Comunicati stampa

Nuovo sistema di sicurezza per la Volvo EX90: aiuta il conducente quando non è in perfetta forma

Zurigo. Per migliorare la sicurezza stradale, Volvo Cars ha trovato una soluzione a una delle cause più frequenti di incidenti: il comportamento umano errato. Sulla nuova Volvo EX90, che verrà presentata il 9 novembre 2022, fa il suo debutto un sistema di assistenza alla guida (Driving Understanding System DUS), che registra le condizioni dell’automobilista e, se necessario, interviene per evitare incidenti ed eventualmente chiedere aiuto.

 

Anche i migliori automobilisti commettono errori: sono distratti, stressati o stanchi. La nuova Volvo EX90 aiuta quando le persone non sono al meglio. Ecco perché la casa automobilistica svedese dedica il suo nuovo sistema al guidatore stesso.

 

«Osserviamo dove guarda il conducente, con quale frequenza e per quanto tempo chiude gli occhi», spiega Emma Tivesten, Senior Safety Research Leader. «Questo ci permette di acquisire molte informazioni sul suo attuale stato d’animo e sulla sua salute. Sulla base dei risultati ottenuti con le nostre ricerche, abbiamo sviluppato un sistema di sensori in grado di rilevare se il conducente è stanco, distratto o comunque disattento e se, di conseguenza, adotta uno stile di guida inadeguato. In quel caso il sistema interviene in base alla situazione.»

 

 

Il veicolo registrala situazione

Oltre ai più avanzati sistemi di sensori, che comprendono telecamera, radar, ultrasuoni e LiDAR, la nuova Volvo EX90 dispone anche di sensori interni in tempo reale. Il Driver Understanding System (DUS) utilizza due telecamere per analizzare il conducente. Il sistema rileva quanto a lungo il conducente guarda la strada e se il suo sguardo divaga.

 

Understanding the inside - Driver Understanding

 

Se il conducente guarda troppo poco la strada, questo può essere un segno di distrazione, per esempio perché è impegnato con il cellulare. Ma anche uno sguardo troppo fisso sulla carreggiata può essere un segnale di allarme: in questo caso, infatti, è possibile che il conducente sia altrove con i pensieri e quindi mentalmente distratto. Anche il volante capacitivo della nuova ammiraglia Volvo completamente elettrica fornisce un valido aiuto alla valutazione. Esso, infatti, monitora la stabilità della sterzata e rileva quando il conducente rilascia il volante.

 

Avvertimenti e arresto di emergenza autonomo

Per il sistema brevettato Volvo utilizza algoritmi per il riconoscimento in tempo reale di schemi visivi e comportamenti in sterzata. In questo modo, in caso di necessità, il veicolo può intervenire con misure idonee. Prima viene emesso un semplice segnale acustico di avvertimento, il cui volume aumenta in funzione del potenziale di pericolo della situazione. Se il conducente non reagisce agli avvisi sempre più intensi, l’auto può persino fermarsi autonomamente sul ciglio della strada e avvertire gli altri utenti della strada accendendo le luci di emergenza.

 

Understanding the inside - Eye gaze tracking

 

«Negli ultimi decenni, grazie al nostro lavoro e al nostro impegno nei confronti dei sistemi di prevenzione degli incidenti, abbiamo compiuto grandi progressi nel campo dei sensori esterni», spiega Thomas Broberg, responsabile del Volvo Cars Safety Centre. «I sensori nell’abitacolo sono, quindi, la logica conseguenza. Continueremo a imparare, a sviluppare nuove funzioni e a implementarle gradualmente per migliorare sempre di più la sicurezza.»

Keywords:
Product News
Le descrizioni e i dati riportati nel presente materiale per la scaricastampa fanno riferimento alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Gli equipaggiamenti descritti potrebbero essere opzionali. Le specifiche dei veicoli potrebbero variare a seconda del paese di vendita e possono subire modifiche senza preavviso.
Contattateci
  • Simon Krappl
    Marketing & Communications Director | Switzerland
    Volvo Automobile (Schweiz) AG
    Cellulare: +41 79 290 19 60