Comunicati stampa

Iniziativa mondiale: Volvo Cars concede a tutti i suoi collaboratori un congedo parentale di almeno 24 settimane

Zurigo – Volvo Cars concilia ancora di più la vita professionale e familiare: dal 1° aprile 2021, la casa automobilistica svedese del segmento premium concede ai collaboratori di tutte le sue sedi sparse per il mondo 24 settimane di congedo parentale retribuito. Chi lavora da almeno un anno nell’azienda, ad esempio in una filiale locale o in un’officina, riceve l’80% del suo salario base per sei mesi. La direttiva chiamata «Family Bond» vale per entrambi i genitori e può essere applicata in qualsiasi momento entro i primi tre anni dalla nascita del figlio. Per quanto riguarda la sede svizzera, questo regolamento è in vigore già dal 2019. Con l’adozione di questa iniziativa a livello mondiale, ora tutti i collaboratori di Volvo Cars godono dello stesso diritto minimo indipendentemente dal genere, dalla sede di lavoro e dalle normative nazionali.

 

L’uomo è al centro di tutto: questo principio ispira Volvo Cars non solo nello sviluppo dei suoi veicoli, ma anche nella sua cultura aziendale. La nuova direttiva globale «Family Bond» entra in gioco e trova applicazione nei Paesi in cui non esistono norme sul congedo parentale o le disposizioni in materia non risultano particolarmente generose. Alcune nazioni non offrono congedi retribuiti ai neo genitori o escludono i padri, ad esempio. «Family Bond» è più inclusiva e offre un supporto maggiore rispetto a tante direttive già esistenti in tutto il mondo. Si applica a tutti i genitori registrati legalmente, compresi quelli adottivi e affidatari nonché i genitori non biologici nelle coppie dello stesso genere.

 

«Vogliamo creare una cultura che sostenga i pari diritti dei genitori, indipendentemente dal genere», spiega il Presidente e CEO di Volvo Cars Håkan Samuelsson. «Aiutando i genitori a conciliare le esigenze lavorative e familiari, si riduce il divario di genere e si offrono a tutti opportunità di crescita professionale. Siamo sempre stati un’azienda orientata alla famiglia e centrata sulle persone. Attraverso questo regolamento sul congedo parentale, presentiamo e mettiamo in pratica i nostri valori, rafforzando così il nostro marchio.»

 

Vasta normativa svedese come punto di riferimento

La direttiva globale si basa sulla legislazione nazionale del Paese di origine di Volvo Cars, la Svezia, che è nota in tutto il mondo per le sue generose disposizioni in materia di congedo parentale. Qui i genitori e i figli godono di evidenti vantaggi da decenni. L’implementazione della direttiva da parte di Volvo Cars fa seguito a un progetto pilota sul congedo parentale che è stato realizzato nel 2019 nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa). A trarne vantaggio sono stati anche i collaboratori di Volvo Car Switzerland. Il 46% di tutti i richiedenti al tempo era composto da padri.

 

«Questa non è solo una nuova politica di congedo parentale per i nostri collaboratori, ma è la materializzazione della nostra cultura aziendale e dei nostri valori», spiega compiaciuta Hanna Fager, responsabile Corporate Functions e HR. «Vogliamo promuovere un cambiamento nel settore e fissare un nuovo standard di riferimento globale in materia di personale. Offrendo a tutti i nostri collaboratori la possibilità di usufruire di un congedo parentale retribuito, riduciamo le disuguaglianze di genere e garantiamo una maggiore diversificazione del nostro organico. In questo modo, inoltre, incrementiamo le prestazioni e rafforziamo il nostro business.»

 

Importanti informazioni ottenute grazie all’efficace progetto pilota

Nell’ambito del progetto pilota, i collaboratori hanno apprezzato in particolare la possibilità di strutturare il congedo parentale in un’ottica neutrale rispetto al genere, in modo integrativo e in base alle esigenze personali. L’azienda è stata anche in grado di raccogliere informazioni importanti su come poter spronare ancora più collaboratori a usufruire del congedo parentale, in modo che questo modello familiare diventi la norma per entrambi i genitori. Tra i possibili impedimenti all’utilizzo del congedo si menzionano spesso le preoccupazioni in merito alle potenziali conseguenze per il proprio team e le opportunità di carriera a lungo termine, ma anche il modo in cui il ruolo dei padri sul posto di lavoro e a casa viene normalmente concepito e interpretato nella propria cultura.

 

Volvo Cars punta su una comunicazione più efficace in relazione alla sua politica di congedo parentale affinché più collaboratori facciano valere i loro diritti in questo ambito. Pertanto, il congedo parentale di 24 settimane viene presentato come opzione «standard» predefinita dal datore di lavoro. In questo modo aumentano le probabilità che tale periodo venga sfruttato appieno, senza variazioni. Al tempo stesso non si adottano formulazioni ambigue come «fino a 24 settimane» al fine di evitare una connotazione negativa. La prestigiosa casa automobilistica svedese riduce così al minimo eventuali confusioni e barriere culturali, e offre sicurezze ai genitori.

 

Per indebolire ulteriormente le differenze di genere, d’ora in avanti Volvo Cars pubblicherà periodicamente i dati sull’utilizzo del congedo parentale. La relazione sui progressi compiuti fungerà anche da esempio di best practice per altre aziende.

 

Note per le redazioni:

  • nei Paesi in cui le norme locali prevedono un congedo parentale più lungo, prevalgono tali disposizioni.

  • In Svizzera, la legislazione concede un congedo di 14 settimane alle madri. Da quest’anno, i padri usufruiscono di un congedo di paternità di due settimane. Durante questo periodo, entrambi i genitori hanno diritto all’80% del loro salario.

  • Volvo Cars ha preparato un piano di comunicazione per questa direttiva allo scopo di promuovere l’accettazione tra i propri collaboratori.

Keywords:
Volvo People, Azienda
Le descrizioni e i dati riportati nel presente materiale per la scaricastampa fanno riferimento alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Gli equipaggiamenti descritti potrebbero essere opzionali. Le specifiche dei veicoli potrebbero variare a seconda del paese di vendita e possono subire modifiche senza preavviso.
Contattateci
  • Simon Krappl
    Marketing & Communications Director | Switzerland
    Volvo Automobile (Schweiz) AG
    Cellulare: +41 79 290 19 60