Comunicati stampa

Volvo Cars punta ad essere leader di mercato nella tecnologia ibrida Plug-in

 

Volvo Cars continua a concentrarsi pesantemente sulle tecnologie "verdi" e compie oggi un altro passo in avanti enorme in accordo con la visione dell'Azienda - DRIVe Towards Zero. Un esclusivo progetto congiunto con il produttore di energia elettrica Svedese Vattenfall accelera, di fatto, il processo per la produzione e la commercializzazione di auto Volvo alimentate a batteria con tecnologia ibrida Plug-in a ricarica elettrica già dal 2012.

 

"Non vi è alcun dubbio che il problema ambientale sia oggi al primo posto dell'agenda di sviluppo di prodotto di Volvo Cars", afferma  Stephen Odell, Presidente e CEO di Volvo Cars. "Le emissioni di CO2 delle vetture Volvo saranno drasticamente ridotte in funzione del piano che stiamo ora implementando e la nostra aggressiva strategia di elettrificazione dei nostri prodotti ci porrà in posizione di leadership sul fronte dei veicoli a ridotto impatto ambientale".

 

Ibridi elettrici Plug-in in produzione nel 2012

I veicoli ibridi elettrici Plug-in presentano numerosi benefici: le emissioni di CO2 sono molto più basse e con un motore elettrico in grado di fornire un potenza più elevata, le prestazioni migliorano in maniera decisa.

 

Essere in grado di offrire una vettura realmente attraente che non compromette le altre caratteristiche che l'utente comunque vuole ritrovare è un prerequisito assolutamente essenziale affinché il mercato possa muovere in direzione di alternative sostenibili che realmente possano fare la differenza. "In effetti, mi sento di poter dire che l'ibrido elettrico Plug-in che lanceremo nel 2012 sarà davvero una dream-car. Grazie alla innovativa soluzione che offriremo, il proprietario di quella vettura sarà in grado di guidare un'auto di assoluta soddisfazione dotata di tutta la sicurezza Volvo e in grado di fornire piacere di guida", dice Stephen Odell.

 

Stephen Odell aggiunge che la cooperazione industriale fra Volvo Cars e Vattenfall apre nuove e inedite potenzialità per quanto riguarda lo sviluppo di future tecnologie "verdi" in modo assai più efficiente. Nell'opinione di Volvo, lavorare in partnership è essenziale al fine di generare sviluppo sostenibile.

 

"DRIVe Towards Zero è la nostra visione e con la collaborazione di Vattenfall, grazie alla loro conoscenza specifica, stiamo facendo un passo enorme verso il raggiungimento dei nostri obiettivi. Con la nostra mappa ambientale aggiornata per il futuro stiamo rafforzando la nostra pozione di leadership sul fronte del rispetto ambientale all'interno del segmento premium", conclude Stephen Odell.

Di seguito, una sintesi dei prodotti a propulsione alternativa di Volvo Cars e la mappa dei futuri sviluppi.

 

DRIVe

Attualmente Volvo Cars presenta sette diversi modelli che possono essere specificati in versione DRIVe. Il badge DRIVe individua nella gamma Volvo tutti quei modelli o versioni che presentano emissioni di CO2 particolarmente basse. Tra le diverse caratteristiche, queste vetture presentano soluzioni aerodinamiche studiate per ridurre la resistenza all'avanzamento e le motorizzazioni sono ottimizzate per ridurre i consumi. Le varianti più efficienti da questo punto di vista sono Volvo C30, S40 e V50 1.6D DRIVe, che dichiarano consumi pari a 3.9 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 104 g/km.

 

FlexiFuel

I modelli FlexiFuel di Volvo Cars sono alimentati a E85 (bioetanolo rinnovabile all'85% e 15% di benzina).

Il bioetanolo è un carburante interamente rinnovabile e può essere prodotto da una serie di fonti diverse, come la canna da zucchero, il frumento o i residui della lavorazione del legno. Sia i modelli più piccoli della gamma Volvo (C30, S40 e V50) and le vetture più grandi (V70 e S80) sono disponibili in variante FlexiFuel. C'è una scelta di tre motorizzazioni diverse: il 1.8F da125 CV, il 2.0F da 145 CV e il 2.5FT sovralimentato da 231 CV.

 

Bi-Fuel: V70 2.5FT in configurazione a gas

Il Biogas è uno dei combustibili per vetture dal più basso impatto ambientale. Nel mercato interno di Volvo, dove esiste un'adeguata infrastruttura per la distribuzione del gas, la best seller Volvo V70 sarà disponibile nel 2009 in versione con alimentazione a gas. La conversione con l'installazione del serbatoio per il gas è affidata ad uno specialista esterno, al quale Volvo Cars si è affidata. L'autonomia con un pieno di gas è di circa 300 km. Ma la vettura può anche funzionare a bioetanolo con il quale è alimentato il motore 2.5FT 231 CV; l'autonomia totale della vettura supera così i 900 km.

La vettura può dunque essere alimentata con benzina, bioetanolo, gas naturale e hythane*.

* Metano con il 10% di gas di idrogeno mescolato nel carburante.

 

Tecnologia Start/Stop

La gamma di Volvo Cars include anche alcuni modelli nei quali il motore si spegne automaticamente quando la vettura arresta la propria marcia. Questi cosiddetti micro-ibridi consentono una riduzione dei consumi pari al 4-5 percento. Il sistema è particolarmente efficace nel traffico congestionato, allorché sono frequenti le fermate e le ripartenze. Il dispositivo Start/Stop è stato introdotto sui modelli Volvo C30, S40 e V50 DRIVe e sarà costantemente sviluppato fino ad essere impiegato anche su altre motorizzazioni. In 2011 Volvo Cars prevede di introdurre un sistema sviluppato in proprio, ulteriormente perfezionato ed altamente avanzato, potenzialmente in grado di dare vantaggi ancora più elevati.

 

Tecnologia GTDi

Nel 2009 Volvo Cars lancerà lo sviluppo di una generazione completamente nuova di motori a benzina ad alta efficienza. Questi motori saranno assai più economici e abbatteranno i consumi e le emissioni di CO2 del 20-30 percento.

La tecnologia GTDi rende possibile ridurre le dimensioni e le cilindrate dei motori mantenendo invariati gli attuali livelli prestazionali.

 

Ibridi elettrici Plug-in

Volvo Cars commercializzerà auto ibride elettriche Plug-in a partire dal 2012. Tale tecnologia prevede batterie per l'alimentazione un motore elettrico totalmente privo di emissioni. La batteria si ricarica da una normale presa elettrica da parete; in aggiunta, viene accumulata anche l'energia che si sviluppa nelle fasi di frenata del veicolo.

Questo sistema di alimentazione sarà integrato da uno dei motori Diesel ad alta efficienza prodotti da Volvo.

Il motore Diesel è realizzato per poter funzionare con carburante Diesel sintetico rinnovabile e rispetterà le future normative in tema di emissioni allo scarico, che saranno assai restrittive.

 

La vettura sarà al top della gamma e, in aggiunta a ciò, le emissioni saranno virtualmente assenti nell'uso con alimentazione elettrica. Se le batterie saranno ricaricate con corrente elettrica prodotta da fonti rinnovabili, le emissioni di CO2 dal punto di vista del ciclo di vista della vettura saranno estremamente basse. Nel ciclo NEDC, le emissioni di CO2 di una Volvo elettrica ibrida Plug-in saranno inferiori ai 50 g/km.

 

L'auto elettrica ibrida Plug-in, quindi, rientrerà in una fascia di tassazione particolarmente agevolata in molti Paesi. In molte nazioni Europee, infatti, nei prossimi anni saranno introdotti programmi di incentivi o sgravi fiscali. Vetture in gradi di vantare emissioni di CO2 al di sotto dei 50 g/km avranno con ogni probabilità accesso alle condizioni più vantaggiose.

 

Auto a batteria

Per coprire brevi distanze nel traffico cittadino, il prossimo passo potrà essere l'introduzione di speciali veicoli a batteria. Volvo Cars sta attivamente investigando in questa area di applicazione. Di certo ci sono numerose problematiche da risolvere relativamente all'utilizzo di veicoli a batteria e Volvo sta lavorando intensamente per trovare modi alternativi per ridurre il costo delle batterie, aumentarne le prestazioni e assicurare che gli standard di sicurezza di Volvo siano rispettati e soddisfatti in tutte le condizioni di utilizzo.

Attualmente, non vi sono autoa batteria nei piani produttivi di Volvo, ma la possibilità di introdurre nuove tecnologie "verdi" costituisce un quadro in costante aggiornamento.

 

Per ulteriori informazioni:

Volvo Cars Newsroom: https://www.media.volvocars.com

Sito Media di Vattenfall all'indirizzo: http://www.vattenfall.com/

 

Maria Bohlin, VCC Media Relations mbohlin1@volvocars.com, telefono +46 31 59 65 25

Edvard Lind, Media Relations, edvard.lind@vattenfall.com, telefono +46 8 739 56 74

Ufficio Stampa Vattenfall: Telefono +46 8 739 50 10

Keywords:
Ambiente, Tecnologia, Sostenibilità
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto