Comunicati stampa

La nuova Volvo C70 – Cabriolet con soluzioni di sicurezza eccezionali

 

 

· Volvo C70 di seconda generazione con sicurezza potenziata
· Alta rigidità torsionale due volte superiore a quella
della precedente.
· DSTC (Dynamic Stability and Traction Control) di serie.
· IDIS – Intelligent Driver Information System.
· Sicurezza con un tetto adeguato e Private Locking.
· Cabriolet con soluzioni di sicurezza eccezionali.
· Eccezionali airbag a tendina montati nelle portiere.
· Protezione contro il ribaltamento più efficace.

La nuovissima Volvo C70 è stata sviluppata per essere una delle cabrio più sicure sul mercato in termini sia di sicurezza preventiva che protettiva. Un ampio sistema di soluzioni di sicurezza che interagiscono tra loro contribuisce ad una guida più sicura. La maggior parte di esse sono di serie. Nel caso in cui dovesse verificarsi ugualmente un incidente, si attiva un sistema di protezione integrato con zone di deformazione avanzate, traverse rinforzate ed airbag generosamente dimensionati. La nuovissima Volvo C70 ha anche una serie di soluzioni che sono uniche nel mondo delle auto scoperte.

Anche quando nel 1996 fu lanciato il primo modello di C70, l’obiettivo era quello di collocarla tra le più sicure cabrio disponibili. Quando è giunto il momento di progettare la seconda generazione di C70, Volvo ha deciso che sarebbe stata ancora più sicura sotto ogni punto di vista.
  « È stata una sfida enorme, ma oggi sappiamo molto di più riguardo alla sicurezza in un’auto scoperta, » spiega Ingrid Skogsmo, capo del Volvo Cars Safety Centre. « Sappiamo di più riguardo agli scenari di incidenti in cui può essere coinvolta una cabrio e come dovrebbe essere realizzata la sua protezione. E non stiamo parlando semplicemente di sicurezza protettiva, in quanto è altrettanto importante prevenire gli incidenti poiché una cabrio spesso invita ad uno stile di guida più brillante. »

 

Rigidità torsionale raddoppiata
« Guidare la nuova Volvo C70 è un piacere, » continua Ingrid Skogsmo. « E poiché il piacere di guida alla Volvo Cars va sempre a braccetto con la sicurezza di guida, ciò significa anche che l’auto è facile da controllare – perfino in situazioni inaspettate. »
  La rigidità torsionale della Volvo C70 è raddoppiata rispetto al modello precedente grazie ad una struttura della carrozzeria avanzata e rinforzata. La rigidità torsionale contribuisce a dare all’auto caratteristiche di guida stabili e prevedibili. Inoltre, il design del telaio, con la sua ampia carreggiata ed il passo lungo, ha un effetto positivo sulla stabilità di guida.
· La carreggiata anteriore è di 1550 mm (29 mm più ampia di quella del modello precedente)
· La carreggiata posteriore è di 1560 mm (39 mm più ampia di quella del modello precedente)
· Il passo è di 2640 mm (24 mm più corto di quello del modello precedente)

Le sospensioni sono indipendenti, con bracci a molla anteriori e assale Multilink posteriore. Le sospensioni posteriori offrono un certo effetto sterzante antislittamento.
  DSTC (Dynamic Stability and Traction Control) è di serie e contribuisce a correggere l’auto nel caso in cui cominci a slittare.
  I freni con ABS sono molto efficaci, con la distribuzione elettronica della forza frenante alle ruote posteriori e l’EBA automatico (Emergency Brake Assistance).

 

IDIS – Intelligent Driver Information System
Intelligent Driver Information System – IDIS – è stato introdotto da Volvo Cars nel 2003.
  L’IDIS controlla continuamente alcune funzioni dell’auto, come i movimenti del volante, la posizione dell’acceleratore, l’attivazione degli indicatori di direzione e l’uso dei freni. Tutte queste informazioni vengono elaborate e ad un certo livello di attività, qualunque informazione che non sia critica per la sicurezza, come una telefonata in arrivo o un SMS, viene messa in attesa finchè l’attività non ritorna ad un livello più sicuro. L’IDIS decide quando attivare questo ritardo, per esempio durante un sorpasso o una frenata.
  L’IDIS è di serie in tutte le versioni della nuovissima Volvo C70, indifferentemente dal fatto che l’auto sia equipaggiata o meno con il telefono integrato.
In futuro, l’IDIS sarà incorporato in un sistema informativo più complesso che terrà conto di un maggior numero di fattori relativi alla vettura. L’obiettivo è di ridurre ulteriormente lo stress per il guidatore e di contribuire alla sicurezza di guida.

 

Sicurezza con un tetto adeguato
La Volvo C70 ha un hardtop ripiegabile in tre pezzi. Questo formato dà al guidatore il doppio beneficio di correre con il tetto aperto e di viaggiare nel comfort e nella sicurezza di un coupè ben equipaggiato. Inoltre, l’hardtop retrattile riduce i rischi di furti.
  Il lunotto è costruito in cristallo ed è molto più largo di quelli in plastica delle cabrio tradizionali. Consente una visione posteriore molto migliore e potenzia anche la rigidità torsionale dell’auto quando il tetto è sollevato.
  La sicurezza nella Volvo C70 comprende anche la possibilità di chiudere a chiave in maniera sicura i propri oggetti personali. Molti dei cassettini dell’auto sono chiudibili e sono collegati al sistema centrale di bloccaggio per una chiusura più comoda usando
il telecomando. Sta per essere lanciato anche un sistema completamente nuovo – Private Locking – con il quale alcuni cassetti possono essere bloccati con la chiave dal cassetto portaoggetti. Private Locking è particolarmente utile in una cabriolet parcheggiata con
il tetto abbassato.

 

Un’auto senza tetto fisso richiede soluzioni di sicurezza differenti
« Poiché la Volvo C70 non ha un tetto fisso, sapevamo che dovevamo trovare un modo diverso per trattare le forze in entrata generate da un urto, » spiega Ingrid Skogsmo.
  « Ciò vale per la maggior parte degli scenari di collisione – frontale, disassata, posteriore o laterale. E vale anche nel caso di ribaltamento dell’auto.
  In un modello berlina, le forze d’urto entranti vengono deviate in diverse direzioni, incluso il tetto. Ciò naturalmente non è possibile in una cabriolet. Invece, le forze devono essere deviate nella struttura della carrozzeria seguendo altri percorsi. Una rete integrata
di travi e rinforzi interagisce per mantenere l’abitacolo il più possibile intatto.
  La struttura anteriore è divisa in zone, ognuna con un compito diverso nella sequenza di deformazione. Per dare ad ognuna delle zone le caratteristiche appropriate, vengono usati quattro tipi diversi di acciaio.
  Nella Volvo C70 anche il motore contribuisce alla sicurezza interna. Una costruzione compatta ed un assemblaggio efficace contribuiscono entrambi a creare spazio per la deformazione nel vano motore.
  La mancanza di un tetto fisso impone anche carichi più rigidi per le portiere ed i montanti centrali, che sono stati rinforzati in diversi modi. In un urto laterale, lavorano insieme ai longheroni rinforzati e ad un sistema di vasta portata di traverse e paratie per assorbire le forze d’urto. Anche le portiere sono progettate per restare chiuse in caso di urto.

 

Eccezionali airbag a tendina montati nelle portiere
L’IC – Inflatable Curtain – Volvo ha un design unico nella Volvo C70.
  « Poiché non ci sono le travi del tetto a cui ancorare l’IC, lo abbiamo inserito nelle portiere, » spiega Ingrid Skogsmo. « Quando fuoriescono, si gonfiano verso l’alto. »
  Gli airbag a tendina contribuiscono a proteggere la testa anche se i finestrini laterali
sono aperti.

 

Protezione contro il ribaltamento più efficace
Senza un tetto fisso, i carichi a cui devono resistere i montanti del parabrezza – i cosiddetti montanti A – sono anche più severi.
  « Ognuno dei montanti anteriori della nuovissima Volvo C70 è progettato per sopportare più del doppio del peso dell’auto nell’improbabile caso che l’auto si ribalti, » dice Ingrid Skogsmo.
  Dietro questa resistenza c’è un avanzato metodo di produzione conosciuto come idroformatura.
  Il ROPS – Rollover Protection System – Volvo è stato ulteriormente sviluppato rispetto al precedente modello C70, con archi metallici più resistenti ed un’attivazione molto più veloce.
  Anche l’IC, gli airbag a tendina, sono stati progettati per contribuire ad aumentare la protezione in caso di ribaltamento.

 

Urto posteriore
La struttura della carrozzeria con le sue zone di deformazione controllata fornisce un’efficace protezione anche in caso di urto posteriore. La trave a ferro di cavallo dietro il sedile posteriore e la doppia paratia in acciaio dietro gli schienali contribuiscono entrambe a ridurre il rischio di penetrazione nell’abitacolo. E se l’hardtop retraibile è stato ripiegato nel bagagliaio, lavora insieme alla doppia paratia per assorbire le forze d’urto posteriori. Inolte, gli archi ROPS vengono attivati anche in caso di tamponamento posteriore.
  Il sistema Volvo per evitare lesioni al collo – WHIPS (Whiplash Protection System) – è uno dei più efficaci sul mercato ed è di serie sulla nuovissima Volvo C70.

 


50220/HÅ

Keywords:
Sicurezza
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.