Comunicati stampa

Nils Bohlin, Padre Delle Cinture Di Sicurezza a Tre Punti, Da Volvo Alla Hall Of Fame

Nils Bohlin, Padre Delle Cinture Di Sicurezza a Tre Punti, Da Volvo Alla Hall Of Fame

 

Nils Bohlin, ingegnere della Volvo creatore delle cinture di sicurezza a tre punti di ancoraggio, proposto per la National Inventors Hall of Fame (NIHF) negli Stati Uniti. Si calcola che la sua invenzione abbia salvato almeno un milione di vite umane. Nessun altro singolo dispositivo di sicurezza ha contribuito in maniera tanto significativa a ridurre le conseguenze degli incidenti sulle strade di tutto il mondo.

 

Nils Bohlin iniziò la sua carriera come ingegnere nell'industria aeronautica svedese, disegnando seggiolini eiettabili che potessero catapultare il pilota fuori dal cockpit nella maniera più efficace in caso di estremo pericolo. Paradossalmente, l'interesse di Bohlin si concentrò ben presto su una problematica praticamente opposta: come trattenere un corpo nella maniera più sicura possibile in caso di decelerazione estrema? A quell'epoca, le cinture di sicurezza su un'automobile erano ancorate dietro i sedili e incrociate sul corpo, con la fibbia di sgancio piazzata sopra l'addome. Sfortunatamente, nel caso di urti ad alta velocità, questo disegno permetteva al corpo di muoversi e, a causa della infelice posizione della fibbia, la cintura stessa poteva arrecare danni al corpo o ai suoi organi.

 

"Mi resi conto che sia la parte superiore sia quella inferiore del corpo dovevano essere tenute in posizione in maniera sicura con una fascia collocata in diagonale sul torace e una in corrispondenza del bacino. La cintura di sicurezza necessitava inoltre di un punto di ancoraggio fisso per la fibbia collocato il più in basso possibile, a lato della coscia dell'occupante, in modo da poterne trattenere correttamente il corpo in caso di collisione", spiegò Bohlin.

 

"Si trattava solo di trovare una soluzione che fosse semplice, efficace e non troppo costosa al tempo stesso".

 

Bohlin poté ben presto mettere in pratica le proprie idee ed esperienze allorché, nel 1958, venne assunto da Volvo Car Corporation con il preciso compito di lavorare a dispositivi di sicurezza da montare su automobili Volvo. Già nel 1957 Volvo Cars aveva predisposto le proprie vetture per l'installazione di una cintura di sicurezza anteriore a due punti di ancoraggio, ma la cosiddetta cintura diagonale non era in grado di soddisfare tutti i criteri di sicurezza richiesti da Volvo Car Corporation.

 

Nel 1958, il lavoro di Volvo Car Corporation per lo sviluppo di una cintura di sicurezza realmente efficace portò all'applicazione del concetto di cintura a tre punti di ancoraggio ideata da Nils Bohlin.

 

Nel disegnare la sua cintura di sicurezza per automobile, Bohlin tenne presente quattro regole d'oro. La cintura doveva presentare una fascia inguinale e una toracica, da indossare in posizione fisiologicamente corretta - vale a dire in diagonale fra il bacino e la cassa toracica - e collegate in un punto di ancoraggio in basso sul fianco del sedile. Ciò significava che la geometria della cintura di sicurezza assumeva la forma di una V orizzontale e che manteneva la sua posizione sotto sollecitazione.

 

La prima mondiale di Volvo Car Corporation nel 1959

Nel 1959, la cintura di sicurezza brevettata a tre punti di ancoraggio venne introdotta nei mercati scandinavi sui modelli Volvo P120 (nota in alcuni mercati come Amazon) e PV 544. Di fatto, Volvo divenne così il primo costruttore automobilistico ad equipaggiare di serie le proprie vetture con cinture di sicurezza a tre punti.

 

I crash-test utilizzati all'epoca per verificare le soluzioni adottate avevano fatto passi da gigante e quando la cintura di sicurezza a tre punti venne lanciata da Volvo su tutti i mercati, test specifici vennero condotti su tutte le soluzioni di cinture in commercio. I risultati furono piuttosto chiari. Le cinture di sicurezza a tre punti di ancoraggio introdotte da Volvo Car Corporation proteggevano nel modo più efficace gli occupanti di un'auto.

 

Sulla base di questa e di altre risultanze, nel 1963 Volvo Car Corporation introdusse la cintura di sicurezza a tre punti negli USA e nei rimanenti mercati. Questo significò che, da quel momento in poi, tutte le auto prodotte da Volvo lasciarono la fabbrica equipaggiate di serie con cinture di sicurezza anteriori a tre punti.

 

A distanza di una quarantina d'anni, i dati raccolti dal Volvo Car Corporation Traffic Accident Research Team dimostrano che le cinture di sicurezza a tre punti di ancoraggio riducono il rischio di conseguenze traumatiche o addirittura di morte negli incidenti stradali fino al 75 percento. Non a caso si stima che, dal momento della sua introduzione, questo dispositivo abbia salvato almeno un milione di vite umane sulle strade di tutto il mondo.

Keywords:
Altro
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto