvolgente). L’adattamento di questo sistema alle automobili è stato il risultato di un’approfondita collaborazione fra Volvo Cars e Dolby Laboratories.
 
«È iniziato con uno speciale incarico interno, abbinato alla pianificazione di progetto per la prima generazione della C70» racconta Hans Lahti. «Volevamo stabilire se fosse possibile migliorare l’esperienza di ascolto stereo all’interno dell’abitacolo. La domanda che ci ponemmo fu: è possibile ovviare al problema di sedere molto vicini agli altoparlanti laterali dell’automobile, che si trovano al margine estremo del campo sonoro stereo?»
 
A quel tempo, il concetto di «home cinema» era conosciuto da pochi. Comunque, all’interno di Volvo c’erano degli esperti nel suono multicanale delle sale cinematografiche e nella diffusione stereo a quattro canali.
 
«Provammo un decoder Dolby Pro Logic cinematografico, abbinandolo a un altoparlante centrale» ricorda Hans Lahti. «Ne risultò subito un suono migliore, con un’impronta più distinta della posizione del solista sul palcoscenico».
 
Dopo tutti questi test, vennero contattati i laboratori Dolby di San Francisco. Fino dalla sua fondazione, nel 1965, la Dolby si era occupato dello sviluppo di sistemi audio di alta qualità a e di avanzate tecnologie di suono avvolgente, per cinema, abitazioni, ecc. Da questi contatti emerse che anche la Dolby aveva condotto degli studi sugli impianti audio per automobili. Fu una gradita coincidenza scoprire che, fra gli altri, i testi erano stati condotti all’interno di un’auto Volvo.
 
«Si può dire, in un certo senso, che la collaborazione fra noi era iniziata già prima che ce ne rendessimo conto» deduce Hans Lahti.

 

Dolby Pro Logic Surround nella prima generazione della Volvo C70
Dopo un periodo di lavoro in comune, fu prodotto un decoder Dolby adatto alla particolare conformazione dell’abitacolo di un’automobile. Fra l’altro, questo rese possibile spostare lateralmente la percezione del punto di provenienza del suono, dal centro dell’auto a un punto situato di fronte all’ascoltatore, indipendentemente dal fatto che questi sedesse al posto guida o sul sedile del passeggero.
 
Alla fine, il lavoro in comune fra Volvo e Dolby ebbe successo e fu possibile applicarlo nella prima serie della Volvo C70, lanciata nel 1997. L’esperienza sonora offerta da questo modello di automobile fu altamente apprezzata e, nel 2001, fu assegnato al Premium Sound System della Volvo il premio «Best of the Best 2001» del Robb Report negli Stati Uniti. Il sistema fu reso disponibile, successivamente, anche su altri modelli Volvo.
 
«Il lavoro comune fra i nostri tecnici del suono e quelli Volvo è stato premiato da ottimi risultati» constata Martin Lindsay, Direttore del Business Development for Automotive Entertainment presso i Dolby Laboratories. «Assieme, abbiamo appreso molto, e questo ci ha convinti a continuare nella nostra collaborazione, ottenendo un significativo numero di innovazioni. Un esempio di queste novità è costituito dall’esclusivo altoparlante centrale che, con la sua apparizione, ha posto fine alle diatribe tra guidatore e passeggero sul controllo del bilanciamento».

 

Volvo XC90 la prima con il Dolby Pro Logic II Surround
Quando il veterano del suono presso i Dolby Laboratories, Jim Fosgate, si dedicò alla seconda generazione del suono avvolgente, il Dolby Pro Logic II, Volvo si propose subito come suo partner naturale. Ciò avvenne in concomitanza con lo sviluppo del primo SUV Volvo, la XC90. L’auto doveva avere sette posti, suddivisi in tre file, ed era importante che anche i passeggeri dell’ultima fila avessero un’esperienza sonora di eccellente qualità.
 
«Nel 1990, Jim Fosgate aveva installato a bordo della propria Lincoln un prototipo di sistema per Surround Sound a 5.1 canali, derivato da uno stereo a due canali a cui era stato aggiunto un moderno decoder per il suono avvolgente» racconta Hans Lahti. «I test di ascolto all’interno della sua auto furono molto convincenti. Il suono era molto naturale ed aperto, con una notevole ampiezza, anche nei sedili posteriori».
 
Il prodotto finito fu un esclusivo processore surround che lavora in modo digitale e che funziona altrettanto bene per i vari tipi di musica Con la partecipazione di Volvo, il processore fu adattato alle particolari condizioni dell’auto e così, la Volvo XC90, divenne la prima auto al mondo ad essere dotata della seconda generazione del Dolby Pro Logic, il Dolby Pro Logic II Surround.
 
«Il Dolby Pro Logic II Surround riproduce la musica in modo naturale con un ampio padiglione sonoro nei sedili anteriori, un effetto stereo migliorato e una banda di sonorità completa anche per i passeggeri posteriori» afferma Hans Lahti. «Inoltre, il suono che proviene dagli altoparlanti anteriori e da quelli posteriori, viene miscelato in un modo più naturale. Anch Jim Fosgate è rimasto positivamente sorpreso dal suono dell’impianto installato a bordo della Volvo XC90».
 
«L’approccio senza compromessi di Volvo nei confronti della qualità sonora a bordo delle proprie auto, corrisponde esattamente al nostro» afferma Martin Lindsay dei Dolby Laboratories. «I nostri marchi si completano a vicenda in modo eccellente, e l’abbinamento del rispettivo know-how offre all’automobilista un’esperienza sonora più limpida e genuina».

 

Efficace amplificatore di classe D
Per migliorare ulteriormente l’impianto audio, Volvo Cars ha avviato una collaborazione tecnica con Alpine, introducendo un amplificatore digitale di classe D. La prima auto ad usufruire di questa tecnologia è la nuova Volvo C70. I vantaggi offerti da un amplificatore di questo tipo sono il basso consumo di corrente e l’elevato grado di efficienza. Ciò significa anche che sviluppa meno calore di un amplificatore analogico. Le sue dimensioni sono più compatte. Si tratta di caratteristiche importanti per un amplificatore che deve essere installato a bordo di un’auto. Ma ci sono anche alcune difficoltà da superare.
 
«Le interferenze elettriche ad alta frequenza presenti in un’automobile possono causare problemi a un amplificatore di classe D» afferma Hans Lahti. «Questo problema l’abbiamo risolto grazie alla collaborazione con Alpine e la danese Bang & Olufsen PowerHouse a/s e la loro innovativa tecnologia ICEPower®. I risultati sono stati eccellenti. Il vantaggio principale dell’elevato fattore di smorzamento di questo amplificatore è la possibilità di ottenere un suono limpido e potente anche nei toni più bassi».

 

La qualità del suono prima delle altre caratteristiche
La collaborazione con un fornitore di grande valore è importante per lo sviluppo degli impianti audio Volvo. In ogni caso, spetta a Volvo fissare i requisiti dei propri impianti e adeguarli agli abitacoli delle proprie auto. Perché la cosa importante, è il modo in cui il suono viene percepito all’interno dall’automobile.
 
«È evidente che noi diamo priorità alla qualità del suono» constata Hans Lahti. «Alcune case automobilistiche offrono impianti audio con numerose caratteristiche di contorno e con la possibilità di eseguire impostazioni molto avanzate, ma noi crediamo che ognuno debba essere in grado di usare l’impianto della sua auto in modo da ottenere, prima di ogni altra cosa, un suono della migliore qualità».
 
Perciò, molte funzioni degli impianti audio Volvo sono completamente automatiche, come ad esempio il comando dell’intensità sonora e la regolazione del volume in proporzione alla velocità dell’auto. Nella nuova Volvo C70, introdotta nel 2005, il suono viene anche automaticamente compensato in base al fatto che l’hard-top sia alzato o abbassato.
 
«Si tratta di rendere queste cose semplici e comode per il guidatore» afferma Lex Kerssemakers. «Perciò, abbiamo progettato i nostri sistemi audio con manopole larghe e comode da azionare, con un display ampio e luminoso e un’interfaccia logica. Questo è particolarmente importante per Volvo, perché la facilità di comando dell’impianto audio si traduce in un aumento della sicurezza di guida».

 

50220/KH

Keywords:
Aziendale
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.