Comunicati stampa

Gli abitacoli delle vetture Volvo offrono un ambiente a prova di allergie

 

L'ambiente a bordo delle vetture Volvo deve risultare salubre anche per le persone che soffrono di ipersensibilità. Sulla base di tale requisito, i tre modelli Volvo S80, V70 e XC70 sono ora consigliati dall'Associazione svedese per l'asma e le allergie. Un numero crescente di clienti inizia inoltre a manifestare esigenze precise in merito alla qualità dell'aria all'interno dell'abitacolo.

 

Le statistiche indicano che nel mondo industrializzato fino al 45 percento della popolazione soffre di qualche forma di allergia. Di tali patologie, oltre il dieci percento sono rappresentate dall'asma. Il marcato incremento, verificatosi a partire dagli anni '50, può essere attribuito, fra l'altro, a inquinanti atmosferici come gli ossidi di azoto, l'ozono a livello del suolo, i particolati e i pollini.


Verso la metà degli anni '90, Volvo Cars ha deciso di definire parametri e collaudi al fine di creare nell'abitacolo delle sue vetture un ambiente salubre, e quindi "sicuro" anche per le persone che soffrano di ipersensibilità. Al momento della sua introduzione, nel 1998, Volvo S80 è stato il primo modello Volvo a rendere evidenti i risultati di tale impegno.
 
Assenza di odori
L'obiettivo assunto da Volvo consiste nel fare sì che l'aria presente all'interno dell'abitacolo sia più pulita di quella esterna, tenendo conto sia dell'aria introdotta nell'abitacolo sia delle emissioni prodotte dai materiali utilizzati a bordo.  Quello che viene spesso definito "odore di auto nuova" è in realtà frutto di bassi livelli di emissioni di materiali quali plastiche in PVC e alcuni metalli. I livelli sono tali da non rappresentare un pericolo; ma quando la vettura si riscalda le concentrazioni possono raggiungere valori in grado di causare irritazioni nelle persone sensibili. Le sostanze in questione vengono espulse rapidamente dall'abitacolo, ma l'obiettivo di Volvo Cars consiste nell'evitare del tutto tali odori.


"Puntiamo a ridurre al minimo tutti gli odori, poiché quelli intensi possono scatenare attacchi di asma", spiega Andreas Andersson, responsabile delle attività relative alla qualità dell'aria in abitacolo presso i laboratori di Volvo Car Corporation.


Sistemi di depurazione
Le attività relative all'ambiente interno possono essere suddivise in due filoni principali: qualità dell'aria e allergie da contatto. Per garantire che l'aria immessa nell'abitacolo sia il più possibile pulita, Volvo Cars ha sviluppato due sistemi, detti Sistema per la Qualità dell'Aria Interna (IAQS, Interior Air Quality System) e Pacchetto per la Pulizia dell'Interno dell'Abitacolo (CZIP, Clean Zone Interior Package). Il sistema IAQS effettua il monitoraggio della qualità dell'aria in ingresso, chiudendo automaticamente le prese d'aria se i livelli delle sostanze nocive diventano eccessivi. Un filtro multiplo rimuove i particolati e i pollini, ma impiega anche uno strato di carboni attivi per eliminare gli odori e l'ozono presente a livello del suolo.


"Il sistema chiude, ad esempio, le prese d'aria quando si percorre una galleria".


L'aria presente all'interno delle vetture Volvo dotate del sistema IAQS deve sempre essere al di sotto dei limiti OMS per gli ambienti urbani.


Il pacchetto CZIP garantisce l'espulsione automatica dell'aria presente nella vettura entro un minuto dal momento in cui le serrature vengono sbloccate mediante il telecomando. Questo sistema è consigliato dall'Associazione svedese per l'asma e le allergie.
 
Valutazione dell'aria inalata
Per evitare le emissioni provenienti dai materiali presenti nell'abitacolo, questi ultimi sono oggetto di una selezione accurata. Vengono inoltre eseguite prove nel corso delle quali i componenti interni vengono riscaldati in forno per registrarne l'effetto sulla qualità dell'aria.


"Abbiamo scelto di misurare le sostanze presenti nell'aria, vale a dire ciò che gli occupanti della vettura inalano", spiega Andreas Andersson.


Volvo esegue le prove a tre livelli, vale a dire sui singoli componenti, sui sistemi e sulle vetture complete. Le prove di insolazione simulata coinvolgono le vetture complete, che vengono portate a 65 °C per alcune ore al fine di simulare la situazione reale di una calda giornata estiva.

 

Nichel e cromo
Nell'ambito delle attività volte a contrastare le allergie da contatto, viene ridotto al minimo il rilascio di nichel dalle superfici metalliche, mentre per la concia delle pelli si utilizza un estratto naturale in luogo del cromo. Tutti i tessuti e i pellami utilizzati nelle vetture Volvo soddisfano i requisiti della norma Oeko-Tex 100, elaborata da un istituto internazionale specializzato nel monitoraggio delle sostanze nocive presenti nei prodotti tessili.
 
Interesse crescente
L'interesse per i temi legati alla qualità dell'ambiente in abitacolo è in crescita anche nei mercati asiatici in via di sviluppo:

"Giappone, Cina e Corea hanno manifestato l'intenzione di stabilire nuovi requisiti di legge. Finora non avevamo mai registrato un fenomeno del genere in alcun mercato, ma l'attenzione dei clienti per l'ambiente dell'abitacolo è in crescita in tutto il mondo", conclude Andreas Andersson.

Keywords:
S80 (2007), Ambiente, 2009, XC70 (2008-2016), V70 (2008-2016)
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto