Comunicati stampa

Volvo XC90 V8 – potenza e piacere di guida anche negli inverni più rigidi

 

 

  • Il primo V8 di Volvo Cars – estremamente compatto
  • Disposizione trasversale per aumentare la sicurezza passiva
  • Primo lancio di un V8 a benzina che soddisfa le norme ULEV II
  • Nuovo cambio automatico a 6 marce
  • AWD con Instant Traction™ per una motricità ancora maggiore – novità assoluta
  • TRACS e DSTC per la massima sicurezza attiva

La nuova versione V8 rafforza la posizione della Volvo XC90 sui mercati internazionali e conferma il modello tra i SUV di maggiore successo nel segmento premium. Un’auto, la XC90 V8, confortevole in tutte le situazioni e in tutti i climi, dal deserto al circolo polare artico.
  Il nuovo gruppo motore-trasmissione-trazione integrale incrementa ancora di più il piacere di guida e la stabilità della vettura, che assicura un comportamento stabile e prevedibile anche in condizioni meteorologiche e stradali estreme.

 

Il nuovo motore V8 rappresenta una pietra miliare nella storia Volvo. È, infatti, il primo V8 mai prodotto dall’azienda svedese (dalla data di fondazione, nel 1927, a oggi); e la Volvo XC90 è la prima auto della gamma ad essere motorizzata con questo propulsore.
  “Un SUV nel segmento premium deve poter disporre di un motore V8, specialmente per il mercato nordamericano, che assorbe circa il 60% delle XC90 che produciamo” spiega Hans Wikman, Vice Presidente della divisione Vehicle Line Large Cars.
  Uno dei requisiti indispensabili per il nuovo V8 era la disposizione trasversale nel vano motore, così come accade per tutti gli altri propulsori Volvo.
  “La posizione trasversale del motore svolge un ruolo importante nel mantenere la zona di deformazione frontale in caso di incidente, pertanto non potevamo rinunciare a questo tipo di soluzione tecnica per non compromettere la sicurezza passiva dell’auto”, afferma Hans Wikman. Questo imponeva, però, un design molto compatto del motore in modo da poterlo inserire nella XC90 senza modificarne la carrozzeria. Questo spiega anche perché si è decisa l’inclinazione di 60 gradi fra le due bancate di cilindri, al posto dei tradizionali 90 gradi.
  Lo sbilanciamento creato inevitabilmente da una configurazione a V da 60 gradi è stato corretto con un albero di bilanciamento controrotante.

 

Un V8 ritagliato su misura per la XC90
Per mantenere un ingombro compatto, tutti i componenti che solitamente trovano posto attorno al motore, come ad esempio l’alternatore, sono stati applicati direttamente sul motore stesso, eliminando supporti e attacchi che avrebbero soltanto rubato spazio prezioso. Per lo stesso motivo, anche il motorino di avviamento è stato installato direttamente sul cambio.
  Inoltre, gli alberi a camme delle valvole di scarico sono azionati da catene di trasmissione secondarie che passano all’esterno degli alberi a camme per le valvole di aspirazione, guadagnando ulteriore spazio.
  La bancata cilindri di sinistra è sfalsata in avanti di un mezzo cilindro rispetto all’altra – una soluzione inedita nel mondo automobilistico – per far entrare il V8 nel vano motore della XC90, mantenendo la stessa protezione passiva in caso d’urto frontale.
  “Abbiamo disegnato questo V8 appositamente per inserirlo nella XC90,” conferma Hans Wikman.
Ne è scaturito un motore lungo 754 mm e largo 635 mm – il V8 più compatto al mondo, a parità di cilindrata.
  Grazie a questa compattezza e al fatto che sia il monoblocco sia la testata sono realizzati in alluminio, il nuovo V8 Volvo pesa soltanto 190 kg – un fattore importante quando si pensa al consumo di carburante.

  • Primo V8 a benzina in grado di soddisfare le norme ULEV IIIl nuovo motore Volvo è il V8 a benzina più “pulito” esistente oggi sul mercato. Soddisfa lo standard americano ULEV II (Ultra Low Emission Vehicle, stage II) – ed è a tutt'oggi l'unico V8 ad avere raggiunto tale traguardo.   “Di questo siamo particolarmente fieri” afferma Jörgen Svensson, Chief Programme Engineer.Lo standard ULEV II è stato ottemperato grazie a:
  • Quattro convertitori catalitici. Due del tipo Close Coupled Catalyst, che si trovano nei rispettivi collettori di scarico e altri due si trovano sotto il pianale.
  • Regime di giri minimo, nelle partenze a freddo, aumentato a circa 1250 g/min, iniezione ottimizzata per portare più rapidamente il motore e i catalizzatori a temperatura d’esercizio.
  • Miscela povera all’avviamento, per diminuire le emissioni non completamente catalizzate nelle partenze a freddo

 

Ne sono scaturiti valori estremamente bassi di emissioni, nel periodo in cui i convertitori catalitici non sono ancora abbastanza caldi per svolgere in pieno la loro funzione – un tempo di riscaldamento che, comunque, è stato ridotto ad appena 15–20 secondi.
  “È proprio durante questi 15–20 secondi che avviene la maggior parte delle emissioni nocive allo scarico” spiega Jörgen Svensson.
  Il motore dispone anche di fasatura variabile delle valvole (CVVT), che sono quattro per cilindro. Il sistema regola l’apertura delle valvole in funzione del regime corrente di giri e dello sforzo richiesto al motore. Il tal modo il propulsore viene utilizzato nel modo più efficiente, con minori consumi, emissioni allo scarico più basse e migliori prestazioni.

 

Il rombo tipico del V8
La Volvo XC90 V8 eroga 315 cv, con una coppia motrice – che è la caratteristica più importante per un V8 – di ben 440 Nm a 3900 g/min. Già al regime di giri più consueto, cioè quello attorno ai 2000 g/min, il motore mette a disposizione del guidatore 370 Nm di coppia.
  Per aumentare la coppia ai bassi regimi, il V8 Volvo ha una speciale valvola nel collettore di aspirazione che resta chiusa al di sotto dei 3200 g/min. In questo modo il flusso d’aria fra le due bancate di cilindri viene tagliato, creando una curva di coppia più ampia e costante anche ai bassi regimi.
  “Abbiamo voluto dare al nostro V8 un carattere sportivo e al contempo rassicurante, con grandi riserve di potenza disponibili a tutti i regimi” spiega Jörgen Svensson.
  L’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede soltanto 7.3 secondi e il consumo medio di carburante è di 13,3 l/100 km (versione 5 posti). La velocità di punta è stata limitata a 210 km/h (190 km/h negli USA).
  Il suono del motore è un fattore importante per chi acquista un’auto con il V8 sotto il cofano, perciò Volvo Cars ha dedicato particolare attenzione a questo dettaglio. Il tipico rombo di un V8 è generato, in larga misura, dalla posizione del collettore di aspirazione.
  “Il rombo del nostro V8 ha il carisma tipico di questo tipo di propulsori, però più soffuso, com’è nello stile europeo, rispetto a quello più aggressivo dei V8 americani. Riteniamo che questo sia importante per il comfort di bordo” commenta Jörgen Svensson.

 

Nuovo cambio automatico a 6 marce
La potenza generata dal V8 Volvo viene convogliata attraverso un nuovo cambio automatico a 6 marce, dimensionato adeguatamente per sostenere l’elevata coppia trasmessa dal motore. Anche il cambio è contraddistinto da ingombri limitati, per non sbilanciare l’equilibrio complessivo della vettura. La sesta marcia è un classico overdrive, che assicura un’andatura confortevole ed economica nei percorsi autostradali.
  “Questa trasmissione assicura partenze scattanti” afferma Jörgen Svensson.
“Ha una natura molto sportiva e non cambia marcia in percorrenza di curva, attendendo, invece, che le ruote si siano raddrizzate”.
  Il nuovo cambio a 6 marce è di tipo Geartronic, quindi può essere comandato anche manualmente, in modalità sequenziale. Dispone, inoltre, di funzione di blocco Lock-up, e del Lock-up antipattinamento, applicabile su tutte le marce.
  Per garantire un perfetto equilibrio fra i componenti meccanici, le prestazioni e il consumo di carburante, motore e trasmissione vengono gestiti come se fossero un blocco unico. Questo è possibile grazie al nuovo software sviluppato da Volvo, il CVC (Complete Vehicle Control). CVC che rientra nei moduli software sia del motore che della trasmissione.
  Tra i molti vantaggi di questa soluzione c’è la possibilità di integrare nel cambio una 6.a marcia demoltiplicata, pur mantenendo ottime caratteristiche di guida e regolando la funzionalità, la scelta della marcia e la coppia, alla situazione corrente.

 

AWD con Instant Traction™ – una novità a livello mondiale
Il terzo ingrediente della nuova catena cinematica V8 è la trazione integrale, cioè il sistema AWD (All Wheeel Drive), che ora dispone anche della Instant Traction™. Questa nuova tecnologia, che Volvo Cars introduce per prima nel mondo automobilistico, migliora la possibilità di trarsi d’impaccio in situazioni di scarso grip sul terreno. È stata sviluppata dall’azienda svedese Haldex.
  Una specifica valvola consente di utilizzare il software per controllare la coppia motrice di base programmata nel sistema AWD. Partendo da fermi, 80 Nm di coppia sono precaricati nel sistema, grazie al fatto che la valvola impedisce all’impianto di rimanere completamente a secco d’olio idraulico.
  “Questa soluzione riduce il tipico slittamento delle ruote all’avviamento. Il trasferimento rapido di potenza dal motore alle ruote è particolarmente apprezzabile d’inverno, per esempio nelle partenze su fondi innevati” spiega Jörgen Svensson.
  La trazione integrale AWD è stata aggiornata tecnicamente per essere in grado di gestire la potenza di un motore V8. La coppia massima trasferibile per brevi periodi alle ruote posteriori è stata aumentata del 50% rispetto all’AWD dell’attuale XC90.

 

Frizione a controllo elettronico
L’AWD sincronizza automaticamente la potenza ripartita fra ruote anteriori e posteriori per creare una situazione di massima trazione in tutte le circostanze.
  La potenza viene distribuita fra l’asse anteriore e quello posteriore attraverso una frizione multidisco a controllo elettronico. Non appena le ruote anteriori tendono a slittare per una sola frazione di giro, la potenza viene trasferita a quelle posteriori.
  Si tratta di un sistema “intelligente”, che modifica cioè i propri comportamenti in base alle situazioni.
Alcuni esempi:
se il guidatore frena, o solleva il piede dall’acceleratore, o se il sistema antipattinamento DSTC entra in funzione, l’AWD sa cosa fare per mantenere il veicolo stabile, per esempio rilasciando la trazione sulle ruote posteriori.

 

Comportamento affidabile in tutte le situazioni
“La filosofia basilare Volvo è che un’automobile debba sempre avere un comportamento affidabile e prevedibile, sia viaggiando in autostrada durante una bella giornata estiva, sia avanzando nella neve alta in una tormenta invernale” afferma Jörgen Svensson.
  Le sospensioni posteriori multi-link non sono state scelte soltanto per il comfort di marcia. La carreggiata costante contribuisce al comportamento affidabile e prevedibile della vettura, oltre a favorire frenate sicure anche  in curva, grazie a una leggera convergenza delle ruote che si verifica in tale fase.
  Alla stabilità della XC90 contribuisce anche il passo relativamente lungo.
La geometria dell’avantreno è stata studiata per fornire risposte rapide e accurate alle manovre dello sterzo (ZF), preciso e sensibile.

 

TRACS per migliorare la trazione nelle partenze da fermo
La trazione integrale elettronica della Volvo XC90 V8 lavora assieme al sistema di controllo della trazione, il TRACS.
  Il TRACS agisce indipendentemente sulle ruote anteriori e su quelle posteriori.
Il TRACS entra in funzione alle basse velocità. Se una ruota inizia a slittare, il sistema la frena per fare in modo che la potenza del motore vada alle ruote che hanno la migliore presa a terra. Lo scopo è quello di migliorare le partenze da fermo su fondi sdrucciolevoli.

  • DSTC, per una maggiore sicurezza di guidaLa Volvo XC90 V8 è dotata anche del sistema di controllo della stabilità e della trazione, il DSTC (Dynamic Stability and Traction Control).  In sintesi, questo sistema confronta il comportamento ideale dell’auto, registrato nella sua memoria, con quello reale momento per momento.  Monitorando l’angolo di sterzata, l’accelerazione laterale, la velocità delle ruote e quella del veicolo, il DSTC è in grado di rilevare comportamenti anomali dell’auto e di correggerli immediatamente.
  • Se l’auto presenta un accentuato sottosterzo in curva, il sistema riduce il flusso di carburante al motore e frena le ruote interne alla curva per agevolare il mantenimento della traiettoria corretta.
  • In caso di sovrasterzo, viene frenata la ruota anteriore esterna alla curva per prevenire la sbandata.
  • Design personalizzato per la versione V8 “Virile senza essere macho, potente senza essere aggressivo”. Con queste parole il capo dei designer Volvo, Peter Horbury, decrisse lo stile della SUV di Volvo all'epoca del lancio, nel 2002.  Sulla versione più prestigiosa della XC90, è stata applicata la sigla V8 sulla griglia del radiatore e sul portellone posteriore, per distinguere il tipo di motorizzazione. Le differenze estetiche, però, non si limitano a questo. La XC90 V8 dispone, infatti, di:
  • Nuovi cerchi da 18"
  • Modanature laterali e maniglie degli sportelli verniciate nello stesso colore della carrozzeria
  • Griglia radiatore in colore grigio grafite
  • Nuovo listello cromato attorno alle prese d’aria nel paraurti
  • Nuovi scarichi sdoppiati

 

Il reparto design di Volvo Cars ha dedicato anche molto lavoro all’aspetto estetico del motore stesso.
  Questo V8 è il primo esempio dello stile che caratterizzerà l’interno del vano motore nei prossimi modelli Volvo.
  “Volevamo che, guardandolo, nessuno avesse dubbi che si tratti di un V8 moderno e tecnologicamente avanzato. Per questo abbiamo deciso di non nasconderlo sotto ampie coperture di plastica ma, al contrario, di accentuarne la configurazione a “V” e gli otto tubi di immissione” afferma Anders Myrberg, capo del design motori di Volvo Cars.
  Sul collettore d’aspirazione spicca il classico simbolo Volvo, a rilievo su un fondo di alluminio spazzolato, con un elegante emblema V8.

Keywords:
XC90 (2002-2014)
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto