Comunicati stampa

Studi di istituti indipendenti confermano che il Volvo WHIPS offre la migliore protezione dal “colpo di frusta”

 

 

  • Il cosiddetto “colpo di frusta” è la lesione che viene denunciata più di frequente a seguito di incidenti automobilistici.
  • Se i sedili dell’auto hanno una conformazione sicura, possono dimezzare il numero di lesioni da “colpo di frusta”.
  • Il sistema Volvo Whiplash Protection System (WHIPS) offre un’ottima protezione, in modo scientificamente dimostrato.
  • Il maggiore beneficio di sicurezza viene tratto dalle donne.In Svezia, su dieci incidenti stradali sette comportano una lesione del tipo a “colpo di frusta”, nella quale il paziente lamenta disagio e dolore nella zona della colonna vertebrale che sorregge la testa. Recenti studi rivelano che i sedili delle auto Volvo, dotati del sistema WHIPS anti-whiplash, offrono un’ottima protezione contro questo tipo di lesioni. La Commissione Volvo per le ricerche sugli incidenti stradali ha condotto studi approfonditi sulle collisioni da dietro avvenute in Svezia negli ultimi quattro anni, monitorandone gli effetti sui passeggeri anteriori. Sono stati confrontati gli effetti sui passeggeri che viaggiavano su sedili con il WHIPS e senza WHIPS.
  • Il WHIPS riduce del 33% le lesioni immediate e del 54% quelle a lungo termine (che provocano disagi per un periodo superiore a un anno).
  • La riduzione maggiore dei danni avviene per le donne (50% in meno di lesioni a breve termine e 75% in meno per quelle a lungo termine).

Questi risultati coincidono con quelli presentati dall’American Insurance Institute for Highway Safety (IIHS). La marca che ottiene i migliori risultati in questo senso, tramite sedili con protezione whiplash di serie, è proprio Volvo con un 49% di riduzione delle lesioni. Anche gli studi condotti dalla compagnia di assicurazioni svedese Folksam convergono sugli stessi risultati.

 

La lesione da colpo di frusta viene segnalata in tutti i tipi di collisione, ma l’incidenza maggiore si registra, ovviamente, negli urti da dietro.

 

I sintomi di lesioni da colpo di frusta sono: dolore alla nuca, rigidità del collo, mal di testa, vertigini, formicolio alle braccia. Il modo in cui si sviluppa il colpo di frusta non è stato ancora accuratamente stabilito. È probabile che avvengano lesioni ai legamenti, ai muscoli, alle vertebre e al sistema nervoso a causa della sequenza dei tre movimenti del collo durante un urto violento: il movimento iniziale a S (ritrazione) fra la testa e la parte superiore della colonna dorsale, seguito dal movimento della testa verso il retro (estensione) e dal movimento finale in avanti della testa (flessione).

 

Di solito, questi sintomi scompaiono abbastanza rapidamente, ma in un quarto dei casi la sintomatologia è tale che i pazienti vengono messi in malattia per periodi variabili da una settimana a diversi mesi.
  In Svezia, circa 1500 persone l’anno soffrono una lesione permanente dovuta al colpo di frusta. Alcune di esse riportano danni così gravi che ne impediscono definitivamente il ritorno al lavoro.

 

Le autorità e il legislatore cercano soluzioni al problema
L’elevata frequenza di infortuni dovuti al colpo di frusta comporta costi onerosi per la società, sotto forma di assistenza sanitaria, riabilitazione, perdita di giornate lavorative.
Le autorità e il legislatore cercano soluzioni a questo problema.

 

Un intenso lavoro si sta svolgendo anche a livello europeo per prevenire questo tipo di lesioni. In ogni caso, la legislazione richiede un approfondito lavoro di ricerca condotto con crash-test e altri metodi per valutare appieno l’effetto delle norme introdotte. Per questo, ogni decisione può richiedere diversi anni per essere presa.

 

Uno dei presupposti ai quali si lavora è costituito dall’elaborazione di un sistema a punti, per la valutazione dell’efficacia di una protezione contro il colpo di frusta, in caso d’urto da dietro. Si prevede che entro un anno il sistema di valutazione sarà introdotto dall’organizzazione europea per la sicurezza stradale EuroNCAP. Anche una task force costituita da esperti di assicurazioni americane ed europee, la IIWPG, collabora al progetto.

 

L’industria automobilistica è all’avanguardia nelle ricerche sulla sicurezza e nello sviluppo tecnologico
In tutta la storia dell’automobile, i sedili delle automobili svedesi hanno offerto le caratteristiche migliori per ridurre le lesioni dovute al colpo di frusta. Volvo e Saab sono state le prime case automobilistiche al mondo a introdurre i poggiatesta, già negli anni 70.
  Nel 2000 la compagnia di assicurazioni svedese Folksam ha presentato uno studio comparativo sull’efficacia dei poggiatesta di varie marche di automobili, dall’inizio degli anni 80 alla fine degli anni 90. Volvo e Saab si sono piazzate ai primi posti. Sempre i costruttori d’auto svedesi sono stati i protagonisti del successivo balzo in avanti tecnologico nel settore della protezione dal colpo di frusta, avvenuto alla fine degli anni 90.

 

La strategia di sviluppo Volvo
Lo sviluppo del sistema protettivo Volvo dal colpo di frusta è guidato dal principio che l’intera spina dorsale e la testa debbano essere adeguatamente supportate in caso di incidente. Perciò Volvo non si concentra solo sullo sviluppo del poggiatesta ma anche sul concomitante sviluppo di un adeguato e dinamico supporto lombare.

 

Il Whiplash Protection System (WHIPS) è formato da un ottimo poggiatesta (alto, robusto e posizionato vicino alla testa) e un altrettanto valido supporto lombare che assicura un sostegno uniforme alla schiena. Questo, a sua volta, è abbinato a un sistema di assorbimento dell’urto costituito da un giunto articolato fra schienale e cuscino. In un impatto posteriore, lo schienale si muove verso il retro assieme alla persona che vi è seduta, prima con un movimento orizzontale e poi leggermente rivolto verso il basso. L’impatto sulla schiena viene ulteriormente ridotto attraverso gli elementi deformabili inseriti nell’articolazione tra cuscino e schienale.

 

Il WHIPS è stato introdotto nella Volvo S80 già nel 1998. A partire dall’autunno del 1999 (versioni anno 2000) tutti i modelli Volvo ne sono stati dotati di serie per i sedili anteriori.

 

I risultati degli studi medici confermano l’utilità del WHIPS
Nell’ottobre del 2002, l’istituto American Insurance Institute for Highway Safety (IIHS) ha pubblicato uno studio che confrontava i nuovi modelli di poggiatesta con quelli dell’anno precedente. Nella maggior parte dei casi sono stati notati significativi miglioramenti. Volvo ha ottenuto i risultati migliori, riuscendo a ridurre del 49% le lesioni da colpo di frusta.

 

La Commissione Volvo per le ricerche sugli incidenti stradali ha condotto studi che confermano questi risultati. Il WHIPS riduce del 33% le lesioni immediate e del 54% quella a lungo termine (che provocano disagi per un periodo superiore a un anno). Questi dati sono stati provati statisticamente.
  La riduzione maggiore si è avuta per le donne, (50% in meno di lesioni a breve termine
e 75% in meno per quelle a lungo termine).

 

L’esclusiva banca dati Volvo per la sicurezza
I dati sugli incidenti che la Commissione Volvo raccoglie sistematicamente costituiscono una banca dati preziosa non solo per lo sviluppo di auto più sicure – ma anche perché rende possibile monitorare l’efficacia dei sistemi di sicurezza che vengono progressivamente introdotti.

 

I dati sulle collisioni dal retro, in cui sono state coinvolte auto Volvo, sono raccolti dalla Commissione Volvo per le ricerche sugli incidenti stradali, in collaborazione con la compagnia di assicurazione del gruppo, Volvia. Vengono registrati i dati relativi alle auto, i danni alle auto, ai passeggeri e la loro posizione all’interno dell’auto. Dopo un anno, le informazioni sono verificate e aggiornate per seguire l’evoluzione dell’originale lesione alla nuca (se vi è stata) e la situazione attuale. Il database contiene 2870 casi studiati.

 

Sono stati studiati, in particolare, 264 adulti occupanti i sedili anteriori al momento della collisione, che non avevano mai avuto problemi alla nuca precedentemente e che sono stati urtati da dietro in modo abbastanza violento da aver attivato il WHIPS o che lo avrebbe attivato se il WHIPS fosse stato installato. Le informazioni raccolte su queste persone sono analizzate e confrontate con i dati relativi alle persone che sono state protette dal WHIPS e quelle che non lo sono state (modelli Volvo 1999 e precedenti).

 

La maggiore protezione del WHIPS va alle donne
Il fatto che il WHIPS sembri proteggere meglio le donne rispetto agli uomini è un fattore interessante che merita ulteriori studi. È universalmente noto che le donne sono più soggette degli uomini a riportare le lesioni derivanti dal colpo di frusta. Il motivo di questa differenza non è stato ancora stabilito scientificamente. Quello che è certo, comunque, è che l’intelligente integrazione compiuta da Volvo fra poggiatesta e supporto lombare in un’unica struttura protettiva, ha apportato benefici immensi in termini di sicurezza personale, soprattutto a favore delle donne.

 

http://www.hwysafety.org/news%5Freleases/2002/pr102202.htm
http://www.folksam.se

Keywords:
Sicurezza
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.