Comunicati stampa

La nuova Volvo C70 – Cabriolet con caratteristiche di sicurezza uniche

 

 

  • L’eccezionale Sistema Volvo di protezione dagli impatti laterali SIPS (Side Impact Protection System) interagisce con il primo airbag a tendina al mondo montato nelle portiere per una migliorata protezione dagli urti laterali ed in caso di ribaltamento.
  • I montanti anteriori idroformati in acciaio ad alta resistenza, in combinazione con le barre antiribaltamento ROPS, le cinture di sicurezza con pretensionatore e gli air-bag a tendina montati nelle portiere forniscono una protezione più efficace in caso di ribaltamento.
  • La struttura della carrozzeria è stata ulteriormente sviluppata con fiancate rinforzate per incanalare efficacemente le forze verso la parte posteriore in caso di urto frontale
  • Il Sistema Volvo di protezione contro il colpo di frusta WHIPS (Whiplash Protection System) è di serie in tutte le nuove Volvo C70
  • La carrozzeria rigida ed il telaio stabile rendono la vettura facile da controllare anche in situazioni inaspettate
  • IDIS – sistema di informazioni avanzate per il guidatore
  • Sicurezza con un tetto in acciaio e il Private LockingLa nuova Volvo C70 è stata sviluppata per diventare una delle più sicure cabriolet sul mercato, sia per quanto riguarda la sicurezza preventiva sia per quanto riguarda quella protettiva.  La vettura ha una struttura della carrozzeria che offre una gamma di soluzioni unica per un’auto cabrio. La mancanza del tetto fisso è stata compensata con rinforzi e soluzioni tecnologiche sofisticate.Quando fu lanciata la prima Volvo C70 nel 1996, già allora lo scopo era quello di realizzare una delle cabrio più sicure sul mercato. Ed anche adesso la Volvo Cars ha deciso che la C70 di seconda generazione sarebbe stata anche più sicura in ogni settore.  «È una sfida ancora più grande ma oggi sappiamo molto di più sulla sicurezza per le cabrio,» spiega Ingrid Skogsmo, capo del Volvo Cars Safety Centre (Centro Sicurezza Volvo Cars). «Conosciamo il tipo di incidente in cui può incorrere una cabrio e come dovrebbe essere realizzata la protezione. E non si tratta soltanto di sicurezza protettiva. È ugualmente importante prevenire gli incidenti in quanto una cabrio a volte viene guidata un po’ più sportivamente.»  La nuovissima Volvo C70 ha un vasto sistema di soluzioni di sicurezza, la maggior parte delle quali sono di serie, che contribuiscono ad una guida più sicura. Se, nonostante tutto ciò, si dovesse verificare un incidente, entrano in gioco una serie di sistemi di protezione.

Un modo diverso di pensare dietro le tecnologicamente avanzate protezioni contro il ribaltamento e gli urti laterali
«Il nostro obiettivo era quello di ottenere nella nuova Volvo C70 la stessa efficace protezione contro gli urti laterali dei modelli berlina,» continua Ingrid Skogsmo. «Ma poichè la vettura non ha un tetto fisso siamo stati costretti a trovare soluzioni alternative.»
  Per offrire una protezione ottimale in caso di urto laterale, è stato ulteriormente sviluppato il Sistema Volvo di protezione contro gli urti laterali (SIPS).
  In una collisione laterale, il montante centrale è esposto ad una forza notevole. Su un modello berlina la forza si distribuisce nella struttura del tetto. Ciò non è possibile in una cabrio in quanto i montanti terminano alle spalle della vettura. La protezione contro gli urti laterali deve quindi essere ottenuta in una maniera differente. Le forze devono essere incanalate in avanti, all’indietro e verso il basso nella struttura della carrozzeria, in cui un sistema integrato di traverse e rinforzi interagisce per salvaguardare il più possibile l’integrità dell’abitacolo.
  I montanti centrali hanno dei rinforzi supplementari e sono collegati l’uno all’altro tramite un robusto longherone trasversale. In totale, ci sono cinque longheroni o pareti posizionate lungo tutta la vettura. Una scatola di deformazione flessibile tra ogni montante centrale e la traversa contribuisce ad assorbire le forze d’urto.
  Ai montanti posteriori è stato conferito un profilo molto più resistente che nei modelli berlina e sono stati saldati con il laser per offrire una resistenza maggiore. Sono stati anche sollevati dietro quelli centrali per offrire una protezione migliore, anche se l’altro veicolo dovesse essere più grande, come ad esempio un SUV.
  Anche le portiere hanno una notevole importanza nella protezione dagli urti laterali. In esse è montato un profilo in acciaio disposto diagonalmente, che contribuisce ad impedire intrusioni nell’abitacolo. Le portiere sono anche progettate per agganciarsi ai montanti centrali e restare chiuse quando sono esposte a forze d’urto. In questo modo le forze possono essere distribuite efficacemente, sia in avanti che all’indietro, nella struttura della carrozzeria. I longheroni trasversali situati davanti all’abitacolo e quello a ferro di cavallo dietro il sedile posteriore canalizzano le forze verso il lato opposto della carrozzeria, riducendo così il rischio di intrusioni nell’abitacolo.

 

Interazione tra gli esclusivi airbag a tendina montati nelle portiere ed i pretensionatori in tutti i sedili
Una parte importante della protezione contro gli urti laterali ed il ribaltamento è dato dagli airbag a tendina tipo IC, Inflatable Curtains. Nella nuovissima Volvo C70 è stato oggetto di una progettazione eccezionale.
  «Poiché non ci sono traverse del tetto a cui possano essere attaccati gli airbag a tendina, li abbiamo montati nelle portiere,» spiega Ingrid Skogsmo. «Quando si attivano si dirigono verso l’alto.»
  Gli airbag a tendina sono estremamente rigidi con una doppia fila di alette che sono leggermente sfalsate tra di loro. Ciò gli consente di rimanere verticali e di offrire un’efficace protezione alla testa anche con il finestrino aperto. Inoltre si svuotano lentamente in modo da garantire protezione anche in caso di ribaltamento della vettura. Questa è una soluzione eccezionale nel settore automobilistico.
  Oltre agli airbag a tendina, i passeggeri dei sedili anteriori sono protetti anche da airbag per urti laterali, le cui dimensioni sono studiate per coprire la zona del torace e del bacino.
  L’airbag a tendina interagisce con i pretensionatori delle cinture di sicurezza per offrire la massima protezione per gli occupanti dei sedili anteriori in caso di urto laterale o di ribaltamento. Tutti e quattro i sedili sono equipaggiati con pretensionatori.

 

Montanti anteriori idroformati in acciaio ad altissima resistenza
La nuovissima Volvo C70 ha una tenuta di strada molto stabile, in gran parte dovuta ad un telaio dinamico e adattabile e ad una carrozzeria molto rigida. Il rischio di ribaltamento dell’auto è quindi limitato ma non può essere ignorato. Poiché la vettura non ha un tetto permanente con i relativi montanti, il carico sui montanti del parabrezza è particolarmente alto.
  «I montanti del parabrezza sulla nuova C70 sono progettati per resistere a forze molto elevate nel caso in cui, nonostante tutto, la vettura dovesse ribaltarsi,» continua Ingrid Skogsmo.
  Dietro la loro resistenza ci sono il materiale (acciaio ad altissima resistenza) ed un avanzato metodo di produzione – l’idroformatura. Come principio, con questo metodo un tubo è sagomato all’interno con acqua ad altissima pressione ed allo stesso tempo l’esterno è lavorato da una serie di martelli rotanti. Un profilo idroformato può essere progettato in un solo pezzo con variazione di forma e spessore. I montanti del parabrezza della nuova Volvo C70 possono quindi essere sagomati in maniera ottimale senza giunzioni o angoli vivi. Inoltre si raccordano con i montanti posteriori della carrozzeria.

 

Barre ROPS ulteriormente sviluppate
Come la vettura che l’ha preceduta, la nuova Volvo C70 è dotata di resistenti barre di metallo che fuoriescono dietro i passeggeri del sedile posteriore per fornire una protezione supplementare nel caso di ribaltamento. Le barre, che sono parte del Sistema di protezione antiribaltamento ROPS (Roll-Over Protecion System), sono state sviluppate ulteriormente in diversi settori. Sono state rese più forti e vengono attivate con l’aiuto di una piccola carica esplosiva, il che significa che entrano in azione più rapidamente delle precedenti. Poiché la nuova Volvo C70 ha un lunotto in cristallo, le barre vengono spinte attraverso di esso quando la capote è sollevata e sono quindi state dotate di una serie di piccole e dure punte di metallo, che rompono il vetro.

 

Struttura frontale brevettata per assicurare una deformazione controllata
La nuovissima Volvo C70 è stata sviluppata con lo scopo di raggiungere lo stesso alto livello di sicurezza di un modello berlina delle stesse dimensioni. La struttura frontale è divisa in zone, ognuna con un compito differente durante la deformazione. Quelle esterne devono sopportare la deformazione maggiore. Quanto più le forze d’urto si avvicinano all’abitacolo tanto meno il materiale si deforma. Per assicurare che ogni zona abbia le caratteristiche giuste, è stata variata la qualità dell’acciaio. Sono stati usati quattro tipi diversi di acciaio. Oltre al normale acciaio per la carrozzeria, sono stati impiegati tre diversi tipi di acciaio ad alta resistenza: High Strength Steel, Extra Strength Steel e Ultra High Strength Steel.
  Ciò che distingue una cabrio da una berlina è che le forze d’urto non possono essere incanalate verso l’alto nella struttura della carrozzeria.
  «L’assenza di un tetto fisso implica che le forze debbano essere invece incanalate lungo le fiancate della carrozzeria in un urto frontale o in un urto disassato,» spiega Ingrid Skogsmo.
  Questo significa un carico maggiore sulle portiere, che sono state rinforzate con una resistente traversa longitudinale in alluminio posizionata lungo il bordo superiore. L’obiettivo è quello di mantenere l’abitacolo intatto incanalando le forze verso la parte posteriore della struttura della carrozzeria. Nella parte inferiore, le forze sono incanalate verso la parte posteriore tramite i robusti montanti posteriori della carrozzeria.

 

Motori compatti ed efficace tecnica di riempimento
Anche i motori contribuiscono alla sicurezza protettiva nella nuovissima Volvo C70 grazie ad un metodo di costruzione compatto e ad un’efficace tecnica di riempimento del vano motore. Poiché i motori sono montati trasversalmente, le dimensioni compatte offrono una notevole quantità di spazio tra il motore e l’abitacolo. Nel caso di un urto, il motore può essere spinto all’indietro di circa 150 mm prima che l’albero a gomiti entri in contatto con la traversa posta vicino alla paratia dell’abitacolo.
  Il piantone dello sterzo può collassare fino a 140 mm. Nel caso di deformazione si sposta orizzontalmente per permettere all’airbag di assumere la posizione più efficace per quest’auto.
  In un urto frontale le zone di deformazione interagiscono con il sistema interno di sicurezza a trattenuta, con gli airbag a doppio stadio, i pretensionatori delle cinture di sicurezza ed i limitatori di carico, per proteggere gli occupanti nel modo più efficace.

 

Protezione per gli altri utenti della strada
La forma arrotondata della carrozzeria e le superfici lisce contribuiscono a ridurre il rischio di lesioni a pedoni, ciclisti ed altri utenti della strada in caso di incidente. Il frontale ha una struttura soffice per assorbire l’energia di fronte al paraurti per neutralizzare il rischio di lesioni alle gambe. Il cofano ed i parafanghi anteriori sono progettati per assorbire energia e contribuiscono a ridurre il rischio di lesioni.

 

Urto posteriore
La nuovissima Volvo C70 è progettata per fornire un’efficace protezione nel caso di urto posteriore.
  Le traverse longitudinali posteriori si deformano in modo controllato. Esse sono collegate ai montanti posteriori della carrozzeria per distribuire le forze d’urto verso la parte anteriore della struttura della carrozzeria. La traversa a forma di ferro di cavallo dietro al sedile posteriore ed una doppia parete di metallo dietro allo schienale contribuiscono a ridurre il rischio di intrusione nell’abitacolo. Se la capote è abbassata, lavora assieme alla doppia parete per assorbire le forze.
  Anche le barre ROPS vengono spinte in avanti nel caso di un tamponamento. Lo scopo è quello di ridurre il rischio per i passeggeri di essere colpiti da oggetti volanti provenienti dalla vettura che ha tamponato.
  Il sistema Volvo per evitare lesioni alla nuca – WHIPS (Whiplash Protection System – sistema di protezione contro il colpo di frusta) – è uno dei più efficaci sul mercato ed è di serie sulla nuova Volvo C70. Nel caso di un forte tamponamento, lo schienale ed i poggiatesta seguono i movimenti del corpo.

  • Sicurezza preventiva«La nuovissima Volvo C70 è divertentissima da guidare,» afferma Ingrid Skogsmo. «E poiché alla Volvo Cars il piacere di guida procede di pari passo con la sicurezza di guida, ciò significa un’auto facile da controllare, anche in situazioni inattese, e che si comporta sempre uniformemente ed in maniera prevedibile.»  La nuovissima Volvo C70 ha una rigidità torsionale raddoppiata rispetto al modello precedente grazie alla struttura della carrozzeria che è stata ulteriormente sviluppata e rinforzata. La rigidità contribuisce alla stabilità e a caratteristiche di guida prevedibili. Il design del telaio, con un’ampia carreggiata ed un passo lungo, ha anche un effetto positivo sulla stabilità di guida.
  • La carreggiata anteriore è di 1550 mm (29 mm più ampia del modello C70 precedente)
  • La carreggiata posteriore è di 1560 mm (39 mm più ampia del modello C70 precedente)
  • Il passo è di 2640 mm (24 mm più corto del modello C70 precedente)Le sospensioni delle ruote sono indipendenti, con bracci McPherson nella parte anteriore ed un assale Multilink in quella posteriore.  Il sistema antisbandamento DSTC (Dynamic Stability and Traction Control) è di serie e corregge l’eventuale tendenza dell’auto a slittare.  I freni con ABS sono estremamente efficaci – con la distribuzione elettronica della forza frenante alle ruote posteriori e l’assistenza automatica d’emergenza ai freni – EBA.

 

IDIS – Sistema d’informazione intelligente per il guidatore
Il sistema d’informazione intelligente per il guidatore IDIS (Intelligent Driver Information System) è stato introdotto da Volvo Cars nel 2003.
  L’IDIS monitorizza costantemente alcune funzioni dell’auto, come i movimenti del volante, l’uso dell’acceleratore, degli indicatori di direzione e dei freni. Le informazioni ottenute vengono elaborate e quelle che non sono essenziali per la sicurezza, come una telefonata in arrivo o un SMS, vengono ritardate. Ciò può avvenire, ad esempio, in una situazione che l’IDIS interpreta come un sorpasso o una frenata.
  L’IDIS è di serie su tutte le versioni della nuova Volvo C70, indifferentemente dal fatto che l’auto sia equipaggiata o meno con il telefono integrato.
  In futuro, l’IDIS farà parte di un sistema informativo più complesso che terrà conto di un maggior numero di fattori. L’obiettivo è di ridurre ulteriormente lo stress del guidatore e di facilitare la guida.

 

Guida sicura con un tetto in acciaio
L’hard-top retrattile offre al proprietario di una C70 una doppia esperienza: il piacere di guidare con la capote abbassata ed il comfort e la sicurezza di un abitacolo ben equipaggiato. Il tetto in acciaio contribuisce anche a ridurre i rischi di intrusioni.
  Il lunotto posteriore è in cristallo ed è notevolmente più largo di quello di una cabrio tradizionale. Offre una visibilità posteriore considerevolmente migliore e contribuisce ad aumentare la rigidità della vettura quando la capote è alzata.
  La sicurezza nella nuovissima Volvo C70 include anche la possibilità di mettere sotto chiave i vostri effetti personali. Molti dei cassetti dell’auto sono collegati al sistema di bloccaggio centrale dell’auto per una chiusura più pratica con il telecomando. Sta per essere lanciato anche un sistema completamente nuovo, Private Locking, con il quale alcuni cassetti possono essere bloccati con la chiave del cassetto portaoggetti. Questo sistema è particolarmente utile in una cabrio parcheggiata con la capote abbassata.
  «Per noi alla Volvo Cars è importante offrire un alto livello di sicurezza anche in una cabrio», aggiunge Ingrid Skogsmo. «Abbiamo tentato di trovare nuovi modi per risolvere gli speciali problemi che nascono in una vettura scoperta”.

 


50220/HÅ

Keywords:
Sicurezza
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto