Comunicati stampa

Prima mondiale per la nuova XC60 il nuovo spettacolare approccio al DNA di Volvo

 

Chiedete a Steve Mattin di descrivere la nuova Volvo XC60 e il direttore del design di Volvo Cars vi darà senza esitare una risposta singolare: "La crossover più audace di sempre. Quest'auto è dotata di un aspetto più emozionante e di molta più energia di ogni altro modello Volvo precedente". Steve Mattin ed il suo team hanno progettato la XC60 tenendo presente un obiettivo ben preciso.

 

"Stiamo elevando il nostro DNA progettuale ad un livello del tutto nuovo, aumentando letteralmente il volume visuale. Se è vero che oggi si può riconoscere una Volvo lontana cento metri, direi che la XC60 sprigiona una netta aura Volvo da almeno il doppio della distanza", afferma Mattin, che aggiunge: "Le tradizioni del design sono sempre state ben radicate nel DNA di Volvo.  Ora abbiamo arricchito queste tradizioni con un approccio ben più esaltante e d'effetto".

 

Come indica chiaramente il nome del segmento al quale appartiene quest'auto, la nuova crossover di Volvo Cars racchiude il meglio di due tipi di vettura.

 

Nella parte inferiore, gli inconfondibili e potenti muscoli della XC si tendono per dare forma ad un corpo tonico e atletico, caratterizzato da una notevole altezza da terra e ruote larghe. Nella parte superiore, le linee filanti richiamano il carisma sportivo di una coupè.

 

"La XC60 è molto più entusiasmante di gran parte delle sue concorrenti del segmento. È seducente, e piena di contrasti eccitanti. Elegante e muscolosa allo stesso tempo. Potente ma agile. Grande e contemporaneamente compatta. La XC60 è in effetti 20 centimetri più corta della XC70", spiega Steve Mattin.

 

L'Iron Mark è più grande e trasmette la giusta grinta

Sulla parte anteriore, l'Iron Mark sulla calandra trapezoidale è più grande e si fa subito notare nello specchietto retrovisore delle altre auto: un chiaro segnale che il futuro di Volvo, fatto di vetture dalla personalità più risoluta e decisa, è già iniziato.

 

"Il classico Iron Mark ha il ruolo che gli compete. Non discreto e modesto, ma deciso e del tutto sicuro di sé. È precisamente questo l'atteggiamento che il Marchio Volvo deve avere", afferma Steve Mattin.

 

La XC60 anticipa il nuovo volto di Volvo, grintoso ed energico. Pieno di espressività, personalità e autostima.

 

I contorni arcigni dei fari e la forma tesa all'indietro dei parafanghi anteriori enfatizzano il classico profilo a V del cofano, dando al muso una forma dinamica, cuneiforme. Questo ingrediente del DNA è ulteriormente rafforzato dai nuovi ed esclusivi fari. Caratterizzano la parte anteriore del veicolo, affiancando la griglia ed enfatizzando la forma verticale a V del muso della XC60.

 

"Il detto ‘gli occhi sono lo specchio dell'anima' descrive in modo eccellente il ruolo dei fari anteriori. Gli occhi rivelano la personalità più di ogni altra espressione del viso", spiega Steve Mattin.

 

Le forme seducenti della XC60 sono particolarmente evidenti quando si guarda la vettura lateralmente. L'auto ha "spalle" eccezionalmente larghe. Verso la parte anteriore sono rinforzate ed evidenziate da uno scultoreo taglio laterale, e quando si tratta dei parafanghi posteriori, Steve Mattin ricorre ad un aggettivo carico di sensualità, definendoli "voluttuosi".

 

Le ruote larghe, i passaruota marcati e la livrea più scura della parte bassa della carrozzeria accentuano ancora di più la sensazione muscolosa delle XC, mentre le linee dinamiche e fluide dell'abitacolo combinate al contorno audace del tettuccio conferiscono un aspetto sportivo, da coupè, alla parte superiore della vettura.

 

Nuovo, eccitante disegno delle luci posteriori

Dietro, le spalle muscolose sono enfatizzate dal caratteristico set di luci LED nei gruppi ottici di coda. Per la prima volta in una Volvo, anche le luci di posizione posteriori raddoppiano come le luci di arresto: questo significa che tutto l'insieme delle luci laterali si illumina in caso di frenata, dando alla XC60 un look ancora più forte e distintivo.

 

La terza luce di arresto diventa una forma distintiva dello spoiler sul tettuccio. Sul portellone posteriore, la scritta Volvo ora presenta caratteri più pieni e con una maggiore spaziatura. Per rafforzare ancora di più il suo carattere di crossover, la XC60 è disponibile con battitacco specifico e piastre paracolpi anteriori e posteriori integrate nei paraurti.

 

"Un'altra nuova caratteristica è costituita dal fatto che i rail sono stati integrati per la prima volta al tettuccio. Questo dona all'auto un aspetto insolitamente basso e largo per una crossover", afferma Steve Mattin.

 

Interni: il conducente si sente protagonista

La nuova Volvo XC60 mostra un carattere deciso anche negli interni. La comodità è garantita per tutti gli occupanti, grazie ai nuovi sedili, ma è ovviamente il conducente ad essere protagonista assoluto. L'ormai caratteristica console centrale ha un nuovo design, con uno schermo integrato dal design tutto nuovo, ed è leggermente inclinata verso il conducente.

 

"Ci si sente come un pilota ai comandi di un jet privato, con tutti i passeggeri seduti in prima classe. Si sta comodi, circondati da strumenti dal design ergonomico, e ci si sente veramente al di sopra del traffico tutto attorno. La XC60 ha sistemi di sicurezza più intelligenti di ogni altra Volvo precedente. Ecco perché tutto l'ambiente che circonda il conducente sprigiona un senso di high-tech", spiega Jonathan Disley, responsabile del design degli interni per la nuova Volvo XC60.

 

Anche gli interni devono essere progettati in modo che ogni dettaglio sembri in movimento. Jonathan Disley ed il suo team hanno creato questo senso di dinamismo grazie ad un tema che fonde solidità e leggerezza, e che suscita maggiore coinvolgimento emotivo.

 

"Il ricorrente look asimmetrico dà agli interni un aspetto sicuro, carico di autostima. Questa sensazione è rafforzata dalla ben calibrata miscela di materiali in contrasto tra loro, come i soffici, caldi pannelli scuri e i duri e freddi inserti in alluminio", spiega Jonathan Disley.

 

Sedili esclusivi con tema ad X

Le cuciture degli esclusivi, scultorei sedili della XC60 presentano un tema ricorrente: la X, in inglese "cross".

"Cross Country, Cross City o Cross Over.Scegliete voi quale interpretazione preferite", dice Jonathan Disley.

Il cuscino del sedile posteriore ha un bordo anteriore la cui curvatura è stata progettata per permettere di entrare e uscire più comodamente dall'auto.Il sedile posteriore è anche leggermente più alto di quelli anteriori, per consentire una migliore visuale ai suoi occupanti.I due sedili laterali possono naturalmente essere dotati degli stessi cuscini rialzati a due altezze per bambini introdotti con le Volvo V70 e XC70 nel 2007.

 

I sedili sono disponibili in un'ampia gamma di colori e materiali.

 

"Scegliendo il colore e le finiture si esprime la propria personalità, così abbiamo sviluppato una ricca varietà di particolari tra i quali i clienti con gusti personali ben definiti potranno scegliere", spiega Anders Sachs, progettista responsabile del programma colori e finiture per gli interni della XC60.

 

La gamma di colori e finiture comprende una serie di combinazioni in contrasto e il colore clou per la XC60 è una nuova tonalità di verde: il verde limone (Lemon Green).

 

"È un colore nato per essere notato. Ha una grande grinta. L'esclusiva console centrale asimmetrica con cornice metallica satinata è in alluminio spazzolato ma è disponibile anche in due alternative in legno, una lucida ed una opaca, che enfatizzano l'autenticità del materiale e il nostro retaggio scandinavo", afferma Anders Sachs.

 

Per quanto riguarda gli esterni, vi sono due nuovi colori metallizzati: Tierra Bronze e Lime Green Grass.

 

Il tetto panoramico dà vita a spazio e luce

Non importa se il cliente sceglie interni sobri di colore nero o se li vivacizza con un tocco di verde limone: l'impressione generale è caratterizzata da spazio e luce, grazie principalmente al nuovo tetto panoramico in vetro stratificato.

 

L'apertura di carico è la maggiore del segmento e il vano portabagagli ha una capienza di 480 litri. Come nelle V70 e XC70, il sedile posteriore è costituito da una unità abbattibile divisa in tre sezioni (40/20/40). Ogni sezione si ripiega facilmente per creare un vano completamente piatto per i bagagli, in funzione della massima flessibilità.

 

Impianti audio di classe superiore

Un sistema audio di livello assoluto fa parte dell'esperienza di "viaggio in prima classe" che si vive all'interno della nuova XC60. Dei tre disponibili, l'impianto dalla configurazione più esclusiva, l'ormai noto Premium Sound, è dotato di 12 diffusori Dynaudio e di un amplificatore con Dolby® Pro Logic® II Surround da 5x130 Watt.

 

Un subwoofer digitale opzionale sotto il vano bagagli fornisce altri 260 Watt.

 

Il suono può essere ottimizzato per adattarsi a tre diverse situazioni: sedile del conducente, entrambi i sedili anteriori o sedili posteriori.

 

I due livelli superiori di sistema audio sono compatibili con CD in formato MP3 e WMA: il CD charger può quindi contenere diverse centinaia di tracce audio.  Tutti i livelli audio sono dotati di un ingresso ausiliario (AUX) per collegare eventuali apparecchi personali del proprietario, come un lettore MP3 portatile. Una porta USB (nei due livelli superiori) consente di collegare un iPod, un lettore MP3 o una USB.

 

Clean Zone Interior per un ulteriore comfort

Per garantire ai passeggeri che soffrono di intolleranze allergiche l'ambiente più neutro e salubre possibile all'interno dell'abitacolo, la nuova Volvo XC60 può essere dotata di Clean Zone Interior, un sistema basato sull'ECC (Electronic Climate Control) e l'IAQS (Interior Air Quality System).

 

Quando si apre l'auto con il telecomando, l'abitacolo viene aerato per circa un minuto se la temperatura esterna è maggiore di 10°C. Il Clean Zone Interior è stato consigliato dall'Associazione Asma e Allergie svedese.

 

I materiali degli interni e altri particolari sono stati inoltre selezionati per garantire emissioni minime di sostanze nocive.

 

La nuova XC60 è anche la prima Volvo conforme ai futuri standard dell'Unione Europea in materia di omologazione in materia di riciclabilità e recupero dei materiali.

 

Nuova interpretazione del DNA Volvo

Nel complesso, la Volvo XC60 indica la strada verso il futuro di Volvo Cars.

 

"Per essere percepita come auto premium, abbiamo dovuto osare e renderla più visibile. Aumentare il volume visuale delle auto è uno dei traguardi più importanti che mi sono fissato nella mia esperienza in Volvo e con la XC60 abbiamo fatto un sostanziale passo in avanti. Questa è una Volvo come la voglio io. Se volete, una Volvo tutta mia", conclude Steve Mattin.

Keywords:
Volvo XC60, Saloni dell'Auto, Design, 2009
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto