Comunicati stampa

Volvo Car Group annuncia per il terzo trimestre del 2016 un incremento dell’utile operativo del 62% rispetto all’esercizio precedente, arrivando a 2,07 miliardi di SEK

 

Volvo Car Group, casa produttrice di automobili di lusso, ha annunciato per il terzo trimestre dell’anno un utile operativo pari a SEK 2.067 mln, in aumento rispetto al totale di SEK 1.276 mln registrato nello stesso periodo dell’esercizio precedente, con un incremento del fatturato anno su anno che ha visto il risultato passare a SEK 41,1mrd dai SEK 36,1 mrd dell’anno precedente. Il margine operativo è aumentato, passando dal 3,5% del terzo trimestre del 2015 al 5% nel 2016.

 

L’utile operativo registrato nei primi nove mesi dell’anno è risultato pari a SEK 7,66 mrd, rispetto a un utile operativo per l’intero esercizio 2015 di SEK 6,6 mrd, il che ha portato Volvo Cars a rivedere le proprie previsioni di “miglioramento” per l’esercizio in corso, ipotizzando un “sostanziale miglioramento” dell’utile rispetto allo scorso anno.

 

“A nove mesi dall’inizio dell’esercizio, posso affermare con certezza che Volvo Cars si trova sulla strada giusta per concludere un altro anno con risultati da record in termini di vendite e che ci si attende un sostanziale miglioramento dell’utile operativo dell’esercizio attuale,” ha dichiarato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO.

 

Volvo Cars ha attribuito l’ottimo risultato del terzo trimestre alle vendite sostenute di modelli sia nuovi sia già esistenti nella gamma registrate nei mercati più importanti. Le auto più vendute nel trimestre sono risultate essere la XC60 SUV e la V40 due volumi, ovvero modelli già presenti nella gamma della Casa, con un totale di 38.000 e 23.000 unità consegnate rispettivamente, immediatamente seguite dalla nuova XC90 SUV, con vendite pari a 22.000 unità. Le vendite del modello XC90 hanno raggiunto le 66.000 unità nei primi nove mesi dell’anno.

 

Complessivamente, nel terzo trimestre dell’esercizio le vendite a privati sono aumentate del 7,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, arrivando a 122.766 unità, con un eccezionale incremento delle consegne di oltre il 20% in Cina e negli Stati Uniti nel periodo considerato. Il dettaglio dei risultati operativi e finanziari della Casa è disponibile cliccando  qui.

 

Oltre a crescere in termini di vendite e redditività, Volvo Cars sta continuando a sviluppare e presentare una    gamma di nuovi modelli.

 

Nel terzo trimestre del 2016 si sono resi disponibili per l’acquisto da parte dei clienti tutti i modelli della serie 90, ovvero la gamma di fascia alta di Volvo Cars. I segnali sono positivi e lasciano presumere che al successo della XC90 SUV possa seguire una forte domanda di S90 berlina e V90 station wagon.

 

Un’altra evoluzione significativa rilevata nel terzo trimestre è data da quanto fatto da Volvo Cars per consolidare ulteriormente la propria posizione di leadership nell’ambito della guida autonoma attraverso due importanti alleanze.

 

La prima è stata conclusa con Uber, l’azienda americana che offre servizi di trasporto automobilistico privato online. Volvo Cars è la prima Casa automobilistica che stipula un accordo di collaborazione con Uber per sviluppare automobili senza conducente che possano fornire un servizio di taxi. “E’ un fatto decisamente significativo che fra tutte le Case automobilistiche esistenti al mondo Uber abbia scelto di collaborare proprio con Volvo Cars,” ha commentato Samuelsson.

 

La seconda iniziativa riguarda l’avvio di una joint venture con Autoliv – l’azienda svedese specializzata in tecnologie per la sicurezza automobilistica – per lo sviluppo e la commercializzazione di software per automobili con guida autonoma.

 

“Volvo Cars non vuole più essere soltanto un costruttore di automobili, ma punta sempre più ad essere protagonista anche nell’ambito dello sviluppo di software per poter reagire ai significativi cambiamenti tecnologici in corso nell’industria automobilistica,” ha concluso Håkan Samuelsson.

 

-------------------------------

 

Volvo Car Group nel 2015

Nell’anno finanziario 2015 Volvo Car Group ha registrato un utile operativo di 6,6 miliardi di SEK (erano stati 2,1 miliardi nel 2014). Il fatturato nello stesso periodo è salito a 164 miliardi di SEK (137,5 miliardi di SEK nel 2014). Sull’intero anno le vendite globali hanno raggiunto la cifra record di 503.127 auto con un incremento pari all’8 percento rispetto al 2014. I record nelle vendite e l’ammontare dell’utile operativo permettono a Volvo Car Group di continuare a investire nel piano di trasformazione globale intrapreso.

 

Volvo Car Group in cifre

Volvo ha iniziato la propria attività produttiva nel 1927. Oggi Volvo Cars è uno dei marchi più conosciuti e rispettati al mondo con vendite pari a 503.127 unità nel 2015, ottenute in circa 100 Paesi. Dal 2010 Volvo Cars è di proprietà della cinese Zhejiang Geely Holding (Geely Holding). In precedenza, era stata parte dello svedese Volvo Group fino al 1999, anno in cui l’Azienda fu rilevata dalla statunitense Ford Motor Company. Nel 2010, dunque, l’acquisizione da parte di Geely Holding.

 

Nel dicembre 2015, Volvo Cars contava circa 29.000 dipendenti in tutto il mondo. La sede centrale, le attività di sviluppo del prodotto e di marketing e le funzioni amministrative di Volvo Cars sono ubicate prevalentemente a Goteborg, in Svezia. La sede di Volvo Cars in Cina si trova a Shanghai. I principali stabilimenti di produzione automobilistica della società sono a Goteborg (Svezia), Ghent (Belgio) e Chengdu (Cina), mentre i motori vengono costruiti a Skövde (Svezia) e Zhangjiakou (Cina) e i componenti della carrozzeria a Olofström (Svezia).

 

 

Keywords:
Aziendale
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.
Contattateci