Comunicati stampa

Volvo Cars trasferisce al suo interno lo sviluppo del software: le auto del futuro funzioneranno con il sistema operativo Volvo

Volvo Cars intende portare le attività di sviluppo del software all'interno dell'azienda, dal momento che l'attrattiva di un'auto viene sempre più spesso determinata da funzionalità e caratteristiche legate al software, anziché da elementi tipicamente automobilistici.

 

La prossima generazione di modelli Volvo puramente elettrici, incluso il primo SUV di Volvo Cars basato su una tecnologia completamente nuova esclusivamente elettrica, utilizzerà il sistema operativo (OS) di Volvo Cars, chiamato VolvoCars.OS, che consente uno sviluppo più rapido e flessibile. Questa novità, insieme a una maggiore frequenza degli aggiornamenti over-the-air delle auto dei clienti nel corso dell'intero ciclo di vita delle stesse, permetterà alla Casa automobilistica di perseguire l'obiettivo di rendere le auto Volvo ogni giorno migliori.

 

VolvoCars.OS fungerà da "sistema ombrello" per le Volvo con trazione esclusivamente elettrica. Esso integra i diversi sistemi operativi a bordo e nel cloud, creando un unico ambiente operativo omogeneo. I sistemi operativi sottostanti includono Android Automotive OS, QNX, AUTOSAR e Linux.

 

Attraverso una serie di interfacce di programmazione delle applicazioni (API), tra cui la già annunciata Extended Vehicle API, VolvoCars.OS permette agli sviluppatori di accedere, previo consenso del cliente, a elementi che si trovano a bordo dell'auto come i dati dei sensori del veicolo, alle interfacce utente e a funzioni basate su cloud come i dati della flotta, consentendo loro di creare nuovi servizi e applicazioni per le auto Volvo.

 

"Sviluppando il software in-house possiamo accelerare i tempi di sviluppo e migliorare la vostra Volvo più velocemente di quanto possiamo fare oggi", ha spiegato Henrik Green, chief technology officer. "Proprio come sul vostro smartphone o computer, il nuovo software e le nuove funzioni possono essere installati rapidamente mediante aggiornamenti over-the-air, migliorando la vostra Volvo e rendendola ancora più godibile nel tempo".

 

Per sfruttare al massimo i benefici dello sviluppo in-house del software, Volvo Cars sta anche centralizzando le operazioni di elaborazione all'interno delle sue auto completamente elettriche in un sistema "core", eliminando così gran parte della complessità. Invece di fare affidamento su più unità di controllo elettronico presenti sull'auto, da cui dipendono singoli funzioni e sistemi, una porzione crescente del software sviluppato internamente girerà su un potente sistema di core computing all'interno del veicolo.

 

Il sistema di core computing, che sarà introdotto per la prima volta su un nuovo modello Volvo che verrà presentato nel 2022, consta di tre computer principali. Questi si supportano a vicenda nelle attività di elaborazione della visione operativa e intelligenza artificiale, e in quelle di calcolo generale e infotainment, rispettivamente.

 

Il passaggio alla centralizzazione delle funzioni di calcolo permette inoltre a Volvo Cars di separare gradualmente l'hardware dal software. Ciò significa che la Casa automobilistica potrà introdurre cicli hardware più frequenti, così che i nuovi modelli Volvo possano essere equipaggiati con il più recente hardware disponibile.

 

Volvo Cars sta effettuando il passaggio allo sviluppo in-house e al computing centralizzato in collaborazione con società tecnologiche di punta. Fra queste figurano NVIDIA, con cui la Casa sta lavorando sui sistemi "core", e Google, il suo partner per lo sviluppo congiunto dei sistemi di infotainment.

 

"Abbiamo scelto consapevolmente di collaborare con dei veri leader tecnologici quando è opportuno", ha aggiunto Henrik Green. "Google è un autentico campione per quanto riguarda l'esperienza utente e i servizi, da Google Maps a Google Assistant, mentre NVIDIA ci dà accesso ad alcuni tra i più veloci e migliori strumenti di calcolo disponibili. Questo approccio basato su partnership strategiche selezionate è molto più efficace rispetto al cercare di fare tutto da soli".

 

Il successo della collaborazione di Volvo Cars con i leader tecnologici, orientata a offrire ai clienti la migliore esperienza d’utilizzo possibile, è stato anche uno dei fattori trainanti della sua decisione di aprire il VolvoCars.OS all'innovazione da parte di terzi attraverso API aperte.

 

L'annuncio di oggi viene effettuato in concomitanza con il primo Volvo Cars Tech Moment. È possibile seguire l'evento in diretta e on demand qui.

 

-------------------------------

 

Volvo Car Group nel 2020

Nell’esercizio finanziario 2020, Volvo Car Group ha registrato un utile operativo di 8,5 miliardi di corone svedesi (14,3 miliardi di SEK nel 2019).  Nello stesso periodo, i ricavi sono stati pari a 262,8 miliardi di corone svedesi (274,1 miliardi di SEK). Nel corso del 2020, le vendite complessive hanno raggiunto le 661.713 unità (705.452), registrando un calo del 6,2% rispetto al 2019.

 

Volvo Car Group in breve

Volvo è presente sul mercato dal 1927. Oggi Volvo Cars è uno dei marchi automobilistici più noti e stimati al mondo, con vendite complessive pari a 661.713 unità nel 2020 in circa 100 Paesi. Dal 2010, Volvo Cars è controllata dalla cinese Zhejiang Geely Holding.

 

A dicembre 2020, Volvo Cars contava complessivamente 40.000 (41.500) dipendenti a tempo pieno. La sede centrale di Volvo Cars si trova a Goteborg, in Svezia, dove vengono svolte prevalentemente anche le attività di sviluppo di prodotto, marketing e amministrazione. La sede di Volvo Cars per le attività nell’area Asia-Pacifico è a Shanghai. I principali stabilimenti di produzione della Casa Automobilistica sono a Goteborg (Svezia), Ghent (Belgio), in Sud Carolina (USA), a Chengdu e Daqing (Cina), mentre i motori vengono prodotti a Skövde (Svezia) e Zhangjiakou (Cina) e i componenti della carrozzeria a Olofström (Svezia).

 

In base al nuovo obiettivo aziendale perseguito, Volvo Cars punta a garantire che i clienti siano Liberi di Muoversi in modo personalizzato, sostenibile e sicuro. Questo obiettivo si riflette in una serie di ambiziosi traguardi che la Casa Automobilistica intende raggiungere: ad esempio, portare al 50% la quota di vetture con trazione esclusivamente elettrica sul totale delle unità vendute globalmente e stabilire cinque milioni di rapporti diretti con clienti entro la metà del decennio. Volvo Cars si sta inoltre impegnando con determinazione a ridurre costantemente la propria impronta di carbonio, per arrivare a realizzare l’ambizioso obiettivo di diventare un’azienda a impatto zero sul clima entro il 2040.

Keywords:
Sicurezza, Connettività
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.
Contattateci