Comunicati stampa

Apertura della Volvo Art Session 2019 con il cyborg Neil Harbisson ed arte affascinante digitale

Zurigo, 24 ottobre 2019 – Circa 600 invitati si sono dati appuntamento oggi, giovedì, nello Schiffbau di Zurigo per assistere all’inaugurazione della Volvo Art Session 2019. L’edizione di quest’anno è ancora una volta all’insegna del progresso tecnologico e verte sul tema della «cyborgizzazione» dell’uomo. L’evento clou della serata inaugurale è stata la performance di Neil Harbisson, il primo cyborg ufficialmente riconosciuto al mondo. Harbisson ha dimostrato le proprie capacità sovrumane e ha discusso insieme al futurista Gerd Leonhard del potenziale e dei pericoli della fusione di uomo e macchina. Gli ospiti presenti all’inaugurazione hanno inoltre potuto ammirare l’affascinante arte digitale degli artisti di fama internazionale Refik Anadol e Christopher Bauder. Domani, venerdì, l’esposizione della Volvo Art Session, in presenza di Harbisson, Leonhard e dei due artisti, sarà accessibile gratuitamente al pubblico.

 

I cyborg, una commistione di uomo e macchina, ormai non sono più fantascienza. Chip informatici sottocutanei o antenne inserite nella testa: le possibilità offerte dalle nuove tecnologie appaiono sempre più illimitate. Questi nuovi sviluppi suscitano una miriade di interrogativi di carattere etico e sociale. I più importanti sono stati discussi nell’ambito della Volvo Art Session di quest’anno con il leitmotiv «Human meets Digital – High tech under my skin?». Sul palco il cyborg Neil Harbisson ha dimostrato non solo le proprie capacità sovrumane, ovvero quella di «ascoltare» i colori, ma si è espresso in generale a favore di una crescente fusione tra uomo e tecnologia. A fargli da contraltare il futurista Gerd Leonhard, che ha analizzato le opportunità e i rischi della cyborgizzazione e si è espresso a favore di una maggiore coltivazione del fattore umano.

 

L’affascinante arte immersiva di Refik Anadol e Christopher Bauder

Refik Anadol, pioniere nel campo dell’arte digitale, presenta le due opere «Melting Memories» e «Infinity Room». Anadol utilizza i dati per spostare i confini del tempo e dello spazio, creando in questo modo esperienze visive coinvolgenti. Il pluripremiato artista, designer e progettista degli spazi di origine turca ha ricevuto il «Lifetime Achievement Award» alla Biennale di Firenze, immediatamente prima della Volvo Art Session.

 

L’artista berlinese Christopher Bauder è stato ancora una volta in visita alla Volvo Art Session, dove ha presentato un estratto dell’installazione luminosa audiovisiva SKALAR: una scultura 3D composta da specchi cinetici in movimento che interagiscono con fasci di luce colorata. Una composizione di musica elettronica del produttore elettronico e DJ Kangding Ray ha integrato l’installazione, creando un’esperienza teatrale unica di luci e suoni.

 

«La serata di apertura è stata entusiasmante e suggestiva», ha dichiarato Natalie Robyn, Managing Director presso Volvo Svizzera. «Abbiamo avuto l’opportunità di approfondire ulteriormente il tema di ‘uomo e digitalizzazione’. Anche se mi affascinano le visioni di Neil Harbisson sul tema ‘cyborg’, sono d’accordo anche con Gerd Leonhard: l’uomo dovrebbe sfruttare la tecnologia, definendo tuttavia anche i confini del suo sviluppo. L’uomo deve restare al centro. Questo è anche il principio ispiratore di Volvo. Intendiamo utilizzare le nuove tecnologie solo se rendono la nostra vita migliore, più facile e più sicura.»

 

Volvo Art Session accessibile gratuitamente al pubblico interessato venerdì 25 ottobre

La Volvo Art Session 2019 presso lo Schiffbau di Zurigo, Schiffbaustrasse 4, sarà aperta al pubblico venerdì 25 ottobre dalle 10.00 alle 20.00. Dalle 19.00 alle 20.00 si svolgeranno gli interventi di Neil Harbisson e Gerd Leonhard, mentre Christopher Bauder e Kangding Ray mostreranno un estratto di SKALAR. Le persone interessate possono assicurarsi un biglietto gratuito visitando il sito www.volvoartsession.com. Il programma giornaliero dettagliato, che include le visite guidate alle opere d’arte e gli orari in cui sarà presente Neil Harbisson, è disponibile sul sito ufficiale della Volvo Art Session.


Per maggiori informazioni sulla Volvo Art Session: volvoartsession.com und instagram.com/volvoartsession 
Livestream: facebook.com/volvoswitzerland 
Maggiori informazioni su Neil Harbisson: cyborgarts.com  
Maggiori informazioni su Gerd Leonhard: gerdleonhard.de
Maggiori informazioni sugli artisti: refikanadol.comwhitevoid.com

 

Ufficio stampa:
Volvo Car Switzerland SA, Sascha Heiniger, media@volvoartsession.com, 079 913 59 62
Oppenheim & Partner GmbH, Ladina Moser, lm@oppenheim-partner.ch, 044 515 65 00

 

 

La Volvo Art Session

La Volvo Art Session, piattaforma per l’innovazione, l’arte e il design, viene organizzata annualmente da Volvo Car Switzerland SA. Dal 2017 affronta il tema dell’area controversa tra uomo e nuove tecnologie. Il tema «Human meets Digital» sarà ripreso sia nell’ambito degli interventi di personalità interessanti sia da artisti internazionali e dalle loro opere d’arte, con l’obiettivo di contribuire al dibattito pubblico. La Volvo Art Session mette in mostra il ruolo pionieristico di Volvo Svizzera nell’innovazione e nel design, e il suo impegno a impiegare le nuove tecnologie solo quando rendono la nostra vita più facile, migliore e più sicura.

Keywords:
Lifestyle, Tecnologia, Eventi / Attività, Azienda, Design, Guida autonoma, Connettività
Le descrizioni e i dati riportati nel presente materiale per la scaricastampa fanno riferimento alla gamma internazionale di autovetture prodotte da Volvo Cars. Gli equipaggiamenti descritti potrebbero essere opzionali. Le specifiche dei veicoli potrebbero variare a seconda del paese di vendita e possono subire modifiche senza preavviso.

For information on how Volvo Cars process your personal data in relation to Volvo Cars Global Newsroom click here.

La Newsroom di Volvo Cars utilizza i cookie per ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'utente all'interno di questo sito Web. I cookie del sito non registrano i dati personali. Per maggiori informazioni, si rimanda alla nostra Pagina dedicata alla policy per l'utilizzo dei cookie.

Accetto