Comunicati stampa

Volvo ReCharge Concept

 

Innovativa ibrida plug-in: fino a 100 km alimentata a batteria e motore a combustione di riserva

 

 

Volvo ReCharge Concept è un'ibrida plug-in con un motore elettrico in corrispondenza di ciascuna ruota e batterie che si ricaricano ogni giorno attraverso una presa elettrica domestica.

Una soluzione che consente al conducente di percorrere circa 100 chilometri con la sola energia elettrica. Quando è necessario, si attiva il motore quattro cilindri a combustione dell'auto, per ricaricare le batterie mentre si è in viaggio.

 

 

"Nel nostro portafoglio prodotti del futuro inseriremo una quantità di auto elettriche. Avendo un'eccellente autonomia con la sola batteria, ed essendo allo stesso tempo dotata di un motore a combustione che funge da riserva e ricarica durante il viaggio, la Volvo ReCharge Concept rappresenta un prototipo estremamente interessante per il futuro", afferma Magnus Jonsson, Vicepresidente e capo del settore Ricerca e Sviluppo di Volvo Cars.

Volvo ReCharge Concept è stata creata presso il Volvo Concept and Monitoring Center (VMCC) di Camarillo, in California.

 

"Si tratta di un'invenzione rivoluzionaria. Chiunque percorra meno di 100 chilometri al giorno non avrà quasi mai bisogno di recarsi presso un distributore. Negli USA, si tratta di circa l'80 percento di tutti gli automobilisti", spiega Magnus Jonsson.

L'eccellente autonomia della batteria fa sì che la Volvo ReCharge Concept pesi eccezionalmente poco sulle finanze del suo proprietario.

Quando si guida utilizzando la sola energia elettrica, i costi sono circa l'80 percento inferiori rispetto ad un'auto a benzina della stessa cilindrata. Per distanze superiori a quella coperta dalla batteria, e con il motore a combustione in funzione, i consumi di carburante variano da 0 a 5,5 l/100 km a seconda del carburante e di quanto si utilizza il motore a combustione.

 

"Se utilizzata nel modo più efficiente, la ibrida plug-in dovrebbe garantire emissioni di anidride carbonica inferiori di circa il 66 percento rispetto alle auto ibride disponibili oggi sul mercato. E se l'elettricità proviene da fonti ecologiche come biogas, energia idroelettrica o nucleare, i dati migliorano ulteriormente", commenta Magnus Jonsson.

 

Un motore elettrico per ogni ruota

Non vi è alcun collegamento in termni di trasmissione meccanica fra il motore a combustione e le ruote. Volvo ReCharge Concept è una cosiddetta ibrida in serie dotata di alcune tecnologie che interagiscono tra loro:

  • Il pacco batteria installato sotto il pavimento del vano bagagli è costituito da batterie litio-ione-polimero. Sono progettate per durare ben più a lungo della stessa auto.
  • Quattro motori elettrici, uno per ogni ruota, forniscono una trazione individuale a quattro ruote motrici.
  • Un motore a combustione da quattro cilindri alimenta l'avanzato generatore che dà potenza ai motori delle ruote quando è necessario ricaricare la batteria. Tra le possibili alternative vi sono, per esempio, il motore diesel quattro cilindri da 1,6 litri o un motore Flexifuel quattro cilindri.

 

Un'auto elettrica con il supporto di un motore a combustione

In linea di massima si potrebbe dire che Volvo ReCharge Concept è un'auto elettrica a batteria con un efficiente generatore o Auxiliary Power Unit (APU) che interviene quando la batteria si esaurisce.

Il generatore è stato progettato per distribuire l'energia elettrica ai motori elettrici di ogni ruota. Dato che il motore a combustione alimenta solo il generatore, tale processo di combustione può essere del tutto ottimizzato sia per quanto riguarda i consumi di carburante, sia per quanto concerne le emissioni di CO2.

La APU sarebbe abbastanza potente da poter fornire energia elettrica ad un'intera villa. Con una minima modifica, sarebbe in grado, dal luogo in cui è parcheggiata, di fungere da generatore elettrico per il proprietario dell'auto in caso di mancanza di corrente.

 

 

Il conducente può scegliere il tipo di alimentazione

Il motore a combustione si avvia automaticamente quando la batteria ha consumato il 70 percento della propria energia. Tuttavia, il conducente può anche attivare manualmente il motore attraverso un pulsante sul cruscotto.

"C'è una sostanziale differenza tra la nostra ibrida plug-in e le ibride attuali, che utilizzano la batteria solo per brevi periodi e sostanzialmente per aiutare il motore a combustione. Al contrario, la nostra soluzione consente alla maggior parte dei proprietari di auto di guidare al cento per cento utilizzando energia elettrica, con l'ulteriore sicurezza di sapere che a bordo vi è anche un motore a combustione di emergenza", spiega Ichiro Sugioka, project manager per la Volvo ReCharge Concept. Che aggiunge: "La nostra C30 con tecnologia ibrida plug-in mantiene le proprie caratteristiche dinamiche di vivace sportività. Si passa da 0 a 100 km/h in 9 secondi, e la velocità massima è quasi 160 km/h".

 

Motori elettrici appositi

I componenti elettrici centrali in Volvo ReCharge Concept - il generatore per la APU e i quattro motori delle ruote - sono stati sviluppati in stretta collaborazione con una azienda leader in questo campo, la britannica PML Flightlink.

Con un motore elettrico per ruota, sia la distribuzione del peso sia la trasmissione della potenza sono ottimali, senza alcuna perdita nel treno di ingranaggi.  L'auto è priva di trasmissione tradizionale, quindi non vi è neppure la leva del cambio.

Per ottimizzare ulteriormente i vantaggi ecologici, Volvo ReCharge Concept è dotata di pneumatici Michelin ad alta efficienza, sviluppati appositamente per lasciare spazio ai motori collocati in corrispondenza delle ruote.

L'auto ha quattro ruote motrici nel vero senso della parola. È possibile regolare singolarmente la motricità di ogni ruota.

L'energia generata durante la frenata viene ritrasmessa alla batteria.  Quanto il sistema sarà stato sviluppato completamente, Volvo spera di poter sostituire i freni convenzionali con freni elettrici che riducano la perdita di energia dovuta ad attrito.

Un sistema di controllo elettronico quadruplo contribuisce a dare affidabilità operativa alla trasmissione e al sistema di frenata.

 

Soluzione verde per i pendolari

Volvo ReCharge Concept è più adatta a chi usa l'auto per coprire ogni giorno brevi distanze. Ad esempio, il proprietario di un'auto che percorre meno di 100 km per recarsi da casa al luogo di lavoro può coprire l'intera distanza utilizzando solo l'energia elettrica.

Anche chi percorre più chilometri rispetto a quelli di autonomia della batteria può contare su notevoli vantaggi ambientali. Per un tragitto di 150 chilometri, iniziato con batteria completamente carica, si consumeranno meno di 2,8 litri di carburante, il che corrisponde ad un consumo pari a 1,9 l/100 km.

"L'unico requisito per il proprietario dell'auto è quello di avere accesso ad una normale presa di corrente in un luogo accessibile, a casa o al lavoro. Una carica completa richiede 3 ore. Tuttavia, anche una ricarica rapida di solo un'ora consentirà di percorrere circa 50 chilometri", spiega Magnus Jonsson.

Keywords:
ReCharge Concept, Ambiente, Saloni dell'Auto, Prototipi
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto