Comunicati stampa

2014: un anno di crescita per Volvo Cars

 

Nel 2014, Volvo Car Group (Volvo Cars) ha in programma di introdurre nuove tecnologie e una serie di innovazioni d’avanguardia nell’industria dell’auto, oltre che lanciare l’attesissima nuova XC90, mentre gli effetti del piano di trasformazione quadriennale da 11 miliardi di Euro cominciano a farsi sentire.

 

Il 2014 sarà un anno di crescita, stando a quanto affermato da Håkan Samuelsson, Presidente & CEO di Volvo Cars, in occasione del Salone dell’Auto di Detroit 2014. Samuelsson Ha dichiarato infatti che l’azienda è “tornata a registrare utili” e che il 2014 sarà caratterizzato da risultati sempre soddisfacenti in Cina e da una ripresa e incremento dei volumi negli Stati Uniti, i due mercati più importanti a livello mondiale per il marchio Volvo.

 

Volvo Concept XC Coupé

I risultati di quest’anno sono per lo più frutto del lavoro svolto all’interno di Volvo Cars da quando la società svedese è stata acquisita dalla cinese Zhejiang Geely Holding nel 2010.

 

La nuova XC90 sarà la prima automobile a essere costruita sulla base della nuovissima architettura SPA sviluppata internamente da Volvo e il primo modello della gamma Volvo a integrare  tutti gli stilemi del nuovo linguaggio stilistico del marchio, presentati in anteprima con enorme successo attraverso due acclamatissime concept car: la Volvo Concept Coupé e la Volvo Concept XC Coupé.

 

Alimentata dai propulsori Drive-E di Volvo e predisposta per accogliere le tecnologie di elettrificazione, la nuova XC90 sarà equipaggiata con un gran numero di sistemi di sicurezza e di supporto al guidatore di facile utilizzo, che sottolineano la leadership di Volvo Cars nell’ambito della sicurezza e il suo approccio orientato all’individuo.

 

 

All-new XC90 safety cage (with text)

Le numerose dotazioni di questo modello includono il sistema Pedestrian Detection in Darkness, che migliora la rilevazione di altri veicoli, pedoni e ciclisti quando si guida con luce scarsa o nelle ore notturne, e il dispositivo Adaptive Cruise Control con Sterzata Assistita, una tecnologia che aiuta il conducente a rimanere nella corsia giusta e ad adeguarsi al ritmo del traffico seguendo automaticamente il veicolo che lo precede.

 

“La nuova XC90 è la prima automobile ad essere sviluppata da una Volvo Cars indipendente ed è quindi emblematica della trasformazione dell’azienda,” ha dichiarato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars. “Con la nuova XC90 riusciremo come mai in precedenza a mantenere tutte le promesse contenute nella nostra strategia di marchio Designed Around You.”

 

Previsione di crescita delle vendite a livello globale

Uno degli obiettivi principali per Volvo Cars nel 2014 sarà il miglioramento dei risultati di vendita negli Stati Uniti, il mercato più grande in cui la Casa automobilistica opera e dove intende incrementare il fatturato più rapidamente rispetto alla crescita di mercato complessiva prevista.

 

 

Volvo V60 R-Design

Nel 2014 Volvo Cars disporrà di un’offerta potenziata per i clienti statunitensi, grazie a una gamma di modelli S60, XC60, XC70 e S80 totalmente aggiornati e all’avvio della commercializzazione della wagon sportiva V60. Secondo le previsioni, tale offerta, insieme all’introduzione dei nuovi propulsori Drive-E sul mercato americano e alle nuove soluzioni per la connettività, dovrebbe sostenere la ripresa sul mercato americano nel 2014.

 

“Gli Stati Uniti sono uno dei nostri mercati più importanti, in cui inoltre operiamo da lunghissimo tempo,” ha spiegato Håkan Samuelsson. “Intendiamo impegnarci per migliorare i nostri risultati di vendita su questo mercato nel corso di quest’anno, riportando il marchio Volvo alla fama di cui godeva in passato.” 

 

Volvo S60L

In Cina, Volvo Cars intende continuare a migliorare i già eccezionali risultati di vendita ottenuti nel 2013, con l’obiettivo di mantenere lo slancio di crescita registrato sul mercato. Si prevede che la crescita costante di Volvo Cars in Cina possa essere favorita dal primo anno completo di produzione locale nel nuovo stabilimento di Chengdu, dall’introduzione di nuovi modelli come la S60L e una rinnovata S80L, oltre che da un’ulteriore espansione della rete di concessionarie nel Paese.

 

“Nel 2013 abbiamo registrato risultati ottimi in Cina; intendiamo continuare su questa scia quest’anno e le prospettive appaiono favorevoli,” ha commentato Håkan Samuelsson. “Tutto considerato, guardo al 2014 con fiducia.”

 

UNO SGUARDO AL 2013

 

Le basi per affrontare un anno importante come il 2014 sono state gettate già nel 2013, un’annata ricca di eventi per Volvo Cars durante la quale la casa automobilistica ha continuato il suo percorso di trasformazione e migliorato i fatturati a livello globale. Le vendite nel mondo sono aumentate dell’1,4% rispetto al 2012, grazie alla forte crescita registrata da Volvo Cars in Cina e all’incremento della quota di mercato in numerosi importanti mercati europei che nulla ha a che vedere con un significativo aggiornamento dei modelli Volvo S60, V60, XC60, V70, XC70 e S80. Sono state ulteriormente sviluppate le attività operative in Cina, un piano culminato nella realizzazione di un’unità produttiva Volvo nel Paese.

 

Vendite a privati

Il 2013 era iniziato in circostanze assai impegnative per Volvo Cars, soprattutto nei mercati europei e statunitense. Con il passare dei mesi, Volvo Cars aveva poi assistito a un miglioramento in diversi importanti mercati europei. La Cina è stata tuttavia il mercato in cui Volvo ha conseguito i migliori risultati, registrando una crescita anno su anno pari al 45,6%. Il modello più venduto a livello globale nel 2013 è stata la Volvo XC60, con un incremento del 7,4% e un totale di 114.010 unità rispetto al 2012. La Volvo V40 (78.307 unità, +252,7%) si è confermata come il secondo modello più richiesto, seguita dalla Volvo S60 (61.579 unità, -4,9%) e dalla V60 (54.666 unità, +3,1%).

Il lancio delle versioni rinnovate della Volvo S60, V60, XC60, V70, XC70 e S80 ha favorito un’evoluzione positiva delle vendite in Europa, che ha sfruttato anche l’ininterrotto successo della Volvo V40. Sostenute da un contesto fiscale favorevole e da una forte richiesta di V40, le vendite complessive in Olanda sono aumentate del 40,8% anno su anno, facendo del Paese il sesto mercato più importante per il marchio Volvo. Fra gli altri mercati in crescita in Europa figuravano il Regno Unito (+2,9%), la Spagna (+2,2%), la Norvegia (+2,3%) e la Danimarca (+7,2%).

 

In Svezia, il mercato domestico della Casa automobilistica e terzo per dimensione, Volvo Cars ha registrato una lieve crescita dello 0,8% anno su anno pari, arrivando a 52.260 vetture consegnate. La Volvo V70 ha ancora una volta concluso l’anno come auto più venduta in Svezia, seguita da altri modelli come la Volvo S60, V60, V40 e XC60.

 

Negli Stati Uniti Volvo Cars si è trovata ad affrontare diverse sfide durante l’anno, ma questo mercato ha continuato a rimanere il più importante in termini di volumi, benché le vendite complessive siano calate del 10,1% per un totale di 61.233 unità rispetto al 2012 a causa della graduale cessazione della commercializzazione dei modelli S40, V50, C30 e C70 e di una successiva introduzione della gamma di modelli rivisitati. Volvo XC60 e la S60 sono state caratterizzate da una forte domanda ed entrambi i modelli hanno venduto di più che nel 2012.

 

La Cina è stata spodestata dagli Stati Uniti come più importante mercato per Volvo Cars nel 2013, ma con 61.146 unità vendute ha fatto segnare un incremento del 45,6% rispetto al 2012, stimolato dal lancio di nuovi prodotti, dall’aumento degli investimenti per attività di marketing e dall’espansione della rete di concessionarie cinese. La domanda di Volvo S60 e XC60 ha avuto una forte impennata, mentre nel primo anno completo di commercializzazione della Volvo V60 le vendite hanno evidenziato anche la popolarità della wagon sportiva. La Volvo V40 è stata lanciata in Cina nel primo trimestre del 2013 e si è attestata come quarto modello più venduto sul mercato cinese.

 

Fra i mercati in altre aree del mondo, quello giapponese si distingue in termini di performance: le vendite sono salite del 22% arrivando a 16.897 unità, un livello mai raggiunto dalla fine degli anni ‘90. Altri mercati hanno realizzato risultati soddisfacenti in Asia: Taiwan (+4,6%) e la Corea del Sud (+11,5%).

 

Le principali novità in ambito tecnologico e di prodotto

  • Al Salone dell’Auto di Ginevra dello scorso mese di Marzo, Volvo Cars ha presentato al pubblico mondiale non meno di sei nuove automobili: hanno infatti debuttato a Ginevra le versioni rivisitate di S60, V60, XC60, V70, XC70 e S80. La nuova gamma è frutto del più ampio lavoro di sviluppo di modelli esistenti mai effettuato nella storia di Volvo Cars e tutte le migliorìe apportate sono state decise tenendo conto delle esigenze dei clienti. A Ginevra, Volvo Cars ha annunciato l’introduzione di una versione con motore D2 (115 CV) a trasmissione manuale della Volvo V40. Questa vettura vanta emissioni di CO2 di soli 88 g/km, il che si traduce in un consumo di carburante pari a 3,4 l/100 km.
  • Al Salone di Ginevra, Volvo Cars ha presentato inoltre un’altra innovazione assoluta per la sicurezza automobilistica: una tecnologia che rileva la presenza di ciclisti che rischiano di entrare in collisione con l’auto e aziona automaticamente i freni. La nuova funzionalità scaturisce da un potenziamento della già esistente tecnologia di rilevamento e frenata automatica; il nuovo sistema è stato denominato Pedestrian and Cyclist Detection (Rilevamento Pedoni e Ciclisti) con frenata automatica completa ed è disponibile sui modelli Volvo V40, S60, V60, XC60, V70, XC70 e S80 da Maggio 2013.
  • Un altro dispositivo lanciato a Ginevra è stato l’innovativo sistema di attivazione permanente degli abbaglianti, denominato Active High Beam Control. Il sistema rende più sicura e più comoda la guida quando è buio consentendo agli automobilisti di lasciare sempre accesi i proiettori abbaglianti, grazie a un ingegnoso meccanismo che impedisce l’abbagliamento dei conducenti dei veicoli che sopraggiungono in senso opposto riducendo di quanto necessario l’intensità del fascio luminoso. Il sistema Active High Beam Control è disponibile sui modelli Volvo S60, V60 e XC60.
  • La nuova famiglia di efficientissimi propulsori a quattro cilindri Drive-E è stata presentata a Settembre, durante il Salone dell’Auto di Francoforte. I motori Drive-E, disponibili in varianti a benzina e diesel, sono attualmente montati su sei modelli Volvo e andranno a sostituire gradualmente tutte le altre famiglie di motori attualmente utilizzate per le automobili Volvo. La gamma Drive-E è composta da propulsori più compatti e più intelligenti, con curve di potenza che garantiscono una guida briosa ed emozionante rispetto a motori con più cilindri, continuando al tempo stesso a ridurre il consumo di carburante e le emissioni di CO2s. Questi motori sono inoltre predisposti sin da subito per una futura elettrificazione.
  • A Francoforte ha fatto il suo debutto mondiale anche la Volvo Concept Coupé, la prima di tre  concept car  realizzate per presentare la nuova direzione stilistica di Volvo Cars e per illustrare le possibilità offerte dalla Architettura di Prodotto Scalabile (SPA) sviluppata internamente da Volvo. La Concept Coupé ha una sezione frontale caratterizzata da una nuova topografia del cofano e dalla griglia anteriore ‘fluttuante’, ai cui lati spiccano i proiettori con le nuove luci a LED per marcia diurna a forma di T. Come nel caso dei distintivi gruppi ottici posteriori, le luci a LED per marcia diurna sono elementi che contraddistinguono il nuovo orientamento stilistico di Volvo Cars.  Gli esterni blu-grigio dell’auto vengono ripresi all’interno della Concept Coupé: raffinati elementi lavorati a mano, come la plancia rivestita in pelle, gli intarsi in legno invecchiato naturalmente e la moquette in tessuto blu scuro, si mescolano armoniosamente con particolari in metallo rifiniti a macchina con estrema precisione. La concept car riflette inoltre un approccio completamente nuovo all’esperienza dell’utilizzatore basata sulle esigenze di chi guida. Un grande schermo con tecnologia  touch-screen ubicato nella console centrale interagisce con un display digitale adattivo e un display ad altezza occhi posto davanti al conducente.
  • Nel 2013, Volvo Cars ha lanciato inoltre il suo nuovo sistema di infotainment e connettività Sensus Connect. L’interfaccia utente esistente, Sensus, è stata estesa e offre ora la possibilità di aggiungere una nuovissima tecnologia intuitiva che abilita la connettività e l’utilizzo di Internet a bordo dell’auto. Chi guida può connettersi alla rete utilizzando un dispositivo (dongle) 3G/4G montato nell’auto oppure il proprio cellulare. Il sistema dispone inoltre di attivazione vocale che funziona con tutte le sorgenti musicali collegate a Sensus Connect. E’ anche possibile condividere una rete WiFi con tutti i passeggeri a bordo.  
  • All’inizio del 2013, Volvo e Polestar avevano sviluppato congiuntamente il progetto di produzione di un numero limitato di Volvo S60 Polestar. La vettura era una versione ad alte prestazioni della Volvo S60 con 350 CV di potenza, basata sulla S60 Polestar Concept da 508 CV del 2012, che è stata dapprima sviluppata esclusivamente per il mercato australiano nell’ambito di un progetto pilota. In seguito all’eccezionale accoglienza ricevuta da questa vettura, Volvo e Polestar hanno deciso di realizzare anche una V60 Polestar e di rendere le due auto disponibili in un maggior numero di mercati. Nel 2014, la S60 e la V60 Polestar saranno commercializzate in Paesi come il Canada, i Paesi Bassi, il Giappone la Svezia, la Svizzera, il Regno Unito e gli Stati Uniti. Altri mercati e i volumi di produzione definitivi saranno resi noti nel corso del 2014.
  • Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid, la prima auto ibrida a ricarica con motore diesel al mondo, ha continuato a riscuotere successi nel 2013. Dopo aver esaurito il primo lotto del Model Year 2013 della V60 ibrida plug-in già prima che arrivasse nelle concessionarie nel 2012, e dato che la domanda si è subito rivelata di gran lunga superiore ai volumi di produzione pianificati, nel Maggio 2013 Volvo Cars ha deciso di aumentare la produzione del 90% a 282 unità alla settimana. Complessivamente sono state vendute quasi 7.500 V60 ibride plug-in nel 2013, con una richiesta particolarmente elevata nei Paesi Bassi. Il volume di produzione previsto per il 2014 è di 10.000 unità.

Risultati e riconoscimenti ottenuti sul fronte della sicurezza durante il 2013

  • Numerosi modelli Volvo hanno ottenuto nel 2013 dei riconoscimenti per gli eccellenti livelli di sicurezza offerti. Nel mese di settembre, l’ente americano IIHS (Istituto di Assicurazione per la Sicurezza Stradale), ha introdotto un nuovo programma di test che valuta le prestazioni dei sistemi di prevenzione delle collisioni frontali. Sia la Volvo S60 sia la XC60 hanno ricevuto la migliore valutazione possibile – ‘Superior’ – e il sistema City Safety di Volvo Cars è risultato l’unico sistema di prevenzione delle collisioni a bassa velocità incluso nella dotazione standard di tutti e 74 i veicoli sottoposti al test.
  • L’IIHS ha inoltre riconosciuto la qualità duratura della Volvo XC90, già lanciata nel lontano 2002. Più di dieci anni dopo, l’IIHS ha valutato ancora la XC90 come una delle automobili più sicure sul mercato assegnandole un Top Safety Pick+ 2013. Ai modelli Volvo S60, XC60 e S80 è stato assegnato il prestigioso riconoscimento Top Safety Pick+ 2014, dopo che l’IIHS ha ampliato il suo perimetro di valutazione integrandovi il test d’impatto ‘small overlap’ nel 2012.
  • Il lavoro pionieristico condotto da Volvo Car Group nell’ambito della tutela dei pedoni è stato premiato con il Global NCAP Innovation Award 2013 in maggio. Il premio è stato assegnato in riconoscimento di una serie di innovativi sistemi di protezione dei pedoni sviluppati da Volvo Cars negli ultimi anni, come ad esempio il sistema Pedestrian Detection con frenata automatica completa e l’introduzione in anteprima mondiale della Pedestrian Airbag Technology sulla Volvo V40.
  • La leadership di Volvo Cars in materia di sicurezza automobilistica è stata ulteriormente confermata da un rapporto redatto dalla compagnia assicuratrice svedese Folksam. Il rapporto colloca quattro modelli Volvo – S60, V60, V70 e S80 – ai vertici delle classifiche, con un margine del 12% rispetto alla vettura che segue nella lista. I modelli Volvo S60, V60, V70 e S80 sono stati giudicati avere un livello di sicurezza del 60% maggiore rispetto all’auto media considerata nel rapporto. Di conseguenza, tutti i modelli dell’attuale gamma Volvo hanno ricevuto una segnalazione speciale da parte di Folksam che solitamente viene concessa a vetture considerate più sicure della media di almeno il 40%.  
  • In Luglio, Volvo ha raggiunto un altro traguardo nella sicurezza superando il milione di auto vendute complete di sistemi di frenata automatica.

 

Principali avvenimenti a livello di gruppo e operativo

  • Nel 2013, Volvo Cars ha continuato a rafforzare la propria struttura di capitale e ha stipulato accordi con una serie di nuovi partner finanziari. In Novembre, Volvo Cars ha concluso un secondo accordo di finanziamento con la Banca di Sviluppo Cinese per un valore di 800 milioni di dollari. Tale accordo segue un precedente accordo di finanziamento per 922 milioni di Euro stipulato fra Volvo Cars e la Banca di Sviluppo Cinese nel 2012.
  • Nel mese di Novembre, Volvo Cars ha avviato la produzione in serie presso il primo stabilimento cinese del gruppo nella città di Chengdu. La prima automobile prodotta a Chengdu è la Volvo S60L, una versione a passo lungo della Volvo S60 rivolta specificamente al mercato cinese.  
  • Presso le unità operative svedesi di Torslanda e Olofström si è continuato a lavorare per preparare gli stabilimenti alla produzione di vetture costruite sulla base dell’architettura SPA. Nella seconda metà del 2013 è stata ultimata la costruzione di una nuova officina all’interno dello stabilimento di Torslanda; questa iniziativa rientra nei notevoli investimenti dedicati alla realizzazione dei nuovi progetti relativi alla SPA e ai motori Drive-E. In Maggio, lo stabilimento dove si costruiscono i motori di Volvo Cars, ubicato a  Skövde, in Svezia, ha avviato la produzione della nuova famiglia di propulsori Drive-E.

 

Tecnologie del futuro

  • Per tutto il 2013 Volvo Cars ha continuato a concentrarsi sulle tecnologie legate alla guida autonoma (Autonomous Driving), e alla connettività a bordo dell’auto, impegnandosi nel lavoro di ricerca in questi ambiti. In Ottobre, Volvo Cars ha condotto negli Stati Uniti la prima dimostrazione in condizioni di traffico reali del sistema Adaptive Cruise Control con sterzata assistita – una tecnologia che apre la strada alla guida completamente autonoma.
  • In Dicembre, Volvo Cars e le Autorità governative svedesi hanno quindi annunciato un’altra anteprima assoluta nell’ambito della guida autonoma, ovvero che nel 2017 un centinaio di automobili Volvo con guida autonoma circoleranno in condizioni di traffico normali sulla rete stradale pubblica attorno alla città di Goteborg, nell’ambito di quello che sarà il primo progetto pilota al mondo su larga scala dedicato alla guida autonoma. L’obiettivo del progetto pilota è riuscire ad ampliare e approfondire la comprensione delle esigenze della guida autonoma in termini di infrastruttura, interazione con il conducente e modalità di reazione degli altri automobilisti alle vetture con guida autonoma. Questa collaborazione senza precedenti fra le Autorità e l’industria colloca la Svezia e Volvo Cars fra i precursori dello sviluppo della mobilità del futuro.
  • Rientra nel progetto pilota di Goteborg anche il geniale concetto di parcheggio autonomo di cui Volvo Cars ha fatto una dimostrazione pratica nell’estate del 2013. La concept car equipaggiata con la tecnologia di parcheggio autonomo è riuscita a individuare lo spazio per il parcheggio e a inserirvisi da sola - senza il conducente a bordo - interagendo in modo sicuro con gli altri veicoli e i pedoni presenti nell’area di parcheggio.
  • Nel 2013, Volvo Cars ha lavorato a una serie di esperimenti nel campo dell’elettrificazione che rientrano nelle attività svolte dalla Casa automobilistica nel costante tentativo di sviluppare ulteriormente le proprie tecnologie di elettrificazione. Volvo ha partecipato con successo a un progetto di ricerca nell’ambito della ricarica induttiva senza cavi per i veicoli elettrici: è stato possibile ricaricare completamente nel giro di circa due ore e mezzo una Volvo C30 Electric collocandola sopra un campo elettromagnetico in una stazione di ricarica.
  • Infine, nell’ambito di un altro promettente progetto, gli ingegneri di Volvo hanno sviluppato un concetto rivoluzionario che prevede l’utilizzo di componenti leggeri strutturali di accumulo energetico per ottimizzare l’utilizzo di energia dei futuri veicoli elettrificati. Il materiale, composto di fibre di carbonio, batterie nanostrutturate e super-condensatori, consente di accumulare energia risparmiando peso e spazio sulla vettura, offre opzioni strutturali più convenienti in termini di costi e rispetta l’ambiente.

 

Keywords:
Aziendale
I fatti e le descrizioni contenuti in questo materiale per la stampa si riferiscono alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Le caratteristiche descritte possono essere optional. I prodotti Volvo in vendita sul mercato italiano possono variare in termini di specifiche e allestimenti rispetto a quanto illustrato sul sito.
Contattateci

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla Policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto