Comunicati stampa

Volvo cavalca l'onda del successo dei motori diesel – la nuova generazione aumenterà ulteriormente la loro competitività

 

 

  • Nelle vendite europee di Volvo Cars, la quota del diesel è passata dal 20% a più del 50%
  • La nuova generazione di motori diesel aumenterà ulteriormente la competitività di questa motorizzazione in ogni segmento
  • Il target annuale in Europa è ora di 85.000 vetture mosse dai nuovi  cinque cilindri turbodiesel
  • La produzione avrà inizio a metà maggio 2005

In Europa, nel 2004, le autovetture diesel hanno preso il sopravvento su quelle a benzina. Esattamente 110 anni dopo che Rudolf Diesel lanciò il suo innovativo concetto di motore a scoppio, per la prima volta in Europa il numero di automobili diesel di nuova immatricolazione ha superato quello dei modelli a benzina.
Volvo Cars è ora una delle realtà più attente alla crescita del settore diesel. Quando, nel 2001, fu lanciato il primo motore a gasolio interamente progettato e fabbricato da Volvo, la percentuale di Volvo diesel vendute in Europa era di poco superiore al 20%.
Oggi, appena quattro anni dopo, Volvo ha superato la soglia del 50%. Il passo successivo consiste nell'aumentare ulteriormente la competitività dell'offerta diesel, introducendo una nuova generazione di turbodiesel a cinque cilindri, più potenti e puliti.
Così, la gamma del motore turbodiesel Volvo cinque cilindri comprende oggi tre varianti, con potenze comprese fra i 126 e i 185 CV e coppie comprese fra i 300 e i 400 Nm.
“Siamo in grado di coprire le richieste della maggior parte della clientela, con gli aumenti di potenza apportati. Solo il 16% dei clienti, infatti, chiede un diesel che abbia più di 185 CV” afferma Gerry Keaney, Senior Vice President Sales, Marketing and Customer Service di Volvo Cars.

 

Consistente aumento
L'enorme aumento della percentuale di automobili diesel vendute in Europa è iniziato nel 1998, quando fu lanciata in grande serie la produzione di motori diesel dotati di tecnologia common-rail. Questa innovazione ha consentito ai nuovi diesel, in virtù delle loro doti di agilità e silenziosità, di diventare seri concorrenti dei propulsori a benzina. Inoltre, il minore consumo di carburante consentito dal diesel rispetto al motore a benzina, ha spinto i legislatori di svariate nazioni europee a introdurre incentivi fiscali a suo favore.
“L’efficace filtro per il particolato, che rappresenta una delle novità principali del nostro motore, conferisce al diesel un ulteriore vantaggio dal punto di vista ambientale. Inoltre, la motorizzazione a gasolio si sta affermando anche dal punto di vista della guidabilità e del confort. Ecco perché la quota di mercato dei motori diesel in Europa è destinata a crescere ulteriormente. Non ci stupiremmo se, entro il 2010, la percentuale di auto diesel vendute in Europa arrivasse al 70%”, afferma Gerry Keaney.

 

Notevoli variazioni
La quota di autovetture diesel vendute sui vari mercati europei varia molto da nazione a nazione. I mercati nei quali il diesel risulta più popolare sono: Austria, Belgio, Francia e Lussemburgo, che appartengono già al “Club del 70%”.
Altre nazioni, come Spagna, Italia, Portogallo e Germania si attestano fra i 40 e il 60%. In Gran Bretagna la quota è in rapido aumento e, nonostante il gasolio costi più della benzina, ha già superato la quota del 30%, mentre in Grecia e in Svezia rimane ancora al di sotto del 10% .
La quota di automobili diesel è ancora maggiore se si considera soltanto il segmento delle auto di grossa cilindrata, nel quale competono i modelli Volvo V70, Volvo XC70 e Volvo XC90. Nel segmento dei SUV premium, il diesel raccoglie una quota superiore all'80%, mentre in quello delle Volvo V70 e Volvo XC70 supera il 60%.

 

La nuova generazione di motori risponde alle richieste del mercato
La nuova generazione di motori diesel a cinque cilindri completamente realizzati da Volvo viene introdotta, inizialmente, sui modelli Volvo S60, Volvo V70, Volvo XC70 e Volvo XC90.
“Grazie al nostro turbodiesel più potente, che ha guadagnato 22 CV passando da 163 a 185 CV, siamo diventati ancora più competitivi nell'arco dell'intero segmento. La Volvo S60 ha guadagnato in sportività. Anche le Volvo V70 e XC70 hanno ricevuto un'iniezione di potenza e per quanto riguarda la XC90, l'alternativa diesel risulta oggi più attraente” spiega Gerry Keaney. 
Per quanto riguarda la Volvo S60, la maggior parte di quelli che preferiscono il diesel si orienta su una potenza compresa fra i 130 e i 170 CV. Nel segmento delle Volvo V70 e Volvo XC70, i diesel più richiesti sono quelli che erogano fra i 170 e i 179 CV. Anche la Volvo XC90 è oggi in grado di rispondere alle richieste più frequenti degli utilizzatori di SUV, che statisticamente risultano apprezzare motori diesel con potenze comprese fra i 160 e i 169 cv.

 

Volumi in crescita
La prima generazione di diesel Volvo realizzata internamente ha motorizzato, a partire dal giugno 2001, ben 305.000 auto Volvo.
Il target quantitative per la nuova generazione di motori diesel Volvo è di raddoppiare il suddetto quantitative nell’arco dei prossimi quattro anni, raggiungendo un totale di 600.000 unità.
Nel 2006, Volvo prevede di vendere 85.000 auto motorizzate con il nuovo propulsore diesel a cinque cilindri.
La nuova generazione di turbodiesel di Volvo Cars viene fabbricata a Skovde, in Svezia, da metà maggio di quest’anno. Inizialmente ci si concentrerà sulla produzione delle versioni con cambio manuale. La produzione delle versioni dotate di cambio automatico in abbinamento ai nuovi motori turbodiesel avrà inizio ai primi di ottobre 2005.

 

50220/HÅ

Keywords:
Aziendale, Produzione
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.