Comunicati stampa

Un importante obiettivo ecologico per Volvo Cars: Sensibilità verso gli ipersensibili

 

 

Circa un terzo della popolazione, nelle nazioni industrializzate, soffre di qualche forma di ipersensibilità. Una donna su dieci, ad esempio, è allergica al nickel, cinque persone su cento soffrono di eczema alle mani e l’asma allergica colpisce strati sempre più vasti della popolazione.
  Perciò diventa sempre più importante, per una casa automobilistica responsabile come Volvo Cars, comprendere le necessità della clientela soggetta a una forma o l’altra di allergia.
“Lavoriamo principalmente in tre settori, per rispondere a queste sfide della società moderna. – afferma Anders Högström, coordinatore ecologico per gli interni e la climatizzazione – Si tratta della qualità dell’aria presente nell’abitacolo, di quella che entra nell’auto attraverso l’impianto di climatizzazione e le allergie da contatto”.
  In ogni caso si tratta di diminuire o addirittura di eliminare, se possibile, tutta la polvere, il polline e le altre sostanze allergeniche che hanno o possono avere effetti negativi sulla salute e il comfort delle persone a bordo dell’auto.

 

Nessun odore estraneo
“Una Volvo nuova deve emanare l’odore tipico Volvo – continua Anders Högström – e questa sensazione non deve essere disturbata da influssi estranei, come ad esempio, quello degli idrocarburi”.
  Per questo Volvo Cars impone regole molto severe ai fornitori di componenti in plastica per l’abitacolo. Per soddisfare tali parametri, i prodotti devono avere composizione e metodi di fabbricazione adeguati.

 

L’aria dall’esterno
L’aria proveniente dall’esterno contiene fattori inquinanti prodotti dal traffico, dai fumi civili e industriali, dall’ozono a livello del suolo, dal biossido d’azoto, ecc.
Queste sostanze possono irritare le vie respiratorie e i polmoni.
  “Volvo Cars ha realizzato un sistema di ventilazione che riduce al minimo questi effetti – continua Anders Högström – e si chiama IAQS (Interior Air Quality System). Il dispositivo può inibire parzialmente l’afflusso di aria esterna e attivare la funzione di ricircolo quando l’inquinamento dell’aria attorno alla vettura diventa eccessivo. Inoltre il sistema dispone di un filtro speciale, che blocca gran parte del particolato e alcuni tipi di gas”.

 

Allergia da contatto
Il cromo esavalente usato nella lavorazione della pelle e il nickel nei pulsanti e nei comandi, costituiscono un problema per molte persone. Fin dal 1998 i tessuti e il pellame utilizzati negli interni delle auto Volvo vengono analizzati in base al cosiddetto standard Ökotex 100. Si verifica, tra l’altro, che non contengano sostanze pigmentanti allergeniche, fenoli clorati e metalli pesanti.
  Volvo Cars ha anche iniziato ad applicare, di propria iniziativa, la norma UE sul contenuto di nickel negli oggetti metallici a contatto frequente e prolungato con l’epidermide. Inoltre Volvo utilizza pellami conciati con sostanze vegetali, per evitare il cromo esavalente. Una sostanza che può sviluppare allergie da contatto.

 

50240/ih

Keywords:
Ambiente
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto