Comunicati stampa

L’energia pulita libera tutto il potenziale delle auto elettriche: Volvo Cars fa appello all’azione

Zurigo – Per sfruttare appieno il potenziale delle auto elettriche, Volvo Cars chiede maggiori investimenti in energia verde e pulita. In concomitanza con la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici COP26, a Glasgow in Scozia, il produttore svedese di automobili premium chiede maggiore impegno per la protezione del clima ai capi di Stato e di Governo e ai fornitori di energia. Il bilancio ecologico della nuova Volvo C40 Recharge Plus Pure Electric, pubblicato contemporaneamente, dimostra come le fonti di energia rinnovabili riducono le emissioni di CO2 lungo l’intero ciclo di vita del veicolo.

 

Durante la COP26, i capi di Governo e i rappresentanti dell’industria discutono di nuovi piani e ulteriori misure per contrastare il cambiamento climatico. In vista di questi obiettivi è fondamentale continuare a ridurre le emissioni di CO2.

 

Volvo Cars agisce con fermezza in questo ambito: l’azienda persegue uno dei piani di elettrificazione più ambiziosi del settore automobilistico e dal 2030 offrirà esclusivamente auto elettriche. Per questo, nei prossimi anni, il produttore svedese di automobili premium lancerà sul mercato un’intera famiglia di modelli ad alimentazione esclusivamente elettrica. Sulla strada per diventare un’azienda climaticamente neutra entro il 2040, Volvo si impegna inoltre per ridurre le emissioni di CO2 in tutte le sue attività.

 

Migliorare il contesto generale

L’azienda non può però fare a meno del sostegno dei Governi e del settore dell’energia per ridurre le emissioni al minimo possibile. Come dimostrato dal bilancio ecologico della Volvo C40 Recharge, appena pubblicato, la possibilità di impiegare energia verde e pulita nella produzione e per la ricarica dei veicoli completamente elettrici ha un impatto decisivo sul bilancio di CO2. Se il modello crossover in stile coupé viene ricaricato ad esempio con energia eolica, o altri tipi di energia rinnovabile, l’impronta di CO2 del veicolo si riduce di oltre la metà rispetto a quella di una Volvo XC40 con motore a combustione. Se la corrente di carica proviene invece da combustibili fossili, la differenza tra le impronte delle due auto si riduce sensibilmente.

 

«La decisione di diventare un produttore di auto completamente elettriche e leader del settore è una scelta strategica e consapevole. Non possiamo, però, raggiungere la neutralità climatica da soli», spiega Håkan Samuelsson, presidente e CEO di Volvo Cars. «Abbiamo bisogno che i Governi e le aziende energetiche di tutto il mondo aumentino i loro investimenti in energia pulita e nelle relative infrastrutture di ricarica, in modo che tutti i veicoli completamente elettrici possano tener fede alla promessa di una mobilità più pulita.»

 

Nel suo «World Energy Investment Report», l’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) conferma la necessità di agire. Gli investimenti nelle fonti di energia pulite sono sì leggermente aumentati, ma restano ancora molto inferiori al livello che sarebbe necessario per evitare le conseguenze più gravi del cambiamento climatico. Affinché l’aumento della temperatura globale non superi i due gradi Celsius, questi investimenti dovrebbero essere più che raddoppiati entro la fine del decennio in corso. Per raggiungere l’auspicato obiettivo di un aumento massimo di 1,5 gradi, la somma andrebbe addirittura triplicata.

 

Bilancio ecologico trasparente per le auto elettriche di Volvo

Dall’introduzione della Volvo XC40 Recharge Pure Electric, la prima auto elettrica del marchio, il produttore svedese di auto premium pubblica il bilancio ecologico di ogni modello completamente elettrico di Volvo. Questi rapporti trasparenti mostrano come l’impronta di CO2 del veicolo cambia a seconda degli scenari e forniscono alla clientela preziose informazioni sull’intero bilancio climatico.

 

Se la corrente di carica proviene esclusivamente da fonti di energia pulite, la nuova Volvo C40 Recharge Pure Electric ha un’impronta di CO2 di circa 27 tonnellate per tutto il suo ciclo di vita. Se si utilizza invece il mix energetico medio globale, per cui l’elettricità è prodotta per circa il 60% con combustibili fossili, le emissioni aumentano fino a 50 tonnellate di CO2. In questo modo la differenza dai veicoli con motori tradizionali si riduce significativamente: la Volvo XC40 con motore a combustione, ad esempio, ha un’impronta di 59 tonnellate di CO2 per tutto il suo ciclo di vita.

 

Elettricità verde per la produzione

Anche nella produzione dei veicoli l’impiego di energia verde influenza significativamente il bilancio di CO2: le emissioni della produzione della Volvo C40 Recharge superano di circa il 70% quelle della produzione di una Volvo XC40 con un motore a benzina. Questo è dovuto alle attività con alte emissioni di CO2 come la produzione di batterie e di acciaio, nonché a un fabbisogno di alluminio più elevato.

 

Per contrastare tutto ciò, Volvo Cars mette in atto sforzi concreti: in collaborazione con l’acciaieria svedese SSAB, l’azienda studia per esempio la possibilità di sviluppare acciaio senza fossili. Con Northvolt è prevista la produzione di batterie utilizzando energia rinnovabile al 100%.

 

Entro il 2025 l’azienda vuole ridurre del 40% l’impronta di CO2 dell’intero ciclo di vita di ogni veicolo Volvo medio rispetto al 2018. A ciò dovrà contribuire anche le riduzioni di CO2 del 25% nella catena di fornitura.

 

Sempre entro il 2025, Volvo punta a raggiungere una produzione climaticamente neutra. Già oggi, tutti gli stabilimenti europei sono alimentati con il 100% di elettricità pulita e l'impianto di produzione svedese di Torslanda opera già in maniera climaticamente neutra. E anche gli stabilimenti di Chengdu e Daqing, in Cina, utilizzano elettricità climaticamente neutra.

 

Note per le redazioni:

 

Keywords:
Ambiente, Sostenibilità
Le descrizioni e i dati riportati nel presente materiale per la scaricastampa fanno riferimento alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Gli equipaggiamenti descritti potrebbero essere opzionali. Le specifiche dei veicoli potrebbero variare a seconda del paese di vendita e possono subire modifiche senza preavviso.
Contattateci
  • Simon Krappl
    Marketing & Communications Director | Switzerland
    Volvo Automobile (Schweiz) AG
    Cellulare: +41 79 290 19 60