Comunicati stampa

Volvo Car Italia in collaborazione con COIMA inaugura a Portanuova Volvo Recharge, la prima stazione di ricarica ultrafast nel centro di Milano, e lancia ELECTRICity, il primo servizio di mobilità elettrica premium attivo in Italia

L'annuncio dell’inaugurazione della stazione Volvo Recharge e dell’attivazione del servizio di mobilità elettrica ELECTRICity è stato dato congiuntamente da Michele Crisci, Presidente di Volvo Car Italia, e Manfredi Catella, Founder e CEO di COIMA, nel corso di una conferenza stampa tenutasi oggi presso il Volvo Studio Milano.

 

Le due iniziative confermano l'impegno di Volvo nel dare reale impulso alla diffusione della mobilità elettrica e costituiscono il primo passo di un progetto più ampio, condiviso con COIMA, per l'elettrificazione dell'intero distretto di Portanuova e la conseguente riduzione delle emissioni di CO2. Tali iniziative concrete – dirette alle Aziende e ai privati che hanno la loro sede nell’area – sottolineano una volta di più il ruolo di Portanuova quale esempio di urbanismo avanzato nella città di Milano.

 

Volvo Cars punta a diventare un produttore di auto completamente elettriche entro il 2030 e prevede di lanciare un'intera nuova gamma di vetture elettriche al 100% nei prossimi anni, nell'ambito di uno dei programmi di elettrificazione più ambiziosi del settore. Aspira inoltre a diventare un'azienda neutrale per il clima entro il 2040. La scelta di Volvo a favore dell'elettrificazione include Milano e il distretto di Portanuova, che dal 2017 ospita il primo Volvo Studio, luogo di pensiero avanzato nel cuore della città. La stazione di ricarica ultrafast Volvo Recharge e l’attivazione del servizio di mobilità elettrica ELECTRICity sono dunque un contributo che Volvo Car Italia vuole dare alla città di Milano e al suo sviluppo sostenibile.

 

Vincitore del Greenbuild Leadership Award 2020 a livello europeo per l’impegno nello sviluppo immobiliare sostenibile, COIMA ha sviluppato in Portanuova un ambiente urbano che consente una costante interazione tra natura e architettura. Il quartiere è candidato per diventare il primo distretto al mondo LEED® e WELL® for Community e dal 2019 ospita in BAM - Biblioteca degli Alberi Milano un programma diversificato di oltre 200 eventi e attività culturali all’anno grazie a un'innovativa partnership pubblico-privato fra Comune di Milano, COIMA e Fondazione Riccardo Catella. Gli obiettivi ESG di COIMA seguono le linee guida di decarbonizzazione dell'Unione Europea: il 100% dei nuovi sviluppi sarà già allineato con l'obiettivo di decarbonizzazione 2050 di 2°C e sarà sottoposto a valutazione delle performance ESG attraverso metriche analitiche proprietarie.

 

Stazione Volvo Recharge

La stazione di ricarica ultrafast Volvo Recharge di Portanuova è dotata di una colonnina Delta UFC200 con due prese di ricarica DC. La colonnina può ricaricare un veicolo elettrico con una potenza di 150 kW, in conseguenza della potenza disponibile al contatore.

L'energia erogata dalla Volvo Recharge Station è prodotta integralmente dalle centrali idroelettriche di Dolomiti Energia (fornitore che eroga il 95 per cento delle utenze di Portanuova) ed è quindi completamente rinnovabile e sostenibile.

Il proprietario dell’infrastruttura di ricarica è COIMA mentre il gestore dell’infrastruttura e del sistema operativo (Charging Point Operator - CPO) è Duferco Energia. Plugsurfing è invece il fornitore di servizi di ricarica (E-Mobility Service Provider – EMP) partner di Volvo nonché uno dei principali provider europei.

Pertanto, in una prima fase iniziale di test (fino al 30 novembre) si potrà caricare alla stazione di Portanuova solo con account Plugsurfing (o Duferco). Poi, una volta attivati i vari roaming necessari, la possibilità di ricarica sarà estesa ad altri provider sul mercato.

 

La ricarica con account Plugsurfing comporterà un prezzo di 0,35 €/kWh, garantito in questa prima fase del progetto sia ai clienti Volvo sia agli utenti di altri marchi. A seguire il prezzo per i clienti non Volvo sarà allineato al mercato.

 

L’inaugurazione della stazione Volvo Recharge a Milano vale anche come prologo ideale al progetto Volvo Recharge Highways – annunciato in marzo e in fase di attuazione in collaborazione con i concessionari della rete Volvo in Italia – che porterà all'installazione di stazioni di ricarica ultrafast su tutto il territorio nazionale.

 

Natura e arredo urbano

In piena sintonia con il contesto circostante, dominato da BAM - Biblioteca degli Alberi Milano e dal Bosco Verticale, la stazione Volvo Recharge di Portanuova è pensata per creare un tassello verde all’interno della città. Il principio cardine del progetto è quello di proporre un nuovo modello di stazione di ricarica che si allontana da quello delle tradizionali stazioni di rifornimento; un luogo dove ricaricare e ricaricarsi in sintonia con la Natura.

La stazione si configura come sistema di arredo urbano, costituito da una pensilina in grado di proteggere dal sole e dalla pioggia e da un Platanus ispanica in piena terra, testimonianza della forte impronta sostenibile e naturale del progetto. I temi della sostenibilità e della biodiversità vengono declinati attraverso la presenza in copertura di un prato fiorito perenne. I materiali utilizzati riflettono l’identità del marchio Volvo e del Volvo Studio Milano.

La stazione Volvo Recharge è un progetto a firma LAND, società internazionale di consulenza paesaggistica con sedi in Italia, Svizzera e Germania e al proprio attivo progetti in Europa, Canada, Medio Oriente e Russia. Tra questi rientrano Portanuova, la strategia Raggi Verdi e la riqualificazione dell’ex area EXPO MIND a Milano.

 

 

ELECTRICity per una moderna mobilità elettrica premium

ELECTRICity è un servizio di mobilità elettrica premium che Volvo Car Italia attiva per i residenti e le Aziende presenti e attive nell’area di Portanuova. Il duplice obiettivo è quello di rispondere alle esigenze di mobilità di un pubblico sensibile alle tematiche della Sostenibilità e di conseguenza fornire uno strumento efficace che consenta di contenere e auspicabilmente ridurre le emissioni di CO2 del distretto.

 

A disposizione del pubblico sarà una flotta di 15 Volvo XC40 Recharge full electric. Ciascuna vettura potrà essere affittata per un tempo che va da 1 ora fino 3 giorni. Dopo le tre ore e mezza di utilizzo si applicherà la tariffa giornaliera, che sarà peraltro estremamente vantaggiosa.

Il servizio sarà accessibile attraverso una specifica app che sarà ospitata all’interno della app del quartiere Portanuova Milano. Il Volvo Studio Milano sarà il centro di coordinamento del servizio.

 

Rispetto ai residenti privati, il servizio di ELECTRICity vuole essere una risposta evoluta e integrata alle molteplici necessità di spostamento legate alla vita quotidiana delle persone, dallo shopping alla scuola per i figli, superando quindi il semplice concetto di car-sharing (non è di fatto previsto il drop-off delle vetture).

 

Da un punto di vista aziendale, il progetto ELECTRICity raggiunge le finalità proprie della nuova figura del Mobility Manager e si propone dunque come strumento a disposizione di chi è chiamato a gestire in maniera efficiente e sostenibile le esigenze di mobilità in chiave corporate.

 

Il servizio di mobilità elettrica ELECTRICity sarà attivo a partire dal prossimo mese di aprile.

 

Le iniziative che annunciamo oggi dimostrano quanto Volvo creda nella sua strategia legata all’elettrificazione finalizzata all’abbattimento delle emissioni di CO2 e come intenda partecipare sempre più attivamente alla definizione di un futuro sostenibile per la città di Milano e del nostro Paese,” ha affermato Michele Crisci, Presidente Volvo Car Italia. Che ha aggiunto: “Investendo sulla Sostenibilità manteniamo le promesse. Abbiamo lanciato il Volvo Studio Milano come luogo nel quale i nostri clienti potevano scoprire e vivere con noi il viaggio di Volvo verso un futuro di mobilità accessibile e sostenibile; così, dopo le prime mondiali delle nostre auto elettriche XC40 e C40, adesso è la volta della prima stazione di ricarica ultrafast della città di Milano e del primo sevizio di mobilità elettrica premium in Italia. Crediamo sia un passo deciso verso l’elettrificazione a testimonianza dell’impegno di Volvo per una Sostenibilità globale. Che significa dunque mobilità ma non solo. Chi vive a Portanuova è un pubblico sensibile ai temi della Sostenibilità e crediamo che saprà apprezzare le iniziative che lanciamo.”

 

“Le città rappresentano una risorsa straordinaria per il nostro territorio e sono fra le infrastrutture più importanti per il nostro futuro.” ha dichiarato Manfredi Catella, Founder e CEO di COIMA. “Contribuire a progettare, sviluppare e gestire territori resilienti che sappiano generare un impatto virtuoso ambientale e quindi sociale, deve rappresentare una missione fondamentale per tutti coloro che operino, a diverso titolo, in tale ambito. Progetti come quelli oggi presentati sono un esempio concreto della capacità di innovare in modo sensibile avendo come obiettivo la realizzazione, tutti insieme, di città sempre più vivibili e sostenibili.”

 

L’articolata collaborazione fra Volvo Car Italia e COIMA – nell’ambito della quale Volvo è da tre anni Park Ambassador di BAM - Biblioteca degli Alberi Milano – parla di Sostenibilità su più fronti e offre a Volvo la possibilità di condividere alcuni valori fondamentali del marchio sulla base di un senso di responsabilità etica, che è vincolo imprescindibile. Volvo opera da un lato per minimizzare il proprio impatto sull’ambiente che la circonda e da un altro per massimizzare il proprio effetto positivo anche in senso civico sull’ambiente stesso attraverso azioni concrete. Volvo mette al centro delle proprie scelte le Persone, intese come individui e collettività, con l’obiettivo di migliorarne la qualità di vita attraverso stimolanti esperienze di pensiero avanzato. Un approccio che trova piena espressione nel Volvo Studio Milano e al quale si ispira anche il processo di elettrificazione del distretto di Portanuova.

 

Volvo Recharge Highways

Volvo Car Italia ha promosso il progetto Volvo Recharge Highways per favorire la mobilità elettrica in Italia e fornire un rassicurante servizio a quegli automobilisti che intendono scegliere di guidare elettrico ma temono le carenze infrastrutturali del nostro Paese in tema di possibilità di ricarica. Si tratta di un’iniziativa senza precedenti realizzata in collaborazione con i concessionari italiani di Volvo. Il progetto prevede l’installazione di stazioni di ricarica ultrafast da 175 kW presso le concessionarie Volvo, in prossimità di altrettante uscite delle principali autostrade italiane e in altri punti strategici del territorio italiano.

Le prime stazioni verranno inaugurate entro la fine dell'anno, le altre entro la metà del 2022. Ancora una volta, in linea con lo spirito di condivisione che da sempre è tipico di Volvo, i punti di ricarica Volvo saranno aperti agli utenti di veicoli elettrici di tutti i marchi e non solo agli utenti Volvo; un messaggio forte per tutti coloro che auspicano un passaggio effettivo senza patemi alla mobilità elettrica.

 

L’impegno di Volvo per la riduzione delle emissioni di CO2

Volvo Cars intende ridurre l'impronta di carbonio del ciclo di vita di un'auto del 40% in media tra il 2018 e il 2025, anche realizzando una riduzione del 25% delle emissioni di carbonio nella sua catena di approvvigionamento entro il 2025. Per questo intende favorire e incentivare l’utilizzo di energia pulita proveniente da fonti rinnovabili.

 

Con la XC40 Recharge, la sua prima auto elettrica introdotta nel 2019, Volvo Cars ha cominciato a pubblicare un rapporto sulla valutazione del ciclo di vita (LCA) per ogni nuovo modello a trazione completamente elettrica. Questi rapporti garantiscono piena trasparenza in merito all'impatto di CO2 di ciascuna vettura in una serie di scenari e forniscono ai clienti informazioni preziose sull'impronta climatica complessiva dell'auto. Il rapporto LCA sulla C40 Recharge indica che ricaricando l’auto con elettricità generata da fonti pulite, la sua impronta di CO2 durante il ciclo di vita scende a circa 27 tonnellate di CO2, rispetto alle 59 tonnellate del SUV compatto XC40 con motore endotermico.

Tuttavia, quando la C40 Recharge viene ricaricata utilizzando un mix energetico medio globale (ottenuto per circa il 60% da combustibili fossili), il tonnellaggio di CO2 durante il ciclo di vita dell'auto può aumentare fino a 50 tonnellate, riducendo significativamente i benefici ambientali rispetto a un'auto ad alimentazione tradizionale.

 

L'energia pulita è un fattore determinante anche nella riduzione dell'impronta di carbonio in fase di produzione di un'auto elettrica. Il rapporto LCA indica che le emissioni legate alla produzione di una C40 Recharge sono del 70% superiori a quelle di una XC40 a benzina. Ciò è dovuto principalmente all'intensità di carbonio della produzione di acciaio e della batteria, oltre che alla maggiore percentuale di alluminio presente nell'auto. Volvo Cars sta adottando misure concrete per affrontare il problema di queste emissioni, anche ricorrendo a collaborazioni per lo sviluppo di acciaio privo di fossili e per la produzione di batterie che utilizzino il 100% di energia rinnovabile.

Per quanto riguarda le sue attività operative, la Casa automobilistica punta a una produzione neutrale per il clima entro il 2025. Già ora, tutti gli stabilimenti europei di Volvo Cars sono alimentati al 100% con elettricità pulita, mentre l’impianto di Torslanda in Svezia ha raggiunto la neutralità climatica. Guardando ad altre parti del mondo, anche i siti cinesi di Chengdu e Daqing sono alimentati da elettricità neutra per il clima.

 

Volvo C40, la prima auto solo full electric di Volvo arriva in Italia

Dopo il reveal mondiale avvenuto lo scorso 2 marzo, Volvo C40 arriva sul mercato italiano. In linea con la politica di massima semplificazione per il cliente nel processo di acquisto o acquisizione di un’auto perseguita da Volvo, Volvo C40 viene offerta in un solo allestimento – 1st Edition – e due prezzi: 57.500 Euro (con accesso agli ecoincentivi) o 60.950 Euro se si opta per la formula Care Offer che include tre anni di manutenzione e assicurazione kasko/furto/incendio.

 

Volvo C40 Recharge è basata sulla CMA (Architettura Modulare Compatta), l’avanzata piattaforma modulare frutto di un lavoro di collaborazione all’interno del Gruppo Geely. Volvo C40 Recharge offre tutti i vantaggi di un SUV, a fronte di un profilo ribassato e più filante che garantisce migliori caratteristiche aerodinamiche. Si distingue per una sezione posteriore dal design accattivante che ben si sposa con la linea più bassa del tetto, mentre il frontale ridisegnato propone un nuovo look per le Volvo a trazione solo elettrica e include proiettori dotati di un'avanzatissima tecnologia a pixel. È inoltre il primo modello Volvo ad avere interni completamente leather-free.

 

Al pari della XC40 Recharge, la C40 Recharge è dotata di uno dei migliori sistemi di infotainment presenti sul mercato, sviluppato in collaborazione con Google e basato sul sistema operativo Android. Il sistema mette a disposizione dei consumatori app e servizi di Google integrati, come ad esempio Google Maps, Google Assistant e il Google Play Store*. La disponibilità di dati illimitati consente una connettività di livello superiore e la C40 Recharge riceverà dunque gli aggiornamenti software via etere, in modalità OTA. Ciò significa che l'auto continuerà a evolversi nel tempo, anche dopo aver lasciato la fabbrica, rimanendo sempre al passo con le ultime tecnologie.

 

La C40 Recharge è dotata di due motori elettrici, uno sull'asse anteriore e uno su quello posteriore, alimentati da una batteria da 78 kWh che può essere ricaricata velocemente al 10-80% in meno di 40 minuti. La sua autonomia di percorrenza certificata è di circa 420 km. La batteria è protetta da una gabbia di sicurezza formata da un telaio di alluminio estruso ed è stata collocata al centro della carrozzeria, creando una zona deformabile attorno alla batteria stessa. La posizione centrale della batteria sul pianale della vettura ha inoltre il vantaggio di abbassarne il baricentro e garantire una maggiore resistenza al ribaltamento. Nella sezione posteriore, il propulsore elettrico è stato integrato nella struttura della carrozzeria per migliorare la distribuzione delle forze d’urto lontano dall’abitacolo in caso di impatto.

 

La C40 Recharge è anche dotata dei più recenti sistemi di assistenza alla guida (ADAS) di Volvo Cars, un insieme moderno e scalabile di sistemi di sicurezza attiva costituito da una serie di radar, telecamere e sensori a ultrasuoni.

 

Video Istituzionale: https://we.tl/t-HqVTdv3mbr

Coperture Video Volvo Recharge Station per STAMPA/TV: https://we.tl/t-8hZ3qM5rkz

 

-------------

 

Volvo Car Group nel 2020

Nell’esercizio finanziario 2020, Volvo Car Group ha registrato un utile operativo di 8,5 miliardi di corone svedesi (14,3 miliardi di SEK nel 2019).  Nello stesso periodo, i ricavi sono stati pari a 262,8 miliardi di corone svedesi (274,1 miliardi di SEK). Nel corso del 2020, le vendite complessive hanno raggiunto le 661.713 unità (705.452), registrando un calo del 6,2% rispetto al 2019.

 

Volvo Car Group in breve

Volvo è presente sul mercato dal 1927. Oggi Volvo Cars è uno dei marchi automobilistici più noti e stimati al mondo, con vendite complessive pari a 661.713 unità nel 2020 in circa 100 Paesi. Dal 2010, Volvo Cars è controllata dalla cinese Zhejiang Geely Holding.

 

A dicembre 2020, Volvo Cars contava complessivamente 40.000 (41.500) dipendenti a tempo pieno. La sede centrale di Volvo Cars si trova a Goteborg, in Svezia, dove vengono svolte prevalentemente anche le attività di sviluppo di prodotto, marketing e amministrazione. La sede di Volvo Cars per le attività nell’area Asia-Pacifico è a Shanghai. I principali stabilimenti di produzione della Casa Automobilistica sono a Goteborg (Svezia), Ghent (Belgio), in Sud Carolina (USA), a Chengdu e Daqing (Cina), mentre i motori vengono prodotti a Skövde (Svezia) e Zhangjiakou (Cina) e i componenti della carrozzeria a Olofström (Svezia).

 

In base al nuovo obiettivo aziendale perseguito, Volvo Cars punta a garantire che i clienti siano Liberi di Muoversi in modo personalizzato, sostenibile e sicuro. Questo obiettivo si riflette in una serie di ambiziosi traguardi che la Casa Automobilistica intende raggiungere: ad esempio, portare al 50% la quota di vetture con trazione esclusivamente elettrica sul totale delle unità vendute globalmente e stabilire cinque milioni di rapporti diretti con clienti entro la metà del decennio. Volvo Cars si sta inoltre impegnando con determinazione a ridurre costantemente la propria impronta di carbonio, per arrivare a realizzare l’ambizioso obiettivo di diventare un’azienda a impatto zero sul clima entro il 2040.

Keywords:
Eventi / Attività, Sostenibilità, Elettrificazione
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.
Contattateci